DEL POTRO: “CONTRO NADAL DEVO ESSERE PERFETTO”

TENNIS - Juan Martin Del Potro accede alla finale di Indian Wells battendo il numero uno del mondo Novak Djokovic. Oggi sfiderà Rafa Nadal, che ha superato Berdych, per il titolo.
domenica, 17 Marzo 2013

Tennis. Indian Wells, California (USA) – Clamoroso ma splendido. La settima testa di serie Juan Martin Del Potro ha battuto il numero 1 del mondo Novak Djokovic 4-6, 6-4, 6-4 alle semifinali del BNP Paribas Open questa notte, ponendo fine alla serie di 22 vittorie del serbo di 22.

“Ho fatto una partita molto buona fino al terzo set, ma Novak avuto la possibilità di battermi quando ero sotto 3-0”, ha detto Del Potro. “Ma sono tornato presto in partita e questo mi ha dato un po’ di fiducia per tornare in gara. Poi anche la folla che voleva vedere di più mi ha aiutato a giocare il mio miglior tennis, alla fine. Penso che sia stato il mio migliore match in questo torneo, di sicuro.”

Del Potro ha sconfitto due dei top 3 avversari all’ Indian Wells Tennis Garden, raggiungendo la sua seconda finale in un Master 1000. L’argentino sta cercando di vincere il suo secondo trofeo di fila, dopo il trionfo al torneo di Rotterdam.

“Sto giocando bene. I risultati mostrano il mio livello”, ha detto Del Potro. Sento che ci sono alcune cose da migliorare nel mio gioco come l’utilizzo degli slice. Inoltre, vorrei venire a rete più spesso. Ma ci sto lavorando su. Ogni torneo mi da possibilità di farlo. Penso che sto facendo bene qui a Indian Wells.”

Djokovic ha perso la sua prima partita del 2013. Il 25enne ha aperto questa stagione, diventando il primo uomo nell’era Open a vincere tre titoli consecutivi degli Australian Open.

“Tutto il credito oggi va al mio avversario”, ha detto Djokovic. Ha meritato di vincere perché è rimasto più tranquillo nei momenti importanti e ha giocato i colpi giusti. È entrato nel campo nel quale, dall’altra parte, ho fatto un sacco di errori non forzati, stavo sul fondo ed ero troppo passivo.”

Dopo il secondo set, Djokovic ha aperto il terzo 3-0 contro. Con la folla che lo incitava, Del Potro ha elevato il suo gioco e si è ripreso il servizio. Via via il tandilese ha cominciato a infastidire Djokovic al servizio. Infine, sul 4-4, Del Potro ha convertito la sua quinta palla break mettendo la partita in tasca. Ha chiuso l’incontro colpendo un ace, mettendo a segno la quarta vittoria in rimonta in due ore e 50 minuti.

Il ‘Palito’ ha raggiunto la prima finale Masters 1000 della stagione. Delpo ha detto che per vincere in finale contro Rafael Nadal, testa di serie numero 5, deve “rendere tutto perfetto.”

“E ‘molto veloce sulla riga di fondo, quindi cercherò di essere aggressivo, andare a rete, servire bene e fare pochi errori. Devo fare tutto perfetto per vincere”, ha detto Del Potro, pochi minuti dopo il match contro Djokovic.

“E’ una finale, quindi è una partita speciale. Lo è sempre quando si gioca contro i favoriti, ma cercherò di fare il mio gioco e vedere se Rafa mi lascia qualche crepa”, ha detto Del Potro.

Rafa Nadal, due volte campione dei BNP Paribas Open ha raggiunto invece la sua quarta finale all’Indian Wells Garden sconfiggendo Tomas Berdych 6-4, 7-5. Nadal ha vinto 12 incontri consecutivi contro Berdych.

“Oggi ero molto nervoso, a fine partita ho avuto la fortuna che il mio servizio ha funzionato incredibilmente nei momenti importanti”, ha detto Nadal. “Ci sono alcune cose che devo regolare, e le vittorie come quella di oggi aiutano molto in quanto a fiducia“.

Nadal si candida a sollevare per la terza volta consecutiva un trofeo ATP dal suo rientro. Dopo aver terminato al secondo posto a Vina del Mar al rientro, Nadal ha vinto i titoli di San Paolo e Acapulco ed è in sella ad una serie di 13 vittorie.

Tornare è stato sicuramente qualcosa di incredibile per me, del tutto inaspettata, e ho ricevuto grande sostegno dalla folla in ogni luogo dove ho giocato,” ha detto Nadal. “E’ sempre una sensazione molto, molto speciale. Ringrazio tutte le persone.”

Berdych veniva fuori da due finali disputate a Marsiglia e Dubai e ha lasciato cadere un record di 18-5 in stagione e di 3-8 nelle semifinali Masters 1000.

“E ‘stato un buon torneo. Ho battuto un paio di bravi ragazzi e ho fatto un buon percorso,” riflette Berdych. Il mio gioco è stato anche molto solido nell’ultimo paio di settimane che ho giocato, ma sto ancora cercando di spingere sempre di più.


1 Commento per “DEL POTRO: “CONTRO NADAL DEVO ESSERE PERFETTO””


  1. rudy ha detto:

    io non voglio dire nulla ,ma in italia la vittoria è concepita in manera da perdente ,vincere è importante in che modo non importa ,ma del potro sa che nel 2009 quando batte nadal 3 volte ,le ultime 2 una allo us open e l altra al masters ,sa dentro di lui che era a pezzi nadal ,divorzio e separazione dei genitori ed rafa non concepisce questo vito che è attacato alla famiglia ,poi l infortunio al ginocchio e la diet imposta dai dottori per il ginocchio ha fatto si che del potro abbia vinto co n nadal ,ma il vero nadal al 100 % contro del potro al 100% ,be mi piace del potro ,ma le ha sempre prese ,e la fisica è giusta a volte ,da un aione ce una reazione ,e la reazione e l’azione è che rafa è di gran lunga piu forte di del potro ,la vittoria agli us open va bene per l’italia perche l’importante è battere il top ,come ferrer a roma 2008 ,peccato che nadal al 100% o L 70% senza infortuni non abbi piu vinto contro rafa ,cari miei italiani o vi svegliate o dormirete sempre e mi sa che è cosi ,i campino in italia non ci saranno mai ,perche se per voi del potro è forte perche nel 2009 ha battuto un nadal che perdeva da il 50 al mondo ,be siamo messi bene vermente ,ciao perdenti italiani ,


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.