ERRANI – WILLIAMS: BIOGRAFIA E STATISTICHE

Internazionali BNL d'Italia, note biografiche e migliori risultati in carriera delle due finaliste. La crescita costante della bolognese, alla ricerca di un primo grande successo nel singolare, al cospetto della giocatrice più forte degli ultimi anni, se non di tutti i tempi

TENNIS – Due percorsi così diversi e così emozionanti, un comune denominatore chiamato Internazionali d’Italia. Le due protagoniste di giornata sono Sara Errani e Serena Williams, che tra poche ore si contenderanno la corona di Roma. Da una parte il suggestivo percorso di Sarita, sostenuta dal pubblico di casa, dall’altra il dominio incontrastato dell’americana, che parte con i favori del pronostico anche grazie ai trascorsi in carriera. Ripercorriamo il cammino delle due finaliste.

La 27enne bolognese torna a calcare il palcoscenico di una finale di rilievo dopo due anni. L’ultima occasione per alzare un trofeo prestigioso le capitò a Parigi, quando la cavalcata del Roland Garros venne interrotta sul più bello da Maria Sharapova. La Errani, quindi, dovrà sfruttare un’opportunità particolarmente importante sia per la carriera che per le statistiche del tennis italiano: la classifica mondiale recita undicesimo posto, in attesa dell’esito di oggi pomeriggio e del calcolo di domani. Inoltre, il titolo romano non si colora di azzurro dal 1985, quando Raffaella Reggi sfatò il tabù che durava dal 1950. Un peso non indifferente, quello di un possibile trionfo italiano dopo 29 anni: il pubblico del Centrale tasta con mano l’entusiasmo e la concentrazione di Sarita, ma anche la tensione per via di un avversario decisamente favorito.

Sfidando e battendo Serena Williams, però, si può definitivamente passare dall’altro lato del tennis femminile: da buona tennista ai piedi della top 10, con qualche sporadica comparsa tra le grandissime, la Errani potrebbe diventare un punto fermo del circuito rosa. La finale di Roma suona come una seconda chance dopo il ko parigino del 2012, un’occasione per primeggiare anche nel singolare dopo una carriera costellata di successi nel doppio con la Vinci. Proprio con la tarantina disputerà la finale di doppio nel tardo pomeriggio, ma l’attenzione è tutta per la sfida contro la numero 1 del ranking mondiale: dopo i successi in tornei minori come Palermo, Portorose o Acapulco, il salto di qualità è praticamente ad un passo.

Un passo che si prospetta davvero impegnativo. Fronteggiare il prototipo dell’atleta intramontabile non è affatto semplice: Serena Williams arriva in finale come se fosse un atto dovuto. La carriera dell’americana parla chiaro, l’ultimo atto degli Internazionali è uno dei tanti ostacoli che si pone tra una passerella in tabellone ed un successo annunciato. D’altronde, con che spirito si può affrontare una giocatrice capace di vincere diciassette prove del Grande Slam in quattordici anni, senza contare il doppio con sua sorella Venus e il doppio misto? Un’icona, una leggenda della racchetta femminile che, però, nell’arco degli anni è incappata anche in cocenti delusioni e crolli psicologici non indifferenti. Non sembra questo il momento migliore per affrontare la più forte giocatrice del circuito, ma dopo un torneo a questi livelli ogni impresa è possibile.

Anche al termine della manifestazione del Foro Italico, Serena è in grado di trovare ulteriori stimoli. In caso di successo, la tennista di Saginaw archivierebbe il sessantesimo titolo del circuito WTA in carriera. Sono 59 i trionfi finora festeggiati dalla statunitense, che a quasi 33 anni non è ancora sazia di vittorie. Da campionessa in carica, poi, la Williams proverà a riconfermarsi ed alzare per la terza volta il trofeo della capitale. Nonostante gli alti e bassi del suo percorso tennistico, è stata capace di sfruttare al massimo il suo talento ed una condizione fisica nettamente superiore alle sue rivali: da Venus e Justine Henin a Na Li e Maria Sharapova, mantenendo costantemente la leadership anche nei tornei immediatamente successivi al suo rientro. Un passato non esattamente confortante per la Errani, che dovrà tentare l’ennesimo colpaccio dopo aver eliminato la cinese e Jelena Jankovic durante la sua straordinaria esperienza romana.

Serena contro Sara, tradizione contro sacrificio, successi strabilianti contro ambizione e fame di vittorie importanti. Tutto questo è la finale degli Internazionali d’Italia, attraverso un restyling di ricordi lungo oltre un decennio. L’appuntamento di oggi pomeriggio può essere un nuovo tassello nella ricchissima bacheca dell’americana o il volano della carriera dell’azzurra.


Nessun Commento per “ERRANI - WILLIAMS: BIOGRAFIA E STATISTICHE ”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • ROMA, BIG OK: SALUTA VENUS La Kontaveit lancia l'avviso ai naviganti a Roma: fuori la Williams. Il resoconto del giovedì degli Internazionali d'Italia, sponda circuito femminile
  • LA CORONA TRA SERENA E SARITA Il Foro Italico chiude col botto: la migliore giocatrice del circuito contro la prima italiana del ranking mondiale. Sara Errani e Serena Williams si sfidano per la corona degli […]
  • WTA ROMA, TABELLONE: ITALIANE IN SALITA Sorteggiato il main draw degli Internazionali BNL d'Italia 2014. Solo Errani e Pennetta alle prese con un buon esordio, sfide ostiche dalla Vinci in poi. Scontro a distanza tra Serena e Na […]
  • INTERNAZIONALI, SIPARIO SUL DAY-TWO Rinviato il match di Cecchinato, colpo della Azarenka che elimina la bicampionessa in carica Elina Svitolina. Il serale degli Internazionali.
  • ROMA, ERRANI ELIMINATA La bolognese saluta Roma dopo il ko contro Timea Babos. Passano Kerber e Sharapova, serata lunga. Il resoconto del martedì al Foro Italico.
  • ROMA, PLISKOVA ELIMINATA Vittime eccellenti agli Internazionali d'Italia: la ceca esce di scena contro Maria Sakkari, ma Roma non si ferma. Il resoconto più il programma di stasera

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di mAGGIO 2019

  • Serena vede "rosso". Al Foro Italico si è ritirata inaspettatamente per un risentimento al ginocchio, ma "Little Sister" non si arrende e ora punta diritta verso il Roland Garros.
  • Federer torna sulla terra. Anche Roma è rientrata nella programmazione di "King Roger" in vista del French Open. A seguito della sua partecipazione, la Fit ha addirittura aumentato il prezzo dei biglietti!
  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.