DJOKOVIC SUL TORNEO DI DUBAI: “MERITA DI ESSERE UN MASTER 1000”

A pochi giorni dall'inizio di uno dei tornei più amati del circuito, Nole ammette il suo amore per questa manifestazione.
giovedì, 19 Febbraio 2015

Tennis – Ci sono tornei che entrano nel cuore di alcuni tennisti per i ricordi che questi suscitano: vittorie, scambi memorabili, siparietti divertenti, ma il torneo non è solo questo: l’organizzazione di una manifestazione come un Master 500 o un Master 1000 (per non contare i 4 Slam) non è certo una cosa semplice. Dalla pulizia, al montepremi passando per la gentilezza di organizzatori e raccattapalle, se chiedete a Novak Djokovic quale sia un torneo che meriterebbe maggiore considerazione, lui vi risponderebbe indubbiamente quello di Dubai:

Ci sono sette o otto dei primi 10 giocatori che partecipano a questo evento e questo la dice lunga. Stanno facendo un ottimo lavoro per attrarre i migliori giocatori del mondo. Le persone qui sono molto gentili, soprattutto le persone che si occupano di organizzazione qui, e sembra sempre di essere a casa”.

Roger Federer è stato uno dei precursori di questo torneo e ci partecipa regolarmente così come Andy Murray:  tre dei Big Four saranno presenti qui quest’anno. Rafael Nadal, l’altro membro del quartetto d’elite, ha preferito il Sudamerica dato il suo grande feeling con la terra rossa, attualmente sta disputando il torneo di San Paolo, in Brasile.

Dei  tornei 500, è sempre il più duro dell’anno“, ha detto Murray, che sta tentando l’ennesimo di vincere un torneo che dal 2003 è stato dominato da Federer (sei volt) e  Djokovic (quattro volte) e Nadal (una volta).  L’unico esterno a questi tennisti sopra citati a portare a casa il titolo di questi ultimi 12 anni è stato Andy Roddick nel 2008, quando ha battuto Nadal nei quarti di finale e Djokovic in semifinale.

Djokovic ha sostenuto la promozione del torneo di Dubai da Master 500 a Master1000, la classificazione più alta a parte un Grande Slam. E’ il Master 500 preferito dai giocatori e ha vinto l’ ATP World Tour 500 Tournament of the Year ogni anno dal 2003, salvo nel 2007quando fu la volta del torneo di Acapulco.

Sicuramente merita di essere un Master 1000, a mio avviso”, ha detto Djokovic. “Penso che molti dei migliori giocatori sarebbero d’accordo con questo fatto perché è un evento davvero importante, ed ha anche un grande potenziale. Non conosco un solo giocatore che ha giocato qui e ha un ricordo negativo sul torneo. Al contrario, tutti si augurano che questo torneo possa essere giocato per un po’ più di tempo come accade ad Indian Wells e Miami. La gente qui ama il tennis. C’è un sacco di partecipazione, un sacco di persone che vengono a guardare l’evento “.

La proposta è stata lanciata, anche se non in maniera ufficiale.


Nessun Commento per “DJOKOVIC SUL TORNEO DI DUBAI: "MERITA DI ESSERE UN MASTER 1000"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • DUBAI ANNUNCIA: “4 TOP 10 NEL 2019”. CI SARÀ ANCHE FEDERER? Il torneo di Dubai rappresenta uno dei 500 più prestigiosi del circuito, nonostante la brutta edizione di quest’anno
  • FEDERER: “POSSO TORNARE NUMERO UNO” TENNIS – Lo svizzero è soddisfatto della sua condizione e si dice pronto ad una grande annata. Ha parlato anche Djokovic, dichiarando di sentirsi meglio rispetto allo scorso anno dal punto […]
  • MURRAY, UNA VITTORIA DI NERVI Il successo ottenuto contro Djokovic nel torneo degli Emirati galvanizza lo scozzese: "La fiducia in se stessi in uno sport come il tennis è fondamentale e il match di questa notte mi ha […]
  • LA DELUSIONE DI TSONGA Il francese n.5 del ranking è stato sconfitto nei quarti di finale di Dubai dall’argentino Del Potro. "Non mi ha lasciato chance, ha meritato la vittoria", ha detto Jo-Wilfried, affranto, […]
  • FEDERER SI PREPARA PER L’ANNO D’ORO Roger Federer sta per tornare in campo, dopo il periodo di vacanza che si è preso al termine del torneo di Miami. "Posso ancora riprendermi il n.1" ha detto
  • SARÀ SUBITO FEDERER-NADAL I due, inseriti nel Gruppo B delle 'Finals' con Tsonga e Fish, daranno vita già dalla prima fase alla riedizione della finale dello scorso anno. Gruppo A invece per Djokovic, Murray, Ferrer e Berdych

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.