CAMILA GIORGI PER SBANCARE OSTRAVA?

Mancano 10 giorni alla semifinale di Fed Cup tra Rep.Ceca ed Italia. Per centrare la sesta finale in nove anni, le nostre dovranno vincere in casa delle ceche, impresa che non riesce a nessuna nazionale da 5 anni. La superficie e i nomi delle avversarie suggeriscono che il nome su cui puntare, potrebbe essere quello dell’italo-argentina

Tennis. Con ancora negli occhi lo straordinario trionfo della squadra di Coppa Davis, nella splendida cornice napoletana, l’Italtennis è pronta ad affrontare il prossimo impegno che il calendario propone. Stiamo parlando della semifinale di Fed Cup tra le nostre ragazze, campionesse in carica, e la Repubblica Ceca, trionfatrice delle edizioni 2011 e 2012 nella massima competizione a squadre del tennis femminile. Il decimo confronto tra le due nazionali (5-4 per le azzurre il bilancio) si giocherà il prossimo week end (19-20 aprile) sul cemento indoor della CEZ Arena di Ostrava, un impianto che negli ultimi anni è stato molte volte il teatro dei grandi successi della squadra ceca, sia a livello maschile (ricordiamo che Berdych e compagni sono bi-detentori della Coppa Davis), che a livello femminile. La semifinale tra Italia e Cechia è ormai un classico della Fed Cup degli ultimi anni, visto che nelle ultime quattro edizioni, in ben tre circostanze sono state queste due squadre a disputare il penultimo atto del torneo. E in tutte e tre le occasioni, ad imporsi è stata la squadra ospitante: nel 2010 le azzurre ebbero la meglio per 5-0 sui campi del Foro Italico a Roma; nel 2012 le ceche prevalsero per 4-1, proprio ad Ostrava; e infine lo scorso anno, a Palermo, le nostre si imposero per 3-1.

Quindi le ragazze di Corrado Barazzutti, per qualificarsi per la sesta finale nelle ultime nove edizioni (curioso il fatto che prima del 2006 le azzurre non si fossero mai spinte così avanti) e tentare l’assalto alla quinta Fed Cup della storia, dovranno necessariamente sfatare un tabù, espugnando il catino ceco, che non cade dal lontano aprile del 2009, quando gli Stati Uniti, guidati dalla carneade Alexa Glatch (attuale numero 683 del ranking Wta), colsero un inatteso 3-2 a Brno, proprio in semifinale.

Chi convocare? Presumibilmente, la squadra capitanata da Petr Pala si affiderà alle solite Petra Kvitova (n°6 WTA) e Lucie Safarova (n°26), che dovrebbero tornare a disposizione, dopo aver saltato il match di quarti di finale contro la Spagna, coadiuvate dalla collaudata coppia di doppio composta da Andrea Hlavackova e Lucie Hradecka oppure dalle esperte Klara Zakopalova e Barbara Zahlavova. Qualche dubbio in più, invece, c’è intorno ai quattro nomi delle azzurre. Se infatti, poche incertezze ci sono su Sara Errani, Flavia Pennetta e Roberta Vinci, l’ultimo posto dovrebbero contenderselo Karin Knapp e Camila Giorgi, le due giocatrici che a febbraio hanno permesso all’Italia di espugnare l’arena di Cleveland. Non ce ne voglia la tennista altoatesina, ma anche se al momento la sua classifica è superiore rispetto a quella della Giorgi (50 contro 69), l’attuale stato di forma delle due atlete ci fa propendere decisamente per l’italo-argentina. Camila è infatti reduce da un ottimo Indian Wells e anche all’esordio a Katowice ha mostrato un eccellente condizione, mentre Karin è uscita al primo turno negli ultimi cinque tornei.

Chi schierare? Nel corso degli anni, al momento di scegliere le giocatrici da mandare in campo in Fed Cup, il nostro capitano Corrado Barazzutti si è quasi sempre affidato alla classifica, schierando in singolare le migliori azzurre secondo il ranking. Molto spesso, questa scelta si è rivelata azzeccatissima, ma ad Ostrava, probabilmente, sarebbe opportuno osare un po’ di più. Se infatti Flavia Pennetta, reduce dal successo più importante della sua carriera, rappresenta sicuramente l’elemento che offre più garanzie all’interno del team azzurro (il suo score contro Kvitova è di 3-3, mentre con Safarova è di 1-3, ma con tutti i confronti molto datati), probabilmente affidarsi all’attuale Sara Errani come seconda singolarista potrebbe essere un rischio troppo elevato. La romagnola in questa stagione non si sta oggettivamente esprimendo al livello degli ultimi due anni, ma anzi sta faticando molto e ha iniziato a perdere anche numerose posizioni in classifica. Inoltre, la superficie che troveremo ad Ostrava, presumibilmente velocissima, di sicuro non è la più consona alle caratteristiche della ex finalista del Roland Garros. Poi ci sono i precedenti con la Kvitova, che non sorridono a Sarita, sempre perdente nei sei confronti con la campionessa di Wimbledon 2011. Con queste premesse, forse, potrebbe essere più saggio rinunciare alla Errani in singolare e tenerla come arma segreta nell’eventuale doppio decisivo (ovviamente con Roberta Vinci), e riservare il palcoscenico del singolare all’entusiasmo di Camila Giorgi, una tennista che ha già dimostrato di esaltarsi di fronte alle sfide più difficili e che inoltre con il suo power tennis potrebbe fare davvero male alle ceche, soprattutto su una superficie veloce, che ben si adatta alle sue caratteristiche di gioco.


1 Commento per “CAMILA GIORGI PER SBANCARE OSTRAVA?”


  1. Fabrizio ha detto:

    Profetico: nel frattempo, Pennetta non è stata convocata e Camila ha battuto pure la Vinci!!


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • FED CUP: SORTEGGI SEMIFINALE WORLD GROUP Oggi i sorteggi per le due semifinali del World Group che sono certamente le sfide più importanti di questo weekend di Fed Cup. L'Italia inizia con Sara Errani contro Lucie Safarova e la […]
  • FED CUP: PRIMA FRANCESCA, POI SARA Sarà la nostra Schiavone ad aprire la semifinale di Fed Cup tra Italia e Repubblica Ceca al via domani ad Ostrava. A seguire "Sarita" Errani affronterà la n.1 ceka Petra Kvitova
  • FED CUP: REP.CECA – ITALIA, SFIDA PER LA FINALE La due giorni di Fed Cup del 19 e 20 aprile vede impegnate le ragazze della squadra italiana con il ritorno di Errani e Vinci contro la Repubblica Ceca che ritrova Petra Kvitova. Occhi […]
  • FED CUP: LE CONVOCATE AZZURRE Il ct Barazzutti ha scelto Schiavone, Pennetta, Errani e Vinci in vista della semifinale contro la Repubblica Ceca del 21 e 22 aprile. Ma dall’altra parte della rete ci sarà Petra Kvitova, […]
  • SARA NON DELUDE. ITALIA AVANTI 1-0 TENNIS- Inizia al meglio per l'Italia la semifinale di Fed Cup contro la Rep.Ceca. Sara Errani liquida 6-4 6-2 Lucie Safarova e porta le azzurre avanti 1-0. Ora Vinci - Kvitova
  • L’ITF CAMBIA IDEA, FED CUP A CAGLIARI TENNIS – E’ ufficiale, la finale della cinquantesima edizione della Fed Cup si giocherà outdoor sulla terra rossa del capoluogo sardo il 2 ed il 3 Novembre. Le azzurre cercano il poker […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.