FED CUP, COLPO OLANDA A MOSCA

Bertens ed Hogenkamp sorprendono la Russia, sotto 2-0 sul veloce indoor della capitale. Un punto a testa in Romania-Repubblica Ceca e Germania-Svizzera
sabato, 6 Febbraio 2016

TENNIS – Al via i quarti di finale di Fed Cup e subito arrivano le prime sorprese. Mentre l’equilibrio regna sovrano in due delle altre tre sfide della competizione a squadre, in Russia sta accadendo ciò che nessuno avrebbe pronosticato: l’Olanda conquista un doppio vantaggio in trasferta.

Sul veloce indoor di Mosca, le padrone di casa incappano in due sconfitte nella giornata d’esordio. Ekaterina Makarova è la prima ad incassare il ko: a Kiki Bertens bastano due set, chiudendo il match con il punteggio di 6-3 6-4 e lanciando un chiaro segnale al pubblico di casa, ovvero quello di un weekend non esattamente tranquillo. Il bis arriva dalla Hogenkamp, che batte la Kuznetsova 10-8 al terzo set e stabilisce il nuovo record per la durata di un match di Fed Cup: quattro ore e due minuti, tredici in più rispetto al precedente del 1995. Ora il 2-0 oranje è un macigno pesantissimo per le russe.

A Lipsia, invece, il sabato non scuote gli equilibri iniziali. La Svizzera si porta in vantaggio con Belinda Bencic: il talentino elvetico sorprende la rappresentante della Germania, Andrea Petkovic, sconfitta 6-3 6-4 nel primo singolare della sfida. A rimettere le tedesche in carreggiata non può che pensarci Angelique Kerber, ancora sotto il magico effetto di Melbourne. La Bacsinszky va ko con un perentorio 6-1 6-3 che rimanda tutta la discussione a domani.

Chiude il programma la sfida di Cluj tra Romania e Repubblica Ceca. Nessuna delle due mette la freccia e il computo dei match odierni rimane fissato sulla parità. Grande occasione persa dalle ceche: Karolina Pliskova batte Simona Halep nel match più atteso di giornata, ma la Niculescu compie l’impresa nel match successivo. Il 6-3 6-4 inflitto a Petra Kvitova vale l’1-1 con cui si chiude la giornata. Sospiro di sollievo per il pubblico rumeno, aspettando tempi migliori per la numero 2 del mondo.

La strada verso le semifinali, dunque, rimane aperta per cinque pretendenti. Netto svantaggio per la Russia, che non può più sbagliare un colpo, ma la domenica di Fed Cup è pronta a regalare ulteriori sorprese in giro per l’Europa.


Nessun Commento per “FED CUP, COLPO OLANDA A MOSCA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • FED CUP, È TEMPO DI QUARTI DI FINALE Romania-Repubblica Ceca, Germania-Svizzera e Russia-Olanda: le donne del tennis scendono in campo per tre posti nelle semifinali del World Group. Al via i quarti di finale.
  • FED CUP: AVANTI OLANDA, SVIZZERA E REPUBBLICA CECA Completato il colpaccio oranje a Mosca, le elvetiche passano con Hingis e Bencic, la Repubblica Ceca fa fuori la Halep. Salta il fattore campo negli altri tre quarti di finale
  • REPUBBLICA CECA-RUSSIA, MARIA SHARAPOVA C’È La siberiana conferma la sua presenza nella finale di Fed Cup, in programma il 14-15 novembre a Praga. L'annuncio arriva direttamente da Anastasia Myskina, selezionatrice della Nazionale russa
  • HALEP, ALLARME RIENTRATO: PRESENTE IN FED CUP Prima l'operazione chirurgica al naso, poi l'infezione al piede, infine la decisione definitiva. Simona Halep sarà nella squadra della Romania contro la Repubblica Ceca
  • HALEP, OPERAZIONE RINVIATA: CI SARÀ IN FED CUP L'intervento al naso può aspettare, i problemi più urgenti sono in campo. Simona Halep riparte dalla competizione a squadre, che vede la sua Romania impegnata contro la Repubblica Ceca
  • FED CUP, ECCO I CONVOCATI Il prossimo weekend decreterà la nazione vincitrice della competizione. Petra Kvitova guida le padrone di casa della Repubblica Ceca, Angelique Kerber è il baluardo della Germania in campo […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.