FABBIANO: “GRANDI IMPRESE, MA DEVO ESSERE PIÙ CONTINUO”

Il tennista pugliese è voglioso di cominciare la nuova stagione, dove andrà alla ricerca di una maggiore continuità

Tennis. Thomas Fabbiano comincerà il suo 2020 al Challenger di Noumea, in Nuova Caledonia, dove cercherà di trovare ritmo alla vigilia degli Australian Open. Intervistato da Tuttosport, il tennista pugliese ha tracciato un bilancio del suo 2019 e non solo.

“L’anno che sta per concludersi è stato unico, perché ho giocato bene solo 4 tornei, con 6-7 partite ad altissimo livello, mentre negli altri non sono riuscito ad essere allo stesso livello.

Gli apici sono però stati assoluti e mi hanno regalato momenti esaltanti. Il top è arrivato a Wimbledon, con l’affermazione su Stefanos Tsitsipas, meritata e colta al cospetto di un grande avversario.

I match giocati in precedenza sull’erba mi hanno permesso di arrivare preparato al momento e tutto è coinciso in modo perfetto. Insomma non è stato un caso ritengo, ma il frutto delle esperienze accumulate e di una condizione in quel frangente ottimale.

La fiducia era arrivata poche settimane prima con la prima semifinale ATP in carriera, sull’erba di Eastboume partendo dalle qualificazioni.

Di solito il mio bottino di punti arrivava prevalentemente dai Challenger, che invece in questa stagione non mi hanno regalato tante soddisfazioni. Ho mantenuto la stessa classifica d’inizio anno proprio grazie a quanto fatto a livello Slam e ATP e questo è un orgoglio personale. 

Nel 2020 proverò a ripetermi nelle grandi rassegne e andrò a caccia di una maggior continuità“.


Nessun Commento per “FABBIANO: "GRANDI IMPRESE, MA DEVO ESSERE PIÙ CONTINUO"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.