DJOKOVIC E SERENA, SPORTIVI DELL’ANNO? RODDICK E DIVAC DICONO CHE…

Serena Williams e Novak Djokovic in lizza per "lo sportivo dell'anno 2015", eletti da Sports Illustrated: ecco il parere di due opinionisti d'eccezione
domenica, 13 Dicembre 2015

Tennis. Due opinionisti d’eccezione, l’ex cestista serbo Divac per Novak Djokovic e l’ex n.1 del mondo Andy Roddick per la connazionale Serena Williams. Entrambi spiegano il perché, tramite le pagine di Sports Illustrated, meriterebbero di conquistare l’ambito titolo di sportivo dell’anno 2015, secondo la famosa rivista a stelle e strisce.

Partiamo da Serena, ecco cosa dice di lei e del suo anno magico Roddick: “Ciò che ha fatto non ha nulla di nuovo rispetto al passato, ma col trascorrere degli anni ciò assume ancor più valore, man mano che invecchia ogni sua vittoria ha maggiore importanza. Anche perché, ormai da tempo più i suoi numeri di Slam crescono e più vive nell’ombra di grandi del passato quali Navratilova, Evert o Graf”.

Andy prosegue parlato del mancato Grande Slam: “Quello che è successo a New York non cancella le altre imprese. Se per lei vincere a Wimbledon è ancora “facile”, il successo sulla terra di Parigi ha un significato enorme per una battitrice come lei”.

Passiamo a Nole e a ciò che pensa di lui il connazionale Divac: “Conosco da oltre 10 anni Novak durante l’Atp Masters di Madrid: mi ero appena ritirato dopo 16 anni di basket, lui era un adolescente, ma avevo già sentito parlare molto bene di lui a Belgrado. Da allora siamo molto amici ma le nostre vite così dense di impegni non ci permettono una grande frequentazione. Recentemente però sono diventato Capo del Comitato Olimpico della Serbia. Ha partecipato a due Olimpiadi e spero che vincerà l’oro per la Serbia ai Giochi di Rio nel 2016“. 

Divac parla di ciò che Djokovic rappresenta per il suo Paese: “Per tanti anni la Serbia ha avuto ben poco di cui andar fieri, lui con i suoi risultati e la sua etica del lavoro ci è riuscito, con grande professionalità e grande merito riconosciuto in tutto il mondo. Mi ricorda Michael Jordan, contro cui ho giocato: hanno qualcosa in comune, una luce negli occhi che si accende solo in chi ha quel tipo di mentalità vincente“.

Divac loda in particolare l’uomo: “Dove lui si reca, quella lingua parla. In Cina parla cinese, a Roma in italiano, a Parigi in francese. Lui ha una fondazione, aiuta i bambini, si prodiga per i più bisognosi: ha vissuto da piccolo la guerra, conosce la parola sofferenza. Per me come uomo e sportivo è il n.1 in assoluto, perché prova sempre a migliorarsi in tutto quello che fa”. 


Nessun Commento per “DJOKOVIC E SERENA, SPORTIVI DELL'ANNO? RODDICK E DIVAC DICONO CHE...”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.