FEDERER: “VOGLIO I 100 TITOLI, MA DURA CON DJOKOVIC”

Lo svizzero parla di Djokovic e dei 100 titoli da conquistare a Londra

Tennis. Federer batte Anderson e chiude primo il girone. Potrebbe sfidare Djokovic già in semifinale, sebbene improbabile: restano due sole le vittorie fra Roger e il titolo n.100.

Non mi aspettavo che la settimana prendesse questa piega. Settantadue ore fa, non sembrava proprio possibileNon so chi sarà il mio prossimo avversario. Potrebbe essere Djokovic, ma ho molti dubbi a riguardoNon voglio che la cosa mi spinga a fare le cose con più fretta e che mi dia delle pressioni extra. Con questo Djokovic, non sarà mai facile“.

Nel frattempo ha parlato Copil, suo avversario in finale a Basilea: “Posso dire che è stata la mia settimana miglioreSpero che sarà lo stesso il prossimo anno. È stato bello giocare contro Roger nella sua città natale. Lui è il mio idolo da quando ero bambino. Spero di entrare in top 50, poi in top 30 e così via. Sapevo che un giorno sarebbe arrivato il mio momento; da qualche settimana mi sentivo diverso in campo: molto più fiducioso delle mie capacitàAffronteremo la off-season insieme a Dubai. Mi ha detto che se mantengo questo stile aggressivo posso battere molti giocatori.

In chiusura la Bencic, sua compagna nella Hopman Cup: “Per sei mesi, dopo che avevo saputo che avrei giocato con lui, sono stata così tesaO mio Dio, giocherò il doppio con Federer? Sarò così nervosa, non riuscirò a mettere una palla in campo. In realtà, poi, sono stata più tesa a giocare i miei match di singolare, sapendo che lui mi guardava. Nel doppio, invece, il nervosismo è passato non appena abbiamo iniziato a giocare. Improvvisamente stavo bene, ero tornata me stessa. Lui mi ha aiutato davvero tanto. È una persona che ti mette a tuo agio e ti fa sentire in fiducia”.


Nessun Commento per “FEDERER: "VOGLIO I 100 TITOLI, MA DURA CON DJOKOVIC"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.