DJOKOVIC: “FAREMO VALERE IL NOSTRO SPIRITO DI SQUADRA”

TENNIS - Prende il via domani alla Belgrade Arena la finale di Coppa Davis tra Serbia e Repubblica Ceca. Djokovic, faro della squadra serba, è pronto alla sfida: "Sto attraversando un grande momento, ho molta fiducia. Combattere per il titolo in casa è una grande opportunità"
giovedì, 14 Novembre 2013

Tennis. Scatta domani la la finale di Coppa Davis tra Serbia e Repubblica Ceca, ultimo appuntamento stagionale del tennis maschile. I serbi, guidati da un Novak Djokovic in grandissimo spolvero, appena laureatosi Maestro per la terza volta in carriera e reduce da 22 vittorie consecutive, attendono i campioni in carica cechi alla Belgrade Arena (15.500 posti). Non ce la fa Janko Tipsarevic, che non è riuscito a recuperare dall’infortunio al piede; al suo posto il capitano Obradovic ha chiamato Dusan Lajovic (n. 117).

A tre anni di distanza dal suo ultimo – e unico – successo, la Serbia proverà a riprendersi l’insalatiera davanti al proprio pubblico.Dopo la vittoria del 2010 abbiamo un’altra opportunità di combattere per il titolo in casa, ha detto Djokovic. “Speriamo di far valere il nostro spirito di squadra e la nostra esperienza per vincere di nuovo”, ha aggiunto il numero 2 del mondo, protagonista fin qui di un finale di stagione straordinario, che l’ha visto trionfare a Pechino, Shanghai, Parigi e Londra. “Ho vinto un sacco di partite e molti tornei ultimamente”, ha detto Nole. “Sono pieno di fiducia e questo ovviamente mi aiuterà ad esprimermi meglio in campo”.

Il pericolo pubblico numero 1 si chiama Tomas Berdych. Il 28enne originario di Valasske Mezirici e Radek Stepanek hanno guidato la compagine ceca alla vittoria del titolo lo scorso anno. Certo, gli head-to-head dicono che Nole è in netto vantaggio negli scontri diretti col numero 7 del mondo (14-2), ma sottovalutare Berdych, soprattutto in una partita di Coppa Davis, potrebbe essere un errore imperdonabile: Tomas è uno dei migliori tennisti al mondo da molti anni”, ha detto Djokovic. “È stabilmente tra i top 10, ama giocare sul duro e anche se non ci ho mai perso [sul duro; le uniche due sconfitte subite sono arrivate sull’erba di Wimbledon nel 2010 e sulla terra di Roma quest’anno] abbiamo avuto un paio di match lunghi e lottati”.

Il primo a scendere in campo sarà proprio Novak Djokovic, opposto a Radek Stepanek (head-to-head 8-1 in favore del serbo); poi toccherà a Lajovic – alla sua seconda apparizione in Davis -, che se la vedrà con Tomas Berdych. Il doppio potrebbe risultare decisivo, con Bozoljac e Zimonjic alle prese sabato con Hajek e Rosol. Il duo serbo quest’anno ha battuto i gemelli Bryan (15-13 al quinto set) nei quarti di finale contro gli USA, mentre in semifinale si è arreso alla coppia canadese formata da Pospisil e Nestor (vincitori per 10-8 sempre al quinto set). Stavolta però la posta in palio è ben più alta.


Nessun Commento per “DJOKOVIC: "FAREMO VALERE IL NOSTRO SPIRITO DI SQUADRA"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.