DUSTIN BROWN: “VOGLIO SOLO GIOCARE BENE. NON INTRATTENERE IL PUBBLICO”.

Il tedesco è considerato uno degli showman dell’Atp. Ogni sua partita è garanzia di spettacolo, imprevedibilità e giochi di prestigio. Ma lui dice di essere interessato solo a giocare bene, non a dare spettacolo. C’è qualcuno che gli crede?
mercoledì, 20 Luglio 2016

Tennis – Il suo repertorio di colpi sembra infinito. Chiunque lo abbia visto all’opera, dal vivo o in tv, sarà sicuramente rimasto impressionato dalla grande capacità di Dustin Brown di dare spettacolo. E in effetti sono in tanti quelli che lo considerano come il vero showman dell’Atp.

Il suo look non è fatto per passare inosservato. Il tennista giamaicano di nazionalità tedesca, di teutonico ha veramente poco. Non è biondo ma ha i dradlocks, non ha gli occhi chiari ma neri, non è di carnagione chiara ma di colore. E non è nemmeno un tennista solido e centrato come ci si attenderebbe da uno sportivo di provenienza germanica. Anzi, è uno di quelli talentuosi, con una manina raffinatissima e con una capacità straordinaria di complicarsi la vita in campo, di rendere le cose sempre più difficili e anche di rendere difficile la vita agli avversari.

Dustin Brown è un autentico spettacolo in campo, uno di quelli per cui vale sempre la pena di pagare il biglietto. Peccato solo che lui non sia d’accordo con l’essere considerato un vero intrattenitore: “Mi interessa soltanto giocare bene a tennis. Non voglio intrattenere il pubblico” ha detto a tennisportalen.se.

La magia, in puro stile Brown, la tira fuori nella dichiarazione successiva, quando prende le distanze da altri showman dell’Atp, che a suo dire giocherebbero più per lo spettacolo che per la vittoria: “Capisco che la gente si diverte con giocatori come Monfils e Kyrgios, ma non siamo tutti così. I giocatori non lo fanno deliberatamente. Non è una cosa per la quale ci si allena, sono istinti, non qualcosa di preparato”. Su questa posizione non si può non essere d’accordo. Per intrattenere ci vuole talento, così come ce ne vuole per giocare a tennis. Ed è vero che Nick Kyrgios e Gael Monfils sono due reali esponenti del “tennis entertainment”, ma non risulta facile capire come un tennista come Dustin Brown voglia chiamarsi fuori da questa nicchia: “La gente mi chiede spesso del mio gioco e del mio stile. Ma io cerco solo di fare il mio lavoro e di vincere le partite di tennis”. Parole che sembrano dette da un vero tedesco, uno di quelli biondi e con gli occhi chiari. Parole che dette da uno come Dustin Brown da Celle (Bassa Sassonia) sollevano un nuovo interrogativo sul personaggio. Siamo sicuri che non sia anche un attore? Siamo in democrazia e le opinioni personali possono essere espresse, anche se non sempre condivise. Ad ogni modo, a chi volesse vedere una delle performance di Dustin Brown e farsi un’idea sul personaggio e sulla sua abilità innata di dare spettacolo, basterà attendere domani, giorno in cui il tedesco affronterà Thomaz Bellucci al secondo turno del torneo di Gstaad.

Foto: Dustin Brown in una delle sue spettacolari esecuzioni (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “DUSTIN BROWN: “VOGLIO SOLO GIOCARE BENE. NON INTRATTENERE IL PUBBLICO”.”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.