FEBBRE DA FED CUP

Primo turno "caldo" tra Australia e Italia: la voglia di vittoria di entrambi i team lo tramuta in un match-clou anticipato...
mercoledì, 2 Febbraio 2011

Hobart (Australia) – Sale la febbre da Fed Cup in Australia. Nonostante le cattive condizioni meteorologiche stiano ancora condizionando in maniera differente le regioni del paese, ad Hobart – pioggia a parte – ci si concentra sulla sfida che il prossimo week end vedrà opposte le beniamine di casa alle campionesse italiane.

C’è attesa soprattutto rispetto al fatto che i due team sono formati da ottime tennististe: 2 top ten (Schiavone e Stosur), la Pennetta attualmente numero 16 del mondo e la Groth che questa settimana ha raggiunto il suo best ranking con la posizione numero 31.

Grazie a questo parterre di star internazionali, Michael Roberts, General Manager del Tennis della Tasmania,  prevede di realizzare il tutto esaurito per i quarti di finale al via sabato mattina: “Non abbiamo mai avuto una prevendita così importante“, ha affermato ad un quotidiano australiano. “Sono rimasti invenduti per ora solo 200 posti (su 2500 del centrale), per ciascuna giornata. Stiamo pensando di offrirli in pacchetti speciali per sabato e domenica e penso che andranno via davvero velocemente. Non abbiamo mai avuto un gruppo così importante di giocatrici tutte insieme da queste parti, c’è poi da sottolineare il fatto che sia la Stosur, sia la Schiavone sono state le protagoniste della finale del Roland Garros lo scorso anno, quindi l’emozione per noi è doppia”.

E rispetto alla sfida ha affermato: “Certo per le ragazze australiane non sarà facile passare il turno, ma il terreno di gioco potrebbe favorirle. La Stosur ama questi campi e la Groth ha vinto qui di recente, poi vogliamo anche contare sul fatto che per la Stubbs sarà, probabilmente, l’ultimo impegno ufficiale e non avrà voglia di sfigurare”.

La Stosur da parte sua sulle pagine dell’Herald Sun lancia la sua sfida e lascia intendere che i match saranno molto, molto tirati: “Penso che abbiamo buone chance di vittoria, sulla carta il nostro team è forte e veniamo da una serie di buoni risultati. Ma la nostra forza principale è il gruppo: siamo molto unite e ci aiutiamo a vicenda e ci sosterremmo senza sosta dalla panchina al campo”.

E sul suo stato di forma ha dichiarato: “Vengo da una seconda parte di stagione ottima, ho giocato bene tutta la scorsa estate ed anche i recenti tornei. Dopo Melbourne ho avuto qualche giorno di riposo ed ora mi sento fresca e pronta per questa nuova sfida”.

Le azzurre nel frattempo stanno lavorando duramente per prepararsi al meglio alla sfida: nella nostra nottata hanno effettuato una seduta di allenamento sui campi del “Domain Tennis Centre”. Al mattino la Schiavone e la Pennetta hanno fatto coppia palleggiando sul centrale del complesso, mentre sul campo attiguo erano al lavoro la Errani e la Vinci. Nel pomeriggio ancora tennis (con campi invertiti) e poi esercizi in palestra, massaggi e fisioterapia.

La pressione di essere campionesse – ha affermato Francesca Schiavone – e cominciare la difesa del titolo con una trasferta così insidiosa e contro giocatrici così cariche, come quelle che ci aspettano, è un dato positivo, significa che le nostre avversarie ci temono. Siamo forti e ne siamo consapevoli. Si ricomincia da Hobart con lo stesso entusiasmo e la stessa grande voglia di sempre. Giocare per i colori della nazionale è un’emozione forte in uno sport alla fine individuale”.

Anche Flavia Pennetta, nella conferenza stampa pre-draw, ha sottolineato: “Stiamo bene insieme e anche questa è la nostra forza, la forza di un gruppo incredibile che continua a vincere da diversi anni. Ci stiamo allenando molto e siamo pronte per questa nuova sfida”.

Domani stesso programma con allenamenti al mattino e al pomeriggio per entrambe le formazioni, che durante la giornata si alterneranno anche sul campo centrale sul quale si giocheranno gli incontri sabato e domenica. Venerdì il primo atto ufficiale della sfida con la cerimonia del sorteggio che si svolgerà sempre al “Domain Tennis Centre”.

Intanto domani sera ci sarà la tradizionale cena ufficiale alla quale parteciperanno entrambe le squadre. Sabato e domenica gli incontri: il primo giorno si comincia alle 13 locali, le tre del mattino in Italia, mentre il secondo il via alle ore 11, l’una del mattino in Italia.


Nessun Commento per “FEBBRE DA FED CUP”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • SPAURACCHIO AUSTRALIA Scatta nel weekend la Fed Cup 2011. Azzurre chiamate a sovvertire la tradizione: in cinque confronti contro le "aussies" non hanno mai vinto un match. Ma non avevamo Schiavone e […]
  • ANCORA AUSTRALIA, ANCORA SAM Le azzurre sono arrivate a Hobart per la sfida dei quarti di Fed Cup che le vedrà opposte alla nazionale guidata dalla top player Stosur, che attende ancora una volta lo scontro con Francesca
  • SCHIAVONE BATTUTA, FLAVIA RIMEDIA Francesca si fa sorprendere dalla Groth (6-7, 6-3, 6-3) ma la Pennetta regola Sam Stosur dopo dura lotta (7-6, 6-7, 6-4)
  • DIAVOLESSE DELLA TASMANIA Le nostre ragazze si stanno allenando sui campi dell’isola a sud dell’Australia, in preparazione della sfida con le “aussie”. Barazzutti fiducioso: “Le azzurre sono in forma”
  • BLACK O NON BLACK La presunta black list dei 41 giocatori sotto la lente d'ingrandimento per possibili combine, sembra essere una bufala, visto che la stessa TIU nega di aver divulgato liste di ogni tipo. […]
  • UPSIDE DOWN Sottosopra, non vi è parola migliore per indicare l'andamento della prima giornata di Fed Cup 2011 tra Australia e Italia. Per fortuna è finita 1 pari...

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.