EVERT SHOCK: “TANTE SI DOPAVANO AI MIEI TEMPI SENZA CONTROLLI”

Dichiarazione sorprendente di Chris Evert, secondo la quale il doping era molto diffuso ai suoi tempi
giovedì, 17 Marzo 2016

Tennis. Chris Evert svela retroscena preoccupanti relativi all’uso di sostanze dopanti ai suoi tempi, figli di una totale assenza di controlli che permettevano l’assunzione di prodotti oggi banditi dall’anti-doping.

L’occasione per parlare di ciò, durante una conferenza stampa ad Indian Wells, è ovviamente la positività di Maria Sharapova, che fa anche emergere come la sua “popolarità” all’interno del circuito Wta fosse ai minimi storici: “Maria Sharapova ha sempre isolato se stessa dal resto del mondo del tennis. Lo ha fatto sapere, non può essere amica con le giocatrici. Non sto vedendo tanto supporto da tante giocatrici. Accettando che sia scioccante o che non vogliano essere coinvolte o avere un’opinione su questo, è sorprendente che non tante giocatrici abbiano mostrato il loro sostegno per lei“.

La dichiarazione shock arriva sull’uso di sostanze dopanti fra gli anni ’70 ed ’80: “Negare che negli sport professionistici non ci sia qualcosa del genere vorrebbe dire mettere la testa sotto la sabbia; credo che il fenomeno ci sia un po’ ovunque, ma non così tanto nel tennis. Era molto più diffuso ai miei tempi: in tante si dopavano e non c’erano controlli.

Dovesse prevedere i tempi di squalifica per la siberiana, afferma: “Vedremo cosa diranno le cartelle cliniche dei medici che si sono occupati di lei 10 anni fa. Se fosse dimostrato che ha utilizzato il Meldonium nei dosaggi corretti e consentiti, la sua sospensione potrebbe essere breve“. 


Nessun Commento per “EVERT SHOCK: "TANTE SI DOPAVANO AI MIEI TEMPI SENZA CONTROLLI"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.