FELICITÀ ERRANI, SCHIAVONE DELUSA

Le parole di Sara Errani, molto soddisfatta per il gioco espresso nel match di apertura della sfida tra Italia e Ucraina, e quelle di Francesca Schiavone, delusa per la sconfitta subita nel suo incontro
sabato, 4 Febbraio 2012

Biella (Italia) – Si è conclusa sul punteggio di 1-1 la prima giornata relativa alla sfida di primo turno di Fed Cup 2012 tra Italia e Ucraina. Sara Errani ha aperto nel migliore dei modi, portando l’Italia in vantaggio grazie ad un successo molto netto sulla numero 1 ucraina, Kateryna Bondarenko, superata con il punteggio di 6-2 6-3. A sorpresa invece Francesca Schiavone non è riuscita a portare il punto del 2-0: la tennista milanese è stata sconfitta per 6-1 6-2 da Lesia Tsurenko, numero 121 del ranking Wta.

Il primo a dimostrare stupore per il punteggio di fine giornata, è stato il capitano italiano Corrado Barazzutti, che una volta passato in vantaggio grazie al successo di ‘Sarita’, si sarebbe aspettato di chiudere la serata sul 2-0: “Speravo di essere sul 2-0 questa sera, – ha affermato Barazzutti – ma sono cose che possono capitare. Adesso dobbiamo solo pensare a vincere. Mi dispiace per Francesca, probabilmente avrei potuto darle suggerimenti più produttivi. Ma si cresce anche con le sconfitte, i favoriti rimaniamo noi.”

Inutile sottolineare la soddisfazione di Sara Errani, migliore delle azzurre nel primo Slam stagionale, e che prosegue il suo ottimo momento con la vittoria odierna. La giocatrice bolognese probabilmente non si aspettava nemmeno di essere schierata come singolarista nella due giorni di Biella, ed è riuscita a dare il meglio di sé, portando avanti le ‘nostre’. Queste le parole di Sara: “Ho servito molto bene oggi, ed è stato molto positivo il fatto di non aver mai perso il servizio. Pensavo di poter soffrire maggiormente la tensione nel match odierno, ma sono riuscita a gestire bene le mie emozioni. Sono ancora indietro rispetto a Schiavone e Pennetta, ma spero di arrivare presto al loro livello. Dopo la Fed Cup andrò in Sudamerica per giocare Bogotà, Monterrey e Acapulco, poi mi trasferirò negli Stati Uniti per Indian Wells e Miami.”

Dall’altra parte, la comprensibile delusione di Francesca Schiavone, spesso decisiva in Fed Cup, e che invece in questa occasione ha subito una sconfitta inaspettata, per lei che è una delle migliori tenniste al mondo sul rosso (due volte finalista al Roland Garros), da una giocatrice di cui probabilmente non aveva neanche mai sentito parlare prima: “Lei ha giocato molto bene, – ha ammesso la milanese – mentre io non sono riuscita ad esprimere il mio tennis. Non sento di potermi dare neanche la sufficienza, lei però non ha commesso errori. In allenamento sto comunque giocando bene, al contrario di prima quando in allenamento giocavo male e invece mi esprimevo al meglio in partita.”

Nonostante un punteggio parziale che non può certamente renderci felici e la delusione di Francesca, questo 1-1 lascia comunque ampie possibilità di passaggio del turno per l’Italia. Domani apriranno con molte probabilità Francesca Schiavone e Kateryna Bondarenko (salvo avvicendamenti delle ultime ore) e a seguire Sara Errani sfiderà l’ottima Lesia Tsurenko. L’eventuale doppio finale, in cui sarebbero Roberta Vinci e Sara Errani a scendere in campo, ci vedrebbe nettamente favoriti, con le finaliste dell’Australian Open ovviamente in fiducia per i risultati ottenuti recentemente. Ma la speranza è quella di vedere una Schiavone diversa, e di poter chiudere per 3-1, senza correre il rischio di dover giocare il doppio di spareggio.


Nessun Commento per “FELICITÀ ERRANI, SCHIAVONE DELUSA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • IL SOLLIEVO DELLE AZZURRE L'Italia ha conquistato la semifinale di Fed Cup 2012 battendo per 3-2 l'Ucraina a Biella. Ma non è stato affatto facile. "La forza di queste ragazze è che si aiutano", ha commentato il ct […]
  • FED CUP: PRIMA FRANCESCA, POI SARA Sarà la nostra Schiavone ad aprire la semifinale di Fed Cup tra Italia e Repubblica Ceca al via domani ad Ostrava. A seguire "Sarita" Errani affronterà la n.1 ceka Petra Kvitova
  • BARAZZUTTI, 11 ANNI SONO TROPPI? Da 11 anni alla guida dell'Italia di Davis, e da 10 anche della nazionale di Fed Cup, Corrado Barazzutti ha forse raggiunto il proprio limite con la riconquista del World Group nel 2011. […]
  • CAMILA GIORGI PER SBANCARE OSTRAVA? Mancano 10 giorni alla semifinale di Fed Cup tra Rep.Ceca ed Italia. Per centrare la sesta finale in nove anni, le nostre dovranno vincere in casa delle ceche, impresa che non riesce a […]
  • GUAI AD ABBASSARE LA GUARDIA La sfida contro l'Ucraina non dovrebbe riservare sorprese, ma come ha sottolineato la squadra in Fed Cup si respira sempre un'aria particolare, quindi massima concentrazione in ogni match
  • PRIMO ROUND, ITALIA VS UCRAINA Nel 2012 la squadra guidata da Barazzutti affronterà in casa nei quarti di finale la nazionale ucraina, i cui precedenti sono tutti a favore delle azzurre

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.