DERBY E INCROCI PERICOLOSI, E’ LA DAVIS 2015

Da Serbia-Croazia a Germania-Francia. Da Gran Bretagna-Stati Uniti ad Argentina-Brasile passando per l'eventuale Cina-Taipei. Quante sfide dal gusto particolare nella Coppa del prossimo anno!
venerdì, 19 Settembre 2014

TENNIS – Lo sport aggrega e non conosce confini. Almeno a sentire l’insegnamento del caro vecchio de Coubertin, che per molti – purtroppo – è attuale quanto i pantaloni alla zuava e il tè alle cinque. E quando, ieri sera, dalla tribuna più alta che c’è, il barone ha assistito ai sorteggi della Coppa Davis 2015, sotto i baffoni sarà spuntato un sorriso divertito. O preoccupato? Senz’altro, nel corso della cerimonia tenuta a Dubai, ha regnato lo stupore, sottolineato dagli “Oooooh!” di meraviglia mal celati dal pubblico presente in sala. Perché? Forse perché lo sport passa quasi in secondo piano…

GERMANIA-FRANCIA
Analizzando il tabellone del World Group, spicca anzitutto il “derby delle superpotenze” che di questi tempi caratterizzano la vita del Vecchio Continente. La Germania della Merkel che ospita la Francia di Hollande. E guai a rimediare figuracce! Altrimenti con quale faccia si torna a Bruxelles?

GRAN BRETAGNA-STATI UNITI
Non male nemmeno questo derby. La Corona britannica – rafforzata tra l’altro dall’esito dell’ultimo referendum sull’indipendenza scozzese e quindi forte… del “secessionista” Andy Murray – opposta alle sue ex colonie. Senza disturbare più di tanto la storia, lasciando dunque alle pagine dei libri la Guerra d’Indipendenza datata 1775-1783, le sfide – fortunatamente solo sportive – tra gli atleti sotto l’Union Jack e gli avversari a stelle-e-strisce hanno sempre il loro fascino. Sebbene in questo caso potrebbe essere a senso unico, con i favori del pronostico dalla parte di Murray e compagni.

ARGENTINA-BRASILE
Su Repubblica Ceca-Australia e Kazakistan-Italia si può anche glissare, ma non certo sul “Clasico”. Calcisticamente parlando viene definito così il derby sudamericano tra le nazionali albiceleste e verdeoro, ma sarà caldissimo anche in chiave tennistica non foss’altro per l’incredibile exploit di Bellucci e soci capaci di spedire nientemeno che la Spagna in Serie B. Confronto apertissimo e atteso. Sì, anche in Davis!

SERBIA-CROAZIA
Occorre aggiungere altro? Occorre ricamare ulteriormente su questo confronto dai mille significati, nato sulle spoglie del sanguinoso conflitto che infiammò l’Europa negli anni ’90? In Coppa Davis si sono affrontate una volta soltanto, nel 2010: a Spalato finì 4-1 per la Serbia con vittoria decisiva di Djokovic su Cilic nel primo dei due singolari della terza giornata. Sportivamente parlando, il punto più duro tra Serbia (ai tempi ancora sotto la dicitura “Jugoslavia” e legata al Montenegro) e Croazia venne raggiunto il 9 ottobre 1999. Nell’atmosfera surreale di uno stadio “Maksimir” di Zagabria blindato, le due nazionali di calcio si scontrarono (in tutti i sensi vista l’intensità di alcune entrate) in una partita decisiva per la qualificazione agli Europei del 2000. Finì 2-2 e il pari premiò la Jugoslavia di Vujadin Boskov. Il compianto Vujadin Boskov, autore tra le altre della frase “Meglio perdere una partita 6-0 che sei partite 1-0”. Chissà come sarebbe in versione tennistica…

CINA-…TAIPEI CINESE?
Il World Group chiude con Canada-Giappone e Belgio-Svizzera e per trovare un’altra sfida interessante sul piano “extra-tennis” occorre saltare al Gruppo 1, dove però vi risparmiamo volentieri il gioco di parole Slovacchia-Slovenia. Ebbene, in “Serie B” c’è la Cina che attende l’esito del play off tra Taipei Cinese e Nuova Zelanda in programma tra il 24 e il 26 ottobre. Chi vince sfida la Repubblica Popolare (ovviamente non in senso letterale…), chi perde piomba in Serie C dove affronterà il Libano. Ecco, e se fosse Cina-Taipei Cinese? Che poi è “Taipei Cinese” soltanto nelle competizioni sportive giacché Taiwan (o Formosa, o Repubblica di Cina, che confusione!) non è riconosciuto né dalla Cina né tanto meno dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Sarebbe un bel “derby” allora. Come non ce ne fossero abbastanza…


Nessun Commento per “DERBY E INCROCI PERICOLOSI, E' LA DAVIS 2015”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • COPPA DAVIS, NON SOLO KAZAKISTAN – ITALIA Nel weekend di Coppa Davis scendono in campo tutti gli incontri di ottavi di finale. Tra incroci infuocati e assenze eccellenti, ecco la presentazione di tutti i match del primo turno […]
  • L’ITALIA ANDRÀ IN KAZAKISTAN Coppa Davis: la nazionale capitanata da Barazzutti è stata abbinata al Kazakhstan negli ottavi di finale del World Group della Coppa Davis 2015. Il sorteggio regala il fattore campo ai kazaki.
  • DAVIS: SPRINT NOLE, ANDY E FRANCIA Mentre l'Italia si fa stoppare dal Kazakistan, sono la Serbia di Djokovic e la Gran Bretagna di Murray a rubare la scena. Ottima prova di Monfils e Simon, che spingono i transalpini sul […]
  • IL WEEK END DEI PLAY-OFFS DI LUSSO TENNIS - Nadal e compagni vogliono rimanere nel World Group, ma c'è l'Ucraina. La Gran Bretagna di Murray attesa dalla grana Croazia. Australia- Polonia per gli appassionati del vintage […]
  • COPPA DAVIS. I CONVOCATI DEI QUARTI DI FINALE Si gioca nel weekend dal 7 al 9 aprile nei teatri di Charleroi, Brisbane, Rouen e Belgrado. Italia con Andreas Seppi, Fabio Fognini, Simone Bolelli e Paolo Lorenzi. Novak Djokovic torna in […]
  • COPPA DAVIS: SUPREMAZIA AUSTRALIA, GRANDE KYRGIOS… Nell'ultima giornata di Coppa Davis, hanno confermato il loro accesso alle semifinali Francia e Serbia. La prossima avversaria del Belgio sarà invece l'Australia che, grazie a Kyrgios, ha […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.