DIMITROV E’ CRISI NERA, ADDIO QUEEN’S

Grigor Dimitrov e la sua crisi senza fine. L'ultima sconfitta, contro Gilles Muller al Queen's, gli impedirà di difendere il titolo conquistato lo scorso anno. Cosa succede ad uno dei più talentuosi giocatori del circuito?
venerdì, 19 Giugno 2015

TENNIS – Il numero undici del ranking Atp, il bulgaro Grigor Dimitrov, ha perso la possibilità di difendere il suo titolo al Queen’s dopo la netta sconfitta di ieri contro Gilles Muller, sconfitta questa che acuisce in maniera forte, netta, chiara, una crisi che a questo punto della stagione rischia di assumere contorni pesantissimi. Non che non si possa perdere contro il numero 48 del mondo ma il modo con cui è arrivato l’ennesimo ‘capitombolo’ lascia esterefatti per arrendevolezza e mancanza di soluzioni in campo.

“E’ un momento difficile per me, inutile nasconderci. E’ stata una sconfitta durissima ma, devo anche dar credito al mio avversario. Lui ha giocato un ottimo match servendo molto bene”, ha detto Dimitrov.

“Sono stato sempre vicino nel punteggio. Voglio dire, penso di essere stato a un nonnulla dal poterla girare questa partita ma alcuni punti fondamentali hanno fatto tutto la differenza del mondo. Ho certamente bisogno di cambiare qualcosa nel mio gioco, ma escluderei rivoluzioni apocalittiche. Penso anche ad almeno due palle break nel primo set, mi sentivo in fiducia e stavo colpendo bene la palla. Pensavo che tutto stesse andando nella giusta direzione ma, come spesso succede nel tennis, con due – punti puoi cambiare la storia e quei punti hanno fatto sostanzialmente la differenza”. 

“E’ sempre molto triste non poter difendere un titolo, ma questo fa parte del gioco. Adesso ho itenzione di staccare per almeno due giorni dal tennis e poi comincerò a concentrarmi ed allenarmi per Wimbledon, e, si, sono sicuro che le cose possano cambiare”.

Dunque un Dimitrov che, almeno nelle dichiarazioni post-match, cerca di non fare drammi ma la realtà è ben diversa. Il suo record stagionale dice 18-11 con un Roland Garros giocato in maniera scellerata (sconfitta contro Jack Sock in tre set) ed alcune sconfitte che gridano ancora vendetta (come dimenticare lo scivolone contro Cuevas in Turchia o quella sanguinosa contro Harrison ad Acapulco). Da lunedi’ la sua classifica rischia di sprofondare ancor di più e con essa anche la fiducia nel prossimo grande appuntamento sul verde londinese.

“Si è vero, il paragone con Federer mi ha schiacciato”, quasi un urlo liberatorio per scrollarsi definitivamente quest’etichetta sempre fastidiosa e tremendamente pesante. C’è chi vorrebbe, per il bene del bulgaro, anche l’addio con Roger Rasheed reo, secondo la critica, di pensare soltanto alla crescita fisica del talento di Haskovo preoccupandosi meno degli aspetti tecnici. Chissà quali saranno le scelte di quello che, a torto o ragione, resta un patrimonio del tennis tutto da salvaguardare.


Nessun Commento per “DIMITROV E' CRISI NERA, ADDIO QUEEN'S”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • DIMITROV TENTA LA SVOLTA: ADDIO RASHEED Nella notte è arrivata la decisione via Twitter di Grigor Dimitrov. Il bulgaro si separa dall'allenatore australiano Roger Rasheed.
  • GRIGOR DIMITROV CAMPIONE AL QUEEN’S Dimitrov batte in un match infinito Feliciano Lopez che sciupa anche un match point. Applausi anche dalla sua Sharapova in tribuna.
  • I MIGLIORI SELFIES DEL 2014? ECCOLI! Tennis e social media, che passione! Ecco una carrellata dei migliori 'selfies' dei vari Djokovic, Azarenka, Federer, fino ad arrivare alla coppia più glam del circuito, Sharapova e Dimitrov.
  • GASQUET FESTEGGIA LE 400 VITTORIE NEL CIRCUITO Richard Gasquet batte Bolelli al Queen's e agguanta la 400esima vittoria nel circuito. Terzo francese di sempre dopo Noah e Santoro e domani affronta Raonic al secondo turno.
  • DIMITROV: “HO RITROVATO FIDUCIA” Il tennista bulgaro traccia il suo bilancio di fine anno, consapevole di dover risalire la china dopo la separazione, finora senza grossi risultati, dal suo ex coach Roger Rasheed
  • WAWRINKA NON TREMA, SCIVOLONE BERDYCH Stan Wawrinka batte Matosevic e ritrova il sorriso e la semifinale al Queen's, affronterà Dimitrov. Male Berdych che scivola contro Feliciano Lopez, bene Stepanek che in Gran Bretagna si esalta.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.