DJOKOVIC E IL SOGNO DELLA TRIPLA CORONA

Novak Djokovic è candidato alla vittoria del torneo di Monte Carlo, un’affermazione che lo farebbe diventare il sesto giocatore a vincere i due Master 1000 per due volte. E se arrivasse il Roland Garros, Nole sarebbe l’undicesimo giocatore a portare a casa la prestigiosa Tripla Corona della terra battuta.
martedì, 15 Aprile 2014

Tennis – Ogni anno Novak Djokovic sembra vicino alla conquista del suo primo Roland Garros. Il torneo di Monte Carlo, in scena questa settimana nella cornice del Principato, è la prima tappa fondamentale della stagione sulla terra che avrà il suo culmine proprio a Parigi a inizio giugno.

Il torneo di Monte Carlo è importante non solo per il fatto di essere un Master 1000, ma anche perché costituisce una delle tappe della Tripla Corona della terra battuta. Il torneo del Principato rappresenta la Bellezza, Roma la Potenza e Parigi il Prestigio. Insomma, per il serbo tra l’altro residente a Monte Carlo, vincere per la seconda volta questo torneo sarebbe motivo di grande orgoglio e lo incanalerebbe nella corsia preferenziale che porta dritto verso la leggenda.

Dall’inizio dell’era Open, infatti, solo dieci tennisti hanno vinto nel Principato per due volte. E tutti sono stati dei grandi interpreti della terra battuta. Sono Ilie Nastase, Bjorn Borg, Guillermo Vilas, Thomas Muster (3 titoli), Mats Wilander, Ivan Lendl, Sergi Bruguera, Gustavo Kuerten, Juan Carlos Ferrero (2 titoli) e Rafael Nadal (8 titoli). Ci sono poi altre note statistiche da aggiungere alla tradizione del torneo. Vilas condivide la vittoria del 1981 con Jimmy Connors perché la pioggia interruppe la partita sul 5-5, ma nessun americano ha vinto a Monte Carlo in maniera, per così dire, netta. Juan Carlos Ferrero, mai più competitivo dopo gli infortuni del 2004, avrebbe potuto costruire con il rampante Rafa Nadal una grande rivalità sulla terra battuta. Leggende come Jim Courier, Andre Agassi o Roger Federer, campioni al Roland Garros, non hanno mai vinto Monte Carlo. Novak Djokovic ha vinto il torneo nel 2013 e si trova quindi in vantaggio rispetto a loro.

Ma il Djokovic apprezzato quest’anno durante i master 1000 di Indian Wells e Miami potrebbe anche pensare di costruire il la un’eventuale vittoria al Roland Garros passando anche per un trionfo a Roma. Anche in questo caso risultati del genere gli garantirebbero un posto di rilievo nella leggenda. Anche gli Internazionali sono stati vinti per due volte da pochi eletti. Si tratta di Ilie Nastase, Bjorn Borg, Vitas Gerulitis, Andreas Gomez, Ivan Lendl, Jim Courier (2 titoli), Thomas Muster (3 titoli), Rafael Nadal (7 titoli). Nole ha anch’egli due allori in bacheca (2008 e 2011). Tra questi, solo Gerulitis e The Djoker non hanno vinto l’Open di Francia. Jan Kodes e Sergi Bruguera hanno vinto a Parigi ma non a Roma. Jim Courier è stato il primo giocatore a difendere il suo titolo al Foro Italico. Dopo di lui la stessa cosa è successa a Nadal e Muster. Inoltre, dal 1996 al 2005, ci sono stati 10 vincitori diversi in dieci edizioni del torneo, mentre le edizioni dal 2005 sono state vinte da Nadal o da Djokovic. Praticamente, se uno dei due vincesse quest’anno, negli ultimi dieci anni sull’Albo d’Oro del Foro Italico ci sarebbe scritto soltanto il nome di Nadal o di Djokovic. Poi ci sono i giocatori che hanno vinto nello stesso anno Roma e Parigi. Sono Ilie Nastase (1973), Bjorn Borg (1978), Adriano Panatta (1976), Ivan Lendl (1986), Jim courier (1992), Thomas Muster (1995), Rafael Nadal (2005, 2007, 2010, 2012, 2013). In 46 anni di era Open è successo 13 volte, 6 delle quali ad opera di Rafael Nadal.

Infine  ci sono i mostri sacri che hanno portato a casa l’intera Tripla Corona. Sono Ilie Nastase, Bjorn Borg, Guillermo Vilas, Mats Wilander, Ivan Lendl, Thomas Muster, Carlos Moya, Gustavo Kuerten, Juan Carlos Ferrero e Rafael Nadal. Tra questi solo Ilie Nastase (1973), Thomas Muster (1995) e Rafael Nadal (2005, 2007, 2010, 2012) l’anno portata a casa nello stesso anno. Una cosa mai riuscita a Borg, Wilander e Lendl. Solo cinque giocatori hanno vinto Monte Carlo e Roma per due volte. Sono Nastase, Lendl, Borg, Muster e Nadal. Infine, solo Borg, Lendl e Nadal hanno vinto la Tripla Corona per tre volte. È chiaro poi che i record di Nadal (8 Monte Carlo, 7 Roma e 8 Roland Garros) potranno essere battuti in un’altra era del tennis.

Considerando ora queste statistiche, cosa significa questo per Novak Djokovic? Il passo dalla sua condizione di campione allo status di leggenda della terra battuta è veramente breve. Ha già in bacheca due titoli a Roma, quindi l’eventuale seconda affermazione a Monte Carlo lo farebbe diventare il sesto giocatore vincere i due Master per due volte. Se poi arrivasse il titolo al Roland Garros, il nostro Nole diventerebbe l’undicesimo tennista a ottenere la Tripla Corona anche senza vincere nessun torneo di avvicinamento allo slam parigino. Se quest’anno vincesse Monte Carlo e Parigi sarebbe il sesto membro del club a vincere i due tornei nello stesso anno e l’anno prossimo potrebbe affiancare Nadal, Borg e Lendl tra i tennisti che hanno vinto due Triple Corone.

Al tennista di Belgrado manca davvero poco per superare il confine tra un buon giocatore e una leggenda della terra battuta. E il 2014 


Nessun Commento per “DJOKOVIC E IL SOGNO DELLA TRIPLA CORONA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • AMERICANI E TERRA BATTUTA: WHAT’S THE PROBLEM? La vittoria di Jack Sock a Houston è la quinta di un americano negli ultimi dieci anni nel torneo texano. Ma non deve ingannare. Gli americani non riescono a fare bene sulla terra battuta […]
  • RAFA NADAL: “ANCHE FEDERER HA VISSUTO MOMENTI BUI” Il numero 4 del mondo, a margine di un convegno sui valori dello sport, parla dei suoi risultati deludenti e del momento negativo che sta vivendo nella porzione di stagione che gli ha […]
  • FEDERER ED IL BILANCIO IN ROSSO Statistiche alla mano, ora come ora, il miglior giocatore sulla terra rossa dopo Rafael Nadal è Roger Federer, forte di dieci vittorie, tra cui il Roland Garros e sei Master 1000
  • LLEYTON HEWITT E IL CLUB DEL 3×100 Il tennista di Adelaide, ormai un veterano del circuito, è a un passo dall’ingresso nell’esclusivo club dei giocatori che hanno ottenuto 100 vittorie su tutte le superfici. Gli mancano […]
  • NOVAK DJOKOVIC: “NADAL MI HA AIUTATO A ESSERE CIÓ CHE SONO” Il numero 1 del mondo torna a Madrid a distanza di tre anni dalla sua ultima apparizione. E in un’intervista a Marca confessa: “Il mio più grande risultato è essere diventato padre”.
  • MASHA, UNA MUCCA DIVENTATA TIGRE La Sharapova, con la vittoria a Stoccarda, ha ottenuto la sua ottava vittoria sulla terra battuta, la sesta negli ultimi tre anni. E con degli espedienti tattici e tecnici sembra una delle […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.