EUGENIE BOUCHARD: “IL MIO OBIETTIVO? NUMERO 1 DEL MONDO E UNO SLAM”

TENNIS – Sogna in grande la bella Genie Bouchard dopo aver vinto il premio come Rivelazione dell’Anno WTA 2013. La 19enne canadese ha rilasciato una lunga intervista al sito canadese RDS nel quale racconta il suo anno sensazionale e le sue speranze per il 2014 ed il prossimo futuro.
venerdì, 22 Novembre 2013

Tennis. Eugenie Bouchard è stata la prima canadese, sia tra gli uomini che tra le donne, a vincere un titolo del Grande Slam nel singolare – seppur nella categoria juniores – e ha raggiunto il suo primo quarto di finale WTA poche settimane dopo alla manifestazione internazionale di Washington DC finendo la stagione 2012 classificandosi al n°144 del ranking WTA. La bella ‘Genie’, come ama essere chiamata, ha raggiunto i quarti di finale ben cinque volte durante la stagione 2013, tra i quali nei Premier a Charleston e Tokyo, le semifinali a Strasburgo e Quebec City e la sua prima finale WTA ad Osaka e ha messo a segno le sue prime vittorie contro due Top 10, Sam Stosur e Jelena Jankovic. Ma non solo, poco più giù ha fatto fuori anche Ana Ivanovic a Wimbledon e Sloane Stephens a Tokyo. La canadese ha continuato a scalare la classifica per tutto l’anno, irrompendo nella top 100 dopo Charleston e nella Top 50 dopo Québec City e dopo la finale di Osaka ha raggiunto il n°32 del mondo, chiudendo l’anno da n°1 del Canada e delle juniores.

Questa escalation incredibile ha portato la Bouchard a vincere il premio Rivelazione dell’Anno WTA, seconda canadese ad essere insignita di questo premio dopo Carling Bassett Seguso nel 1983, aggiungendosi ad un elenco di nomi illustri come Maria Sharapova, Kim Clijsters, Venus e Serena Williams, Martina Hingis e Arantxa Sanchez Vicario. La nativa di Quebec compirà 20 anni il prossimo 25 Febbraio ha rilasciato una lunga intervista al sito canadese RDS: E’ un onore ricevere questo titolo, conferma che ho fatto bene quest’anno e c’è voluto un sacco di lavoro per arrivarci. Sono felice e orgogliosa della mia prestazione di quest’anno”, ha detto la Bouchard aggiungendo di essere molto contenta di aver migliorato molti aspetti del suo gioco, tra cui i movimenti in campo.

Inevitabilmente, questa ascesa fulminea dal n°144 al n°32 porta con sé la grande pressione di continuare sulla stessa strada durante la prossima stagione: “Non so come fanno le altre giocatrici e non mi concentro su questo. Non sento più pressione, vedo questo come un riconoscimento della mia performance”, ha confessato ‘Genie’. Di quest’anno più che positivo, nel quale ha portato a casa un montepremi di 440 mila dollari, la Bouchard ricorda il suo scontro contro Ana Ivanovic sul campo centrale di Wimbledon come momento preferito:  “E’ stata davvero una bellissima esperienza perché Wimbledon è l’evento più prestigioso. Vincere quel match mi ha dato un sacco di fiducia ed è stato anche molto utile se per guadagnare esperienza e affrontare altre partite importanti”, ha rivelato.

Oltre a match indimenticabili sul campo, la Bouchard ha avuto modo di partecipare a una serie di eventi interessanti off court grazie alla sua ascesa sulla scena mondiale del tennis. Oltre agli scatti fotografici con la Sharapova e l’incontro amichevole in doppio con Monica Seles, Genie ha preso parte ad una serata molto particolare: Ho vissuto diverse grandi esperienze e la prima che mi viene in mente è la partecipazione al 40 WTA Love (festa per il 40° anniversario della fondazione della WTA, ndr). C’erano le 17 giocatrici che sono state al numero uno del mondo ed è stato davvero speciale essere con loro e ascoltarle.”

Dopo aver scalato più di 100 posizioni nel ranking WTA, la Bouchard non si fa illusioni e si rende conto che il 2014 non sarà facile e che i suoi progresso potrebbero procedere a rilento al confronto con le giocatrici dei piani alti: Ovviamente, più si è meglio classificati più è difficile scalare la classifica. Tutto quello che posso aggiungere è che tutto sarà ancora più significativo,” ha ammesso ed ha aggiunto di essere desiderosa di provare l’emozione di giocare in casa, alla Rogers Cup di Montreal la prossima estate. Ma Genie ha amato giocare in tutto il mondo in questo anno speciale e la sua sete di progresso non sarà di certo minore nel 2014: “Non credo che il mio ardore rallenterà perché ho ​​vissuto certe esperienze e giocato in tornei importanti. Giocare a tennis è ciò che amo fare e non mi stancherò mai. Può essere diverso al momento del ritiro, ma fino ad allora affronterò ogni torneo con la stessa energia e motivazione”, ha assicurato.

Gli ultimi gradini da scalare per raggiungere la Top 10 mondiale normalmente rappresentano una sfida, ma la 19enne ritiene di possedere il talento necessario e non ha nemmeno bisogno di immergersi nei suoi sogni più sfrenati per individuare il suo obiettivo finale: “Sarò numero uno al mondo e voglio vincere uno Slam”, ha assicurato con un pizzico di presunzione che, alla sua giovane età è comprensibile. Forza Genie, in bocca al lupo e piedi ancorati al terreno!


Nessun Commento per “EUGENIE BOUCHARD: “IL MIO OBIETTIVO? NUMERO 1 DEL MONDO E UNO SLAM””


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.