DIMITROV E THIEM, TALENTO DA VENDERE

Il bulgaro e l’austriaco, 42 anni in due, tra i possibili numeri 1 di domani
martedì, 20 Maggio 2014

Tennis – I recenti tornei ATP stanno mettendo in luce due giovani stelle. Il più blasonato, Grigor Dimitrov, 22enne Bulgaro, fisico da modello, fidanzato di Maria Sharapova, attuale numero 14 del mondo e recente vincitore dell’ATP 250 di Bucharest, dove si è imposto in finale su Lukas Rosol, recente mattatore di Fabio Fognini in quel di Roma. E l’altro, quello più bruttino, (e con qualche kg di troppo), un certo Dominic Thiem, 20enne austriaco, attuale numero 61 del ranking, che ai Master 1000 di Madrid ha eliminato Stan Wawrinka, numero 3 al mondo. Sicuramente due nomi che vale la pena seguire, per entrambi nonostante la giovane età nessun timore in campo nei confronti dei top ten, già per molti indicati come i possibili futuri numeri 1.

Dominic Thiem è decisamente il volto nuovo. La velocità con cui si è messo in mostra davanti agli occhi degli appassionati di tennis è pazzesca, basti pensare che fino a poco più di un anno fa giocava i future. A fine 2012 era over 300 in classifica, a fine 2013 era oltre il 100esimno posto. Oggi è già uno dei protagonisti del circuito ATP, dove partendo dalle qualificazioni (Doha, Melbourne, Rotterdam, Miami, Indian Wells, Barcellona, Madrid) ha recentemente sempre avuto ottimi piazzamenti. Dominic, detto “Dominator” (un soprannome, un programma) è un talento puro, dotato di un potente rovescio a una mano e un atteggiamento in campo già maturo.

Il ventenne di Vienna è praticamente nato con la racchetta in mano, figlio di genitori entrambi maestri di tennis. Mano destra, alto 1,85 per 81 kg, Thiem ha una formazione tennistica completa, senza, apparentemente nessun punto di debolezza nei suoi fondamentali. Oltre alla specialità della casa, il rovescio, Dominator ha una potente prima di servizio e un dritto affidabile. Con queste basi, visto l’età e la sua determinazione ci sono tutti i presupposti per forgiare un top player.

Purtroppo si è ritirato da Roma per problemi fisici, lo rivedremo a Parigi al Roland Garros, in programma dal 26 maggio all’8 giugno, vetrina che lo potrebbe lanciare verso i piani alti del tennis mondiale.

L’altra promessa, il bello, è Grigor Dimitrov, in passato più famoso per la sua relazione con un’altra bella del circuito, Maria Sharapova. Il giovane Grigor ultimamente sembra essere in palla (ha trionfato nei tornei ATP di Stoccolma, Acapulco e Bucarest) e in poco tempo ha raggiunto il 14esimo posto nel ranking, proprio davanti al Fogna. “Baby Fed”, questo il suo soprannome, visto un gioco che richiama quello del grande Roger Federer, rispetto all’austriaco ha già più esperienza nel circuito, dove ha sconfitto molti top 10 tra cui Novak Djokovic. Pupillo di Rafa Nadal, che lo ha già definito “ il prossimo numero 1”, il 22enne di Haskovo, Bulgaria, è un giocatore dotato di una classe infinita e di doti fisiche al di fuori della norma: famose le sue “spaccate” in fase di recupero e per le sue accelerazioni di dritto e di rovescio, rigorosamente a una mano. Alto 1,90 per 80 kg, anche Grigor è anche il protagonista di uno dei più bei punti del 2014 contro Andy Murray in quel di Acapulco. Ora anche lui è atteso dai Roland Garros, torneo che lo potrebbe proiettare nella top ten, posizione che merita e probabilmente scalerà in fretta.


Nessun Commento per “DIMITROV E THIEM, TALENTO DA VENDERE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.