FED CUP, ITALIA-USA UNA SFIDA TUTTA DA GIOCARE

Entrati in clima Fed Cup, a Brindisi tutto pronto per accogliere il team azzurro e quello statunitense: 14esima sfida tra le due squadre, i precedenti vedono avanti gli Stati Uniti, ma l'Italia ha vinto le ultime 4 sfide. Corrado Barazzutti è consapevole della difficile impresa, ma fiducioso.

Tennis. Ancora in forse la presenza di Venus Williams nel team di Mary Joe Fernandenz; sicura invece la presenza della numero uno Wta Serena che arriverà Giovedì al circolo di Brindisi. La prima ad arrivare è stata la padrona di casa Flavia Pennetta che già si allena sui campi in terra pugliesi.

Il capitano Barazzutti è fiducioso e allo stesso tempo consapevole della difficile impresa che attende l’Italia: “Sarà difficile perchè tra le avversarie c’è la migliore giocatrice del circuito Serena Williams. Le ragazze faranno del loro meglio, speriamo di regalare ai tanti tifosi una bella vittoria. Flavia Pennetta è cresciuta su questi campi e dalle tribune ci sarà un gran tifo, contiamo sul calore del pubblico. Abbiamo ancora un paio di giorni per l’allenamento, poi la sfida” dichiara il capitano che alla fine conclude “Queste ragazze non devono dimostrare niente, parlano i risultati che hanno già ottenuto.”

Una sfida tutta da giocare, con il possibile forfait di Venus si apre di più il cielo delle speranze azzurre. Ma in ogni caso, nel tennis nulla è già deciso. Le convocate di capitan Barazzutti, Sara Errani, Flavia Pennetta, Camila Giorgi e Karin Knapp disputeranno Sabato e Domenica il 14esimo scontro con il team Usa composto, questa volta, da Serena Williams, Venus o Lauren Davis, Christina Mchale e Alison Riske: in palio la permanenza nel World Group di Fed Cup.

Tornando indietro alle precedenti sfide: il team di Mary Joe Fernandenz ha sconfitto 9 volte la nazionale azzurra tra il 1963 e il 2003. Poi una striscia di 4 vittorie consecutive da parte dell’Italia, dal 2009 al 2014. Le nostre non hanno mai incontrato in Fed Cup le sorelle Williams: l’unica volta risale al 1999, ma allora il team era composto da Adriana Serra Zanetti, Silvia Farina, Rita Grande e Tathiana Garbin. Un incontro perso per 4-1, l’unico match fu conquistato al terzo set dalla Farina contro Monica Seles.
Nel 2009 la prima vittoria in casa per l’Italia contro gli Stati Uniti che valse non solo la soddisfazione di aver battuto finalmente il team americano, ma portò al team di Barazzutti anche la seconda coppa Fed Cup: a Reggio Calabria un pesante 4-0 imposto da Flavia Pennetta, Francesca Schiavone, Sara Errani e Roberta Vinci, di cui i match di singolare vinti da Pennetta e Schiavone contro Alexa Glatch e Melanie Oudin; poi il doppio vinto dalle Cichis su Liezel Huber e Vania King. Ancora le 4 moschettiere nel 2010 a San Diego portarono a casa la terza coppa contro gli Stati Uniti.
Nel 2013 a Rimini arriva ancora una vittoria grazie a Sara Errani e Roberta Vinci che conquistarono i due singolari e il match decisivo di doppio contro Jamie Hampton e Varvara Lepchenko.
L’ultima nel 2014: assenti le veterane, vinsero in terra americana Karin Knapp e Camila Giorgi che portarono subito l’Italia sul 2-0 nella prima giornata; poi il 3-0 grazie alla vittoria dell’altoatesina su Alison Riske.

Ora la sfida più importante: i due team non si sono mai affrontati nei play-off; a Brindisi sarà la prima volta. Venerdì il sorteggio, poi Sabato 18 e Domenica 19 il via alla competizione.

Foto: Flavia Pennetta e Sara Errani, Fed Cup 2012 (sito ufficiale Fed Cup)


Nessun Commento per “FED CUP, ITALIA-USA UNA SFIDA TUTTA DA GIOCARE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.