NADAL SUBITO A CASA, OK DJOKOVIC. SEPPI, CHE RIMONTA

Nadal cede in tre set a Doha contro il numero 127 Berrer. Il serbo impiega meno di un'ora per battere Lajovic, ok anche Berdych. Seppi spende in campo invece quasi tre ore per piegare Mayer, testa di serie numero otto. A Brisbane subito fuori il campione in carica Hewitt, mentre a Chennai, una buona prova non è sufficiente all'azzurro Luca Vanni

Brisbane internacional. Termina al primo ostacolo la corsa di Lleyton Hewitt al Brisbane Internacional. L’ex numero uno, che nel primo torneo della stagione difendeva il titolo vinto lo scorso anno in finale su Roger Federer, si è arreso senza opporre troppa resistenza al connazionale e, talvolta, compagno di doppio, Sam Groth. Il gigante di Narrandera, famoso per detenere il record non riconosciuto per il servizio più veloce di sempre (263 km/h, registrato però in un challenger) e per essere stato sposato con Jarmila Gaydosova, non ha avuto troppi problemi per sovrastare con un perentorio 6-3 6-2 il 33enne di Adelaide, incapace di arginare la battuta di Groth e poco incisivo con i suoi colpi di inizio giochi. La caduta costerà molte posizioni a Hewitt, che ha iniziato l’anno al numero 84 del ranking Atp. Negli altri match, si segnala l’uscita di scena dell’altro australiano Marinko Matosevic, battuto da Steve Johnson per 2-6 7-6(0) 7-5. A tenere alto l’onore dei “canguri” ci ha pensato la wild card John Millman, che piegando 6-3 6-1 Rhyne Williams, si è assicurato il diritto di sfidare Roger Federer, in quello che sarà l’esordio nel 2015 del 17 volte campione di Slam. Per quanto riguarda le teste di serie impegnate nella giornata di oggi, il bilancio è di una vittoria ed una sconfitta, con il successo di Alexander Dolgopolov 6-3 6-2 su Carlos Berlocq e l’uscita di scena del quinto favorito Kevin Anderson, piegato dal 32enne polacco Lukasz Kubot con il punteggio di 7-6(3) 6-4. Il tennista esteuropeo non batteva un top 20 dal 2012, quando a Gstaad ebbe la meglio su Marcel Granollers.

Brisbane Internacional – Primo turno 

S Johnson defeats M Matosevic 26 76(0) 75
S Groth defeats L Hewitt 63 62
L Kubot defeats (5)K Anderson 76(3) 64
J Millman defeats R Williams 63 61
M Kukushkin defeats M Copil 64 46 64
(7)A Dolgopolov defeats C Berlocq 62 63
J Nieminen defeats D Kudla 46 61 64
M Klizan defeats J Melzer 67(5) 76(6) 61

Exxonmobile Qatar Open. Inizia nel migliore dei modi, come era ampiamente prevedibile, il 2015 di Novak Djokovic, che impiega appena 59 minuti, per sbarazzarsi del connazionale Dusan Lajovic con un comodo 6-2 6-1. Solida prova condotta a velocità di crociera per il numero uno del mondo, apparso subito in palla e pronto per vincere fin da subito in questa stagione. Con il successo odierno, si allunga a 10 la striscia di vittorie consecutive di Djokovic. Il suo prossimo avversario sarà l’ucraino Sergiy Stakovskhy. Tutto sommato comodo anche l’esordio per la testa di serie numero 3 Tomas Berdych, che nel match che ha aperto il programma sul campo centrale, si è imposto in maniera netta sull’uzbeko Denis Istomin con il punteggio di 6-1 6-4 in un’ora e due minuti di gioco.

Chi invece è ancora lontanissimo dalla condizione migliore è Rafael Nadal, che fallisce miseramente il suo tentativo di difendere il titolo conquistato a Doha nel 2014, cedendo al primo turno contro il qualificato tedesco Michael Berrer, 34enne tedesco, numero 127 della classifica mondiale. Lo spagnolo, dopo aver dominato agevolmente il primo set, perde all’improvviso tutta la sua solidità ed inizia a giocare corto, commettendo un gran numero di errori gratuiti, soprattutto con il rovescio. Il tedesco ha così preso in mano la situazione, iniziando a spingere a tutta, agevolato dal ritmo basso impresso agli scambi dallo spagnolo. Un break per set è sufficiente all’ex allievo di Claudio Pistolesi per centrare la più prestigiosa vittoria della carriera, con un 1-6 6-3 6-4, maturato in quasi due ore di gioco e finalizzato dopo aver annullato tre palle del controbreak a Nadal, nel decimo gioco del terzo parziale. In vista dell’Australian Open, Rafa deve necessariamente recuperare una condizione migliore, se vuole avere qualche possibilità di vincere il suo 15esimo slam in carriera.

Si apre invece nella maniera a lui più congeniale il 2015 di Andreas Seppi. L’altoatesino infatti, viene a capo di un’autentica maratona contro la testa di serie numero 8 Leonardo Mayer, confermando ancora una volta le sue straordinarie doti di fighters, più volte emerse nel corso della carriera. In due ore e 44 minuti di gioco, il 30enne di Caldaro riesce ad avere la meglio sul tignoso argentino per 5-7 7-6(4) 7-6(4), pur senza mai togliere la battuta al proprio avversario. Una prova estremamente solida in battuta ed una condotta di gara eccellente nei due tiebreak, ha permesso a Seppi di iniziare al meglio la sua stagione. Ora per lui l’incrocio con uno tra Jaziri e Sousa.

Aircel Chennai Open. In India, è veramente sfortunata la prima partita nel tabellone principale di un torneo Atp di Luca Vanni. Il tennista toscano, numero 148 dell’anno, entrato nel main draw passando dalle qualificazioni, disputa un gran match contro il talentuoso lituano Ricardas Berankis, ma deve arrendersi per 6-1 2-6 7-5 in un’ora e 48 minuti di gioco, nonostante gli undici ace messi a referto. Il buon esordio nel circuito maggiore è comunque una buona notizia per il 29enne azzurro, che dopo un eccellente 2014 a livello futures e challenger, quest’anno punto al salto decisivo, con l’obiettivo dichiarato di entrare nei primi 100 giocatori del mondo.

Seguono aggiornamenti

 


Nessun Commento per “NADAL SUBITO A CASA, OK DJOKOVIC. SEPPI, CHE RIMONTA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • SUBITO IN CAMPO I BIG THREE Il 2015 del circuito Atp inizia col botto e con tutti i magnifici tre in campo. Nadal difenderà il titolo a Doha dall’assalto di Djokovic, mentre Federer torna Brisbane dopo la finale […]
  • RANKING ATP, COLPO RAONIC E BERDYCH Canadese e ceco si piazzano rispettivamente al quarto e quinto posto della classifica mondiale scalzando Nishikori e Nadal, che non usciva dalla top ten da maggio 2005. Bene gli italiani, […]
  • DJOKOVIC CONTRO FEDERER, LA RIVINCITA Finale maschile al Bnp Paribas Open di Indian Wells in programma alle ore 21.00 italiane. Djokovic cerca di confermarsi campione e il poker nel deserto, Federer vuole vendicare la […]
  • MIAMI, SONY OPEN: IL TABELLONE MASCHILE Nadal e Djokovic con un cammino agevole fino agli ottavi. Rafa attende Del Potro ai quarti e Wawrinka in semi, Nole uno tra Murray e Tsonga prima del possibile remake di Indian Wells con […]
  • MADRID OPEN. NADAL SENZA PROBLEMI, OK BERDYCH E MURRAY Tennis. Debutto nel Madrid Open per Rafael Nadal: senza problemi lo spagnolo ha eliminato 6-1 6-0 Juan Monaco. Procede anche la marcia di Berdych che ha sconfitto 6-1 6-4 Kevin Anderson. […]
  • IW UOMINI: DJOKOVIC CON MURRAY, FEDERER CON NADAL Sorteggiato il tabellone del primo master 1000 della stagione. Nella parte alta, possibile rivincita della finale australiana in semifinale, nella metà inferiore potremmo invece ritrovare […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.