ROGER: LEZIONE A TOMIC

Roger Federer domina Bernard Tomic e si qualifica per i quarti di finale dell'Australian Open. Il prossimo avversario sarà Del Potro, anche lui avanti in tre set. Nadal vince l'ennesimo derby con Lopez, a Berdych la battaglia dei tie break con Almagro
domenica, 22 Gennaio 2012

Roger Federer conferma la sua condizione e rifila una severa lezione a Bernard Tomic, le cui speranze si infrangono contro un servizio insuperabile ed un tennis degno delle migliori annate del campione di Basilea. Il match è durato lo spazio di otto game, e si è poi trasformato in un one-man show dell’ex numero uno del mondo, vincitore per 6-4 6-2 6-2.

Dopo un inizio equilibrato fino al 4-4 l’elvetico ha preso il comando delle operazioni anche in risposta, ed ha conquistato il break alla prima opportunità per poi chiudere il set rapidamente, forte di un servizio in gran condizione, come testimoniato dai soli quattro punti ceduti in cinque turni.

Le prime battute del secondo set lasciano intravedere un barlume di speranza per il giovane australiano, che sale 0-30 sul servizio di Roger nel secondo game. Ma l’ex numero uno del mondo, rintuzzato lo spunto di Tomic, conquista il break nel game successivo al termine di un classico lunghissimo game spartiacque. Uscito vincitore alla terza palla break, Roger mantiene facilmente il successivo turno di servizio e vola verso un nuovo break ed un 4-1 micidiale per il morale dell’avversario.

Federer appare padrone del gioco e del punteggio, ma Tomic non è tipo da arrendersi senza combattere, ed il sesto game fa da palcoscenico ad un controbreak. La rimonta è però parziale, ma soprattutto effimera, il servizio australiano cade per la terza volta consecutiva ed il 6-2 per Federer è solo questione di minuti.

La sensazione è che Roger sia ormai salpato verso i quarti di finale, ed un break in apertura conferma le aspettative. Sul 2-1 elvetico Tomic ha un ultimo sussulto di orgoglio, si procura due chance per recuperare lo svantaggio parziale, ma Federer è spietato come si compete ad un campione e dilaga fino al 5-1, concede un game all’avversario e chiude un 6-4 6-2 6-2 che conferma che lo svizzero è in ottime condizioni.

Il prossimo test per il numero 3 del mondo sarà Juan Martin Del Potro, che ha superato con un punteggio quasi identico Philipp Kohlschreiber. L’argentino ha riscaldato il cuore dei suoi fans, ancora all’attesa del tennista devastante che a fine 2009 conquistava lo US Open irrompendo nella diarchia Nadal-Federer. Il ventitreenne di Tandil ha infatti regolato il numero 41 del mondo per 6-4 6-2 6-1 in un match che ha avuto assai poca storia nelle sue due ore di durata. Troppa la differenza di peso tra la palla del gigante di Tandil e quella del bavarese, costretto ad abdicare ben sette volte nei propri turni di battuta.

Il match ha confermato la crescita costante di Del Potro durante la settimana. Dopo un inizio opaco contro Blaz Kavcic, il numero undici del torneo non ha più ceduto un set ed ha reso più solido e propositivo il suo tennis, come indica anche un bilancio di 31 vincenti e 14 errori.

Nella notte italiana Rafael Nadal (n.2) si è invece sbarazzato dell’amico Feliciano Lopez con lo score di 64 64 62. Nell’undicesimo scontro fra i due mancini iberici (9-2 per Nadal) non è cambiato di una virgola il leitmotiv del match. Da una parte il biondo di Toledo ha tentato con servizio profondo e discese a rete di spezzare il ritmo al compagno di Davis. Dall’altra parte, un sempre più convincente Nadal non ha battuto ciglio di fronte alla tattica avversaria, passando in continuazione con i suoi colpi da fondo e non trovando mai nessuna difficoltà a ribattere il servizio del rivale.

Con estrema facilità dunque il numero 2 del seeding passa il turno e si ritrova nei quarti accoppiato a Thomas Berdych (n.7), il quale fa sfumare la possibilità di un ennesimo derby spagnolo nella parte bassa del draw maschile degli Australian Open 2012. Dopo una vera e propria battaglia infatti il ceco ha avuto la meglio su Nicolas Almagro, numero 10 del tabellone. Tie break essenziali per decidere il vincitore dell’incontro. Mentre il primo set “è volato via semplicemente” a favore di Almagro (64 il punteggio del primo parziale, con Berdych falloso e poco incisivo con il servizio), nei seguenti tre set i due hanno risolto la contesa sempre al miniset. Anzi, più precisamente, è stato Berdych a risolvere il match, imponendosi consecutivamente con i punteggi di 75, 73 e 72, che gli valgono il pass per un quarto di finale di altissimo livello contro Nadal.

Clicca qui per saperne di più sugli Australian Open:


Nessun Commento per “ROGER: LEZIONE A TOMIC”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • DEL POTRO E BERDYCH PARTONO BENE A Melbourne l'argentino fatica più del previsto per superare il francese Mannarino, ma sulla distanza riesce ad avere la meglio. Berdych batte Ramos in 4 set. Tomic in rimonta su Verdasco
  • PRIMA NADAL, POI FEDERER Per il terzo turno degli Australian Open 2012, i due campioni programmati sulla Rod Laver Arena. Dolgopolov-Tomic nella night-session. Oprandi sfida la Goerges sul campo 3
  • TOMIC-FEDERER SFIDA DI CARTELLO Per gli ottavi degli Australian Open 2012, il giovane australiano e il quattro volte campione inaugurano la sessione serale sul centrale. Prima di loro in campo Azarenka, Nadal e […]
  • BENE NADAL, CADE FISH Il numero due del mondo supera Tommy Haas in tre set e vola al terzo turno dell'Australian Open, mentre Fish viene sorpreso da Falla. Federer avanza senza giocare, anche Del Potro e Berdych avanzano
  • LO SLAM DELLE CONFERME Federer sempre pericoloso, Murray in grande crescita, Djokovic solidissimo (e se trema, vince lo stesso). Mentre il buon Ferrer si schianta contro il solito muro. Nessuna sorpresa negli […]
  • BIG MAC A TUTTO CAMPO Appena atterrato in Australia, John McEnroe ne ha per tutti. Considera Tomic un talento da Slam, parla bene di Hewitt e vede con interesse la coppia Lendl-Murray

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.