DEL POTRO, OBIETTIVO OLIMPIADI

Il Colosso di Tandil prova a raggiungere il 100% della condizione per l'obiettivo principale dell'estate: a Rio de Janeiro può essere la sorpresa?
sabato, 30 Luglio 2016

TENNIS – La Coppa Davis è servita come test ed è stato positivo, le partecipazioni al Grande Slam hanno contribuito ad aumentare fiducia nella testa e benzina nelle gambe. Adesso, a ridosso delle Olimpiadi di Rio de Janeiro, il mirino di Juan Martin Del Potro è a caccia di un bersaglio grosso. Se dovesse raggiungere una condizione fisica ottimale, dopo la lunga degenza per l’infortunio al polso, potrebbe diventare uno dei candidati alle medaglie?

È la domanda che, con un po’ di timore, si pongono diversi protagonisti attesi in Brasile. Il Colosso di Tandil può rappresentare una seria minaccia ai top players, in caso di approdo al villaggio olimpico con uno status atletico superiore a quanto visto nelle scorse settimane. In realtà, quello di ricoprire il ruolo di mina vagante è esattamente l’obiettivo dell’argentino, che non nasconde la voglia di sorprendere alle Olimpiadi: “È un’occasione unica, ogni atleta sogna di ottenere un risultato importante, perchè è un evento che capita ogni quattro anni e non sempre vi si può partecipare. Voglio cogliere questa opportunità, anche se non sono il favorito. Poi chissà, un buon percorso potrebbe permettermi di arrivare quantomeno a sedermi allo stesso tavolo dei più grandi. Lì sarà necessario dimostrare il mio valore, spero tanto di poterci arrivare“.

La strategia che seguirà Delpo è chiara: “A Rio ci sarò, ma spero anche in una partecipazione agli US Open e a Cincinnati. Credo di aver dimostrato qualcosa già a Wimbledon, devo ripartire dalla vittoria su Wawrinka: non ero favorito e ho vinto, ho acquisito fiducia e ho perso nei giorni successivi. Nel tennis può accadere di tutto, io posso solo cautelarmi pianificando un calendario che possa permettermi di recuperare punti importanti in ottica ranking. La preparazione delle ultime settimane si è basata sulla sfida a cinque set, non ho intenzione di farmi trovare impreparato ai grandi appuntamenti. Darò il massimo“.

Con questo spirito estremamente combattivo e determinato, Juan Martin Del Potro è pronto a sparare le sue cartucce in vista della fine dell’estate, in corrispondenza della quale ci saranno gli appuntamenti più ghiotti della stagione, sia a livello di punti che in termini di montepremi. La speranza del sudamericano, però, è quella di arrivare preparato al prossimo turno di Coppa Davis e, soprattutto, di cominciare la prossima stagione senza alcun handicap di carattere fisico: l’idea di gettare le basi durante la seconda parte della stagione 2016 potrebbe dargli il giusto slancio per la prossima.


Nessun Commento per “DEL POTRO, OBIETTIVO OLIMPIADI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.