ERRANI LA DURA, MA NON LA VINCE

TENNIS – Sara Errani lotta come una leonessa sul campo 4 della Caja Magica, ma deve arrendersi di fronte al talento e all’intraprendenza della giovane francese Caroline Garcia, che la estromette in tre set agli ottavi di finale del Madrid Open
giovedì, 8 Maggio 2014

Madrid (Spagna). Termina agli ottavi di finale il Mutua Madrid Open del tennis italiano. Dopo la netta sconfitta patita da Roberta Vinci contro la numero tre del mondo Agnieszka Radwanska, il caldo pomeriggio madrileno ha riservato un altro dispiacere al nostro movimento, più inatteso del precedente, con l’uscita di scena di Sara Errani. La nostra giocatrice di punta, che difendeva in questo torneo la semifinale conquistata lo scorso anno, è stata battuta in tre set dalla giovane francese Caroline Garcia per 6-2 4-6 6-3, in due ore e sette minuti di gioco.

Relegata, come la sua compagna di doppio, su uno dei campi secondari dell’impianto della Caja Magica, la Errani si è trovata di fronte una delle giocatrici più in forma del circuito, reduce da 10 vittorie consecutive, dal primo torneo conquistato in carriera a Bogotà e da un best ranking di numero 51 del mondo, che sicuramente non rende ancora giustizia a quelle che sono le potenzialità di Caroline Garcia. Una che tre anni fa, durante il suo match di secondo turno al Roland Garros, quasi vinto contro Maria Sharapova, fece sbilanciare uno solitamente cauto come Andy Murray, che twittò: “La ragazza che sta giocando adesso contro la Sharapova un giorno sarà numero uno del mondo”.

Di fronte a pochissimo pubblico, la 21enne francese si è presentata in campo con il classico atteggiamento della giocatrice in fiducia, spavaldo, ma allo stesso tempo sicuro, con in testa il preciso piano di spingere a più non posso, per togliere ritmo alla Errani, al fine di evitare dispendiosi scambi da fondo campo, che a lungo andare avrebbero sicuramente agevolato la giocatrice romagnola. Pronti via la tennista transalpina metteva insieme un parziale di 12 punti a 4, con la metà dei punti dell’italiana scaturiti da due doppi falli. La partenza da brividi di Sarita rischiava di compromettere definitivamente il primo parziale, quando la Garcia conquistava la palla per portarsi sul 4-0. La nostra rappresentante riusciva però a rialzare la testa con la sua classica tenacia, spingendo l’avversaria ad uno dei pochi errori del suo primo set ai limiti della perfezione. La svolta del parziale arrivava nel quinto game, quando Sara riusciva per la prima volta ad incrinare le certezze della giovane transalpina, grazie alle sue classiche variazioni di traiettoria, mortifere per il rovescio della Garcia. Caroline però si dimostrava perfetta nei momenti importanti ed annullava ben cinque palle break, anche grazie all’apporto di una serie di ottime prime. Su una di queste, la Errani protestava animosamente, per la concessione di un ace piuttosto dubbio, e finiva per innervosirsi, lasciandosi definitivamente scappare di mano il set nel successivo game di battuta.

La Errani è però una delle migliori fighter del circuito ed è capace di lasciare scivolarsi addosso tutti gli eventi negativi che le capitano anche nel corso di un singolo match. Inoltre è dotata di una grandissima intelligenza tattica, che le permette di colmare il gap di potenza anche con le più forti giocatrici del mondo, incrinando le loro certezze, per quanto queste possano essere salde in un momento come quello che sta vivendo la Garcia. Punto dopo punto, game dopo game, la formichina Errani riusciva a conquistarsi le sue occasioni e dopo aver sprecato altre due palle break, nel gioco inaugurale del secondo set, la nostra riusciva finalmente a portarsi avanti nel punteggio, togliendo per la prima volta la battuta alla francese. Un lottatissimo sesto game permetteva alla Garcia di riequilibrare il punteggio alla quinta palla break. L’equilibrio però si rompeva nuovamente nel settimo game, che dava il break decisivo alla nostra.

Il terzo parziale iniziava bene per la Errani, che toglieva ancora la battuta alla Garcia, per la terza volta negli ultimi quattro game di risposta, sfruttando prontamente l’occasione concessale dalla sua avversaria. Purtroppo questa era anche l’ultima palla break conquistata dalla nostra nel corso del match, dato che da quel momento la giocatrice transalpina ingranava una marcia superiore e insostenibile per la nostra, che subiva un parziale di 6 giochi ad uno, senza neanche impensierire eccessivamente la sua avversaria.

Sarita saluta così un torneo a lei molto caro agli ottavi di finale, perdendo un buon numero di punti e fallendo momentaneamente il suo tentativo di tornare tra le prime dieci giocatrici del mondo. Per la Garcia, dopo l’ennesima eccellente prestazione, domani ci sarà la proverbiale prova del nove contro la testa di serie numero tre Agnieszka Radwanska.


1 Commento per “ERRANI LA DURA, MA NON LA VINCE”


  1. renato ha detto:

    Purtroppo i risultati ottenuti l’anno scorso hanno quasi del miracoloso. l’handicap più evidente e notorio è quel servizio così lento e anche poco lavorato . Se non lo migliorerà bisognerà -temo-attendersi un posizionamento dal 15° al 20° posto della classifica wta .


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • ERRANI: “VORREI VEDERE NADAL GIOCARE SU UN CAMPO COSÌ PICCOLO” TENNIS – Sara Errani, dopo la sconfitta subita contro la Garcia, riconosce tutti i meriti della sua avversaria, ma si lamenta per la programmazione, che l’ha costretta a giocare su campo […]
  • IL DERBY A MADRID VA ALLA ERRANI Il derby al secondo turno del Mutua Madrid Open va a Sara Errani che in poco più di un'ora ha la meglio sulla connazionale Francesca Schiavone con il punteggio di 6-3, 6-1. Stadio Arantxa […]
  • WTA: LA STAGIONE ROSSA ENTRA NEL VIVO Da Bogotà fino al Roland Garros: inizia la stagione WTA sulla terra rossa fra favorite ed outsiders si prospettano tornei interessanti e pieni di sorprese con le giovani Garcia e Bouchard […]
  • MADRID: VIKA CON SERENA, AGA CON MASHA TENNIS – È stato sorteggiato il tabellone femminile del Madrid Open. Victoria Azarenka è stata sorteggiata nella metà capitanata da Serena Williams, mentre la Radwanska potrebbe incontrare […]
  • ERRANI-VINCI IN FINALE AL MADRID OPEN! Ottime notizie arrivano dal tabellone del doppio femminile a Madrid. Le nostre ragazze Sara Errani e Roberta Vinci approdano infatti in finale dopo il super tie break giocato oggi contro […]
  • VAMOS “CHICAS”! ERRANI-VINCI CAMPIONESSE A MADRID! Dall'inviato - Le nostre Sara Errani e Roberta Vinci hanno conquistato il titolo del torneo di doppio femminile al Mutua Madrid Open 2014.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.