DJOKOVIC A FATICA CON ANDUJAR

Indian Wells (California) – In una super giornata che vedeva in campo tutti gli ottavi di finale del tabellone, è toccato al numero 1 del mondo Novak Djokovic aprire il programma sul campo centrale, offrendo una prestazione a due facce contro lo spagnolo Andujar. Il punteggio finale, 6-0 6-7 6-2 è la chiara dimostrazione di […]
giovedì, 15 Marzo 2012

Indian Wells (California) – In una super giornata che vedeva in campo tutti gli ottavi di finale del tabellone, è toccato al numero 1 del mondo Novak Djokovic aprire il programma sul campo centrale, offrendo una prestazione a due facce contro lo spagnolo Andujar. Il punteggio finale, 6-0 6-7 6-2 è la chiara dimostrazione di un match dai due volti, giocato ai limiti della perfezione nel primo set dal serbo che nel secondo set si è distratto e ha lasciato spesso l’iniziativa in mano dello spagnolo, prima di riprendere il controllo del match nel set decisivo.

Troppo falloso Andujar in apertura, non abituato a gestire l’emozione di grandi palcoscenici, ha regalato molto soprattutto col dritto, mettendo in campo solamente il 33% di prime. Djokovic dal canto suo è stato ordinato, diligente, ha servito bene ed ha mantenuto alto il ritmo degli scambi da fondo campo, sfruttando tutte le occasioni avute.
Dopo un primo set dominato, tuttavia, Andujar limiterà pian piano il numero di gratuiti, iniziando a spingere con il dritto e ad innalzare le percentuali di prime in campo, comandando spesso il gioco e procurandosi lui le migliori occasioni di strappare il servizio al serbo nei giochi iniziali del parziale (ben sette palle break nei primi tre giochi). L’esito del set sarà così rimandato al tie-break, dove Andujar volerà 6-3, fallirà entrambi i set point col servizio a disposizione, ma sfrutterà il terzo, rimandando al terzo le set del parziale.
Nel terzo, come detto, Djokovic ritroverà i giusti automatismi che lo avevano portato a conquistare in scioltezza il primo parziale, breakkando Andujar già nel gioco d’apertura e conservando il break di vantaggio per tutto il parziale, chiudendo poi 6-2 grazie ad un nuovo break nel settimo gioco.

Il serbo affronterà nei quarti di finale il sorprendente Nicolas Almagro, che ha sconfitto, contro pronostico, sia per l’esito che per i modi, il ceco Tomas Berdych, settima testa di serie, con il punteggio di 6-4 6-0. Poco da dire sull’incontro, in assoluto controllo dello spagnolo dopo un primo set deciso da un solo break al settimo gioco. C’era curiosità alla vigilia di questo match dopo lo spiacevole episodio capitato a Melbourne (Berdych rifiutò di stringere la mano allo spagnolo). I due, quest’oggi, si sono regolarmente e cordialmente salutati con una stretta di mano a fine incontro.

BENE RAFA E ISNERRafael Nadal si è sbarazzato in due set dell’ucraino Dolgopolov con il punteggio di 6-3 6-2. Lo spagnolo ha giocato un buon match, sfruttando i numerosi errori gratuiti del giocatore ucraino apparso nervoso e per larghi tratti fuori dal match. Non sono bastati a Dolgopolov alcuni rari sprazzi di gran tennis per provare ad impensierire un giocatore quest’oggi così solido come Nadal. Nel primo set Nadal guadagnerà il break in apertura, controllando agevolmente le sorti del parziale, annullando tre palle break nel momento in cui era chiamato a servire per chiudere il set. Il secondo parziale è stato una pura formalità per lo spagnolo che conquistato il break in avvio ha poi dilagato con un Dolgopolov apparso sempre più sfiduciato. Nadal affronterà nei quarti l’argentino David Nalbandian.

Tra gli altri risultati di giornata, sempre in apertura di programma, si è registrato il successo di John Isner ai danni del qualificato australiano Matthew Ebden, regolato con un break per set, concedendo poco o nulla al servizio: chiuderà con il punteggio di 6-4 7-5.


Nessun Commento per “DJOKOVIC A FATICA CON ANDUJAR”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.