DJOKOVIC, SFIDA-SOGNO CON SAMPRAS

Il serbo numero 1 del mondo si candida ad un match di esibizione con il suo idolo ed ex leader Atp Pete Sampras. Per ora è solo un sogno, ma nulla esclude il fatto che possa diventare realtà, prima o poi
giovedì, 15 Marzo 2012

Al momento sembra sia solo un sogno quello del numero 1 del mondo Novak Djokovic. Il serbo ha rivelato che se potesse scegliere un giocatore da sfidare in un incontro di tennis, non avrebbe dubbi nell’indicare Pete Sampras come suo rivale. Novak, al momento impegnato nel Masters 1000 di Indian Wells, torneo in cui difende il titolo conquistato lo scorso anno, non ha mai nascosto come il suo idolo sia sempre stato Pete Sampras, e l’idea di poter giocare contro lo statunitense lo attira particolarmente.

“Sarei contentissimo di poter rispondere a quel servizio. E’ stato il mio idolo, ed ho avuto il privilegio di incontrarlo qualche volta e di parlarci di tennis. Mi ha dato dei consigli molto importanti, grazie alla sua esperienza come numero 1 del mondo, e soprattutto grazie alla sua capacità di rimanere in alto per molto tempo. E’ stata un’esperienza molto importante per me quella di potermi sedere davanti a lui e di poterci parlare. Sfortunatamente non ho mai avuto la possibilità di poter giocare un match ufficiale con lui. Ma almeno un incontro di esibizione sarebbe una grande soddisfazione.”

Quasi parole d’amore quelle di Novak Djokovic nei confronti dell’ex campione americano. Considerando la crescente popolarità del serbo, non è comunque da escludere che in un futuro più o meno recente, possa essere organizzato un evento di esibizione in cui i due possano incontrarsi.

Per il momento il serbo può già vantare una stagione su livelli probabilmente mai raggiunti dallo statunitense, anche se il numero di successi totali ottenuti da quest’ultimo è, almeno per ora, ancora molto lontano per ‘Nole’.

Nel 2011 Djokovic ha vinto ben 5 Masters 1000 (Indian Wells, Miami, Madrid, Roma, Canada), oltre a 3 tornei del Grande Slam (Australian Open, Wimbledon e U.S. Open), con appena 6 sconfitte stagionali.

Sampras non è mai andato oltre ai tre Master Series vinti in una stagione (nel 1994 vinse Indian Wells, Miami e Roma). Non ha mai ottenuto la “tripletta Slam”, pur facendo una doppietta in quattro differenti occasioni (Wimbledon-U.S. Open nel 1993 e nel 1995, Australian Open-Wimbledon nel 1994 e nel 1997). Inoltre ha sempre perso almeno 8 incontri in tutte le stagioni della sua carriera (era il 1999).

Chiaramente, come detto, al momento le due carriere non sono paragonabili, con Sampras che ha vinto per 7 volte il torneo di Wimbledon in 8 stagioni (record che difficilmente sarà eguagliato negli anni a venire). Roger Federer, per esempio, potrebbe arrivare a 7 titoli come lui, ma, anche riuscisse a raggiungere il traguardo in questo 2012, lo avrebbe fatto in un arco di tempo di 10 stagioni. Sono 14 i titoli dello Slam totali vinti dell’americano in una carriera che lo ha visto chiudere ben 6 stagioni al numero 1 del mondo (altro record).

Djokovic non è nemmeno a metà dell’opera, avendo vinto 5 tornei Major ed avendo chiuso solo una stagione al numero 1 delle classifiche mondiali. Ma mantenendo (o almeno avvicinando) l’andatura del 2011, sicuramente il campione serbo a fine carriera potrà confrontare i suoi numeri con quelli di Pete, e magari, in qualche caso, anche superarli.

Intanto il serbo si accontenta di proporsi come avversario di Sampras in un match di esibizione che metterebbe a confronto il miglior tennista degli anni ’90 (Sampras) e, forse, degli anni ’10 del terzo millennio (Djokovic). Ma questo dipenderà solo dai risultati che il serbo riuscirà ad ottenere nelle prossime stagioni…


Nessun Commento per “DJOKOVIC, SFIDA-SOGNO CON SAMPRAS”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.