DONNA VEKIC E LE ALTRE GIOVANISSIME

Non sono tante ma sono agguerrite e pronte a rubare la scena alle migliori. Sono le teenagers del tennis femminile. Una di loro ha appena trovato la prima affermazione in un torneo Wta e le altre sono pronte a seguirne le orme nella speranza di arrivare nella top ten mondiale.

Tennis – Dodici nomi, dodici talenti. Dodici giovanissime tenniste attualmente sono classificate tra le prime duecento del mondo. Tutte talentuose, tutte affamate, tutte ambiziose di raggiungere l’obiettivo da poco centrato da Donna Vekic, che ha ottenuto da qualche giorno il suo primo titolo Wta.

E proprio la tennista croata è la prima di una lunga schiera atlete nate nel o dopo il 1995, che costituiscono a tutti gli effetti il futuro del tennis femminile. Donna è nata il 28 giugno 1996 a Osijek, nella Croazia interna e al momento è numero 65 del mondo. Nel circuito junior ha ottenuto come migliori risultati un quarto di finale a Wimbledon nel singolare e una semifinale al Roland Garros in coppia con Aliaksandra Sasnovich. Ma la biondina sembra voler fare anche meglio tra le grandi. I suoi risultati stanno creando numerose aspettative attorno a lei. La finale raggiunta a Tashkent (Uzbekistan) nel 2012,  il secondo turno raggiunto agli Australian Open 2013 e la finale persa da Daniela Hantuchova a Birmingam sempre nel 2013 le hanno permesso di farsi trovare pronta ad appuntamenti di un certo livello. E così, qualche giorno fa, Dominika Cibulkova si è fatta sorprendere in tre set permettendo a Donna di alzare al cielo il suo primo trofeo Wta.

Donna Vekic rimane purtroppo l’unica teenager a militare nella top 100 Wta. La seconda giovanissima tra le prime 200 è l’americana Victoria Duval, nata il 30 novembre 1995 a Bradenton, in Florida. Victoria si è spinta fino alla la posizione numero 138 del ranking Wta. Nella Itf ha portato a casa il titolo in singolare e in doppio nel challenger di Toronto a novembre 2013. Negli slam, invece, non ha ancora ottenuto grandi risultati, ma nel 2013 è stata la giustiziera di Samantha Stosur. Un buon punto di partenza per dare la caccia alla tip 100.

Al numero 151 del mondo si issa Yulia Putintseva, una tennista del Kazakistan nata il 7 gennaio del 1995. Lei la top 100 l’ha già conquistata raggiungendo la 88° posizione nell’aprile del 2013. Tra il 2011 e il 2012 ha conquistato ben sei titoli Itf (Mosca, Samsun, Kazan, Tjumen, Launceston e Cagnes sur Mer) di cui quattro sul cemento e due sulla terra. Il 2013 rimane il suo migliore anno con il secondo turno conquistato sia a Melbourne sia a Parigi e l’accesso nel tabellone principale a Wimbledon.

Poco dietro, al numero 159, c’è Allie Kiick. Tennista statunitense, risiede ad Aspen, in Colorado ed è nata il 30 giugno 1995. La sua carriera Itf vanta tre titoli in singolare e uno in doppio, ma ancora nessun acuto nel circuito maggiore. Il tempo è dalla sua parte com’è anche dalla parte della ceca Katerina Siniakova, attualmente alla posizione numero 167 del ranking Wta. La tennista nata il 10 maggio 1996 è stata numero 2 del mondo juniores, ha vinto il Trofeo Bonfiglio 2012 e raggiunto la finale dell’Orange Bowl. Nel 2013 ha perso all’ultimo atto l’Australian Open consolandosi con tre slam consecutivi (Roland Garros, Wimbledon e Us Open) in coppia con Barbora Krejcikova. Ha inoltre vinto quattro tornei Itf tra marzo e novembre 2013 (Frauenfeld, Westend, Budapest e Zawada).

Dalla Russia proviene, invece, Victoria Kan. L’attuale numero 167 del mondo, nata il 3 agosto 1995, ha vinto già ben sedici tornei Itf, di cui 10 nel singolare e 6 nel doppio e ha esordito in Fed Cup nel febbraio di quest’anno. Otto posizioni più indietro, posizione numero 175 c’è la tedesca Carina Witthoeft, anch’ella classe 1995, nata il 16 febbraio. Carina ha in bacheca 4 titoli Itf e due partecipazioni al tabellone principale di Wimbledon 2013 e Australian Open 2014.

La prima australiana under 20 in classifica Wta è Ashleigh Barty, nata il 24 aprile 1996. La tennista originaria di Ipswich detiene già un buon numero di titoli e fa parte della nazionale australiana di Fed Cup, dove gioca il doppio in coppia con Casey Dellacqua. Le due hanno persino sfiorato la vittoria dello slam di casa nel 2013, quando hanno perso anche le finali di Wimbledon e New York. Per quanto riguarda il singolare, la giovane Ashleigh ha vinto 4 tornei Itf, raggiunto il primo turno agli AusOpen nel 2012, 2013 e 2014, il primo turno a Wimbedon nel 2012 e il secondo turno a Parigi e New York nel 2013.

Al numero 189 della classifica troviamo un’altra americana, Sachia Vickery, vincitrice di un titolo Itf in doppio e dell’Usta National Junior Championship nel 2013. Tennista da veloce, la ragazza nata a Hollywood l’11 maggio 1995 ha raggiunto il secondo turno allo Us Open 2013 e il primo turno all’Australian Open 2014.

Lasciamo gli Stati Uniti per tornare nel Vecchio Continente. L’estone Anett Kontaveit ha ottenuto ottimi risultati a livello juniores, vincendo l’Orange Bowl nel 2012 e facendo quarti a Parigi, semifinale a Wimbledon e finale a New York nello stesso anno. Ha vinto anche 4 titoli Itf ed è parte integrante della nazionale estone di Fed Cup, dove ha giocato dieci match vincendone 2.

Rimanendo in Europa, chiudono questa breve rassegna delle migliori giovanissime un’olandese, Indy De Vroome (196), nata il 21 maggio 1996 e la croata, l’unica classe 1997 del gruppo, Ana Konjuh. Nata a Ragusa, in Sicilia, il 27 dicembre (la si potrebbe tranquillamente definire una ‘98) la giovanissima croata, attuale numero 198 del mondo, ha vinto l’Orange Bowl del 2012, l’Australian Open e lo Us Open del 2013 a livello juniores, issandosi alla posizione numero 1 del ranking. A livello Itf ha vinto un torneo e perso due finali.

Non è ancora il momento di fare proclami per queste ragazzine terribili. Ma se gli allenamenti saranno costanti e la testa sulle spalle, molte di queste ragazze potrebbero un giorno colonizzare quantomeno la top 20 del tennis mondiale. I numeri ci sono e il talento anche. Sta a loro trovare la condizione mentale giusta per affrontare i necessari step verso il successo.


Nessun Commento per “DONNA VEKIC E LE ALTRE GIOVANISSIME”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Maggio 2018

  • Nadal senza limiti. Continua a primeggiare il n.1 del mondo, in barba agli infortuni, al nuovo che avanza e anche ai suoi quasi 32 anni. Un fenomeno che si nutre di "mattone tritato".
  • Gli Internazionali di un tennista romano. Nascere ad un passo dal centrale del Foro Italico, scrutarlo, sognarlo e riusicire a calcarlo da beniamino del pubblico. "Core de Roma" Pistolesi racconta il suo sogno diventato realtà.
  • In America qualcosa si muove. I tornei d'oltreoceano giocati a Indian Wells e Miami hanno mostrato un panorama tennistico in movimento, in cui le certezze dei campionissimi traballanno e cominciano a intravedersi sprazzi di futuro.