DEL POTRO E FEDERER AVANTI SENZA PAURA

TENNIS - Avanzano ai quarti i favoriti numero uno e due di Rotterdam. Mentre Federer ha ben pochi problemi a domare De Bakker, Del Potro deve faticare un pochino in più per far capitolare Gulbis. Esce di scena Gasquet eliminato da Baghdatis
giovedì, 14 Febbraio 2013

Tennis. Quarta giornata all’Atp 500 di Rotterdam in cui si completa il quadro dei secondi turni. Tornano in campo dunque i primi della classe, Juan Martin Del Potro e Roger Federer. Il primo è stato impegnato nel pomeriggio contro il lettone Ernests Gulbis, mentre il maestro svizzero ha aperto di nuovo la sessione serale con un match contro uno degli atleti di casa, Thiemo De Bakker. Oltre alle prime due teste di serie spazio oggi per il qualificato Matthias Bachinger, vincitore un pò a sorpresa sul nostro Andreas Seppi al primo turno, e per Richard Gasquet, protagonista di uno dei match più interessanti in programma contro Marcos Baghdatis.

Pochi sussulti per Federer nel match di secondo turno contro Thiemo De Bakker. Regolare amministrazione per il campione in carica che ha messo in campo una prestazione ordinata spingendo quanto bastava per far caracollare l’olandese. Un solo confronto tra i due prima dell’incontro odierno a favore dell’elvetico  che si impose con un triplo 6-4 nel tie valido per i playoff del World Group di Davis Cup. Anche oggi ben poco da dire sulla gara in sè. L’ex numero uno del mondo breakka quasi subito l’avversario e chiude 6-3 il primo set rischiando poco o nulla. Molto simile lo sviluppo del secondo parziale con king Roger che mette a segno il break decisivo al quarto game issandosi 3-1 e portando a termine l’impegno in poco più di un’ora di gioco. Ad attenderlo ai quarti Julien Benneteau con il quale fu protagonista di un epico incontro nell’ultima edizione di Wimbledon.

Il primo tennista di oggi ad approdare ai quarti, il terzo complessivamente, è stato Jarkko Nieminem grazie ad una sofferta vittoria sul tedesco Matthias Bachinger maturata in tre set. Il 31enne finlandese giunto alla sua ottava partecipazione all’ABN AMRO ha dovuto faticare non poco per far capitolare il tedesco proveniente dalla qualificazioni e che al turno precedente aveva già ottenuto lo scalpo di una testa di serie. Il primo set scivola via facile per il numero 56 del mondo che sale subito 3-0 ed in poco tempo si porta in vantaggio. Subito dopo però il Seppicida Bachinger si riscuote, innalza il livello e l’intensità dei colpi e finisce per sorprendere l’avversario chiudendo 7-5 e pareggiando i conti. La riscossa teutonica però si esaurisce qui, nell’ultimo parziale infatti Nieminem lo breakka agevolmente due volte e si guadagna l’accesso ai quarti eguagliando il miglior piazzamento dello scorso anno quando fu battuto da Roger Federer.

Arriviamo all’incontro che nel pomeriggio ha visto di fronte Richard Gasquet, numero 4 del seeding, e Marcos Baghdatis al loro terzo incontro in carriera. I precedenti erano totalmente a favore del cipriota vincitore sia lo scorso agosto al primo turno dei Giochi Olimpici sia nella finale di Sydney del 2010. Più di ogni altra cosa è stata una certa stanchezza del numero 10 del mondo a fare la differenza oggi. Gasquet, giunto al sedicesimo incontro dall’inizio dell’anno, è stato infatti poco reattivo nelle situazioni chiave ed incapace, una volta andato sotto, di portare attacchi decisivi al servizio dell’avversario. Se infatti nel primo set ha avuto più di un’opportunità di breakkarlo, vedi ottavo gioco, non riuscendoci, nel secondo parziale il recente vincitore del torneo di Montpellier dopo aver ceduto il servizio in apertura non è più stato in grado di essere propositivo in attacco. Per Baghdatis ora c’è il bulgaro Grigor Dimitrov con il quale è stato già protagonista di un gran bel match in semifinale a Brisbane.

Quello di oggi per Del Potro è stato senza dubbio un impegno molto più probante rispetto al primo contenzioso che lo ha visto opposto a Gael Monfils. Ad attenderlo oggi quell’Ernests Gulbis che nel 2011 riuscì a batterlo in due set a Los Angeles, luogo del loro ultimo scontro diretto. Il lettone aveva recentemente affermato di aver finalmente intrapreso la via della rettitudine nella vita e nello sport ed in effetti per buona parte del match è riuscito a dare del filo da torcere all’argentino. Il primo set ha visto un totale equilibrio tra le forze in campo con Gulbis unico a proporsi per una palla break subito annullata. È stato dunque il tie break a decidere le sorti del primo parziale. Qui merito a Delpo di aver ottenuto il minibreak decisivo sul 6-5 con buona dose di cinismo. Il secondo set è di gran lunga il più spettacolare con due palle break per parte annullate da altrettanti ace prima dell’allungo decisivo del finalista dello scorso anno avvenuto all’ottavo game. A quel punto per il lettone c’era rimasto ben poco spazio di manovra ed è stato costretto a cedere per 6-3. Palito accede come da pronostico ai quarti di finale e Gulbis da dimostrazione di essere sulla strada giusta.

Di seguito tutti  i risultati odierni:

ABN AMRO World Tennis Tournament – Secondo Turno

Jarkko Nieminem d Matthias Bachinger [Q] 6-3 5-7 6-3

Marcos Baghdatis d Richard Gasquet [4] 6-4 6-4

Juan Martin Del Potro [2] d Ernests Gulbis [Q] 7-6(5) 6-3

Roger Federer [1] d Thiemo De Bakker [W] 6-3 6-4

Martin Klizan d Igor Sijsling [W] 6-2 6-4


Nessun Commento per “DEL POTRO E FEDERER AVANTI SENZA PAURA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.