FEDERER AL TOP: NEL 2013 HA GUADAGNATO PIU’ DI DJOKOVIC E NADAL

TENNIS – Secondo una ricerca di Forbes, Roger Federer nel 2013 ha guadagnato più di Djokovic e Nadal nonostante questi ultimi due abbiano vinto un maggior numero di trofei. Nel femminile Sharapova e Na Li superano Serena Williams

È ancora lui lo zio Paperone del tennis. Roger Federer viene incoronato tennista n°1 dalla rivista statunitense di economia e finanza Forbes, per quanto riguarda i guadagni del 2013, annata nella quale lo svizzero ha guadagnato circa 56 milioni di dollari, più di Rafael Nadal e Novak Djokovic che, al n°1 e 2 del ranking ATP, hanno vinto un maggior numero di competizioni nel circuito ATP e che, rispettivamente, hanno intascato 30 e 21 milioni di dollari.

Roger Federer nel 2013 ha vissuto forse il periodo più difficile della carriera, con l’infortunio alla schiena che, seppur non riuscendo a tenerlo fermo ai box, l’ha fortemente limitato in tutte le competizioni. Lo svizzero gioca qualche finale ma vince soltanto ad Halle, chiudendo l’anno al n°6 del ranking mondiale. Eppure RogerOne supera i diretti concorrenti a si piazza al settimo posto della particolare graduatoria che incorona gli sportivi più ricchi del 2013 e che vede troneggiare il pugile americano Floyd Mayweather con un guadagno di 105 milioni di dollari. Sui 56,2 milioni di dollari guadagnati dal 33enne svizzero, il 92% derivano da contratti di sponsorizzazione, a fronte dei 4,2 milioni conquistati vincendo tornei ATP.

Rafa Nadal (che aveva vinto i tornei di Brasile, Messico, Indian Wells, Barcellona, Madrid, Roma, Roland Garros, Montreal, Cincinnati e US Open) si piazza invece al nono posto tra gli atleti più pagati del 2013 con 44,5 milioni, 14 milioni e mezzo provenienti dalle vittorie sportive e 30 dalle sponsorizzazioni, raddoppiatesi grazie agli accordi sui bonus di fine anno, avendo chiuso al n°1 del ranking ATP. Il serbo Novak Djokovic (che aveva vinto Australian Open, Dubai, Montecarlo, Pechino, Shanghai, Parigi-Bercy e le ATP World Tour Finals) si è invece classificato al 17° posto con un incasso di 33,1 milioni, dei quali 12,1 dalle vittorie sul campo e 21 dai contratti di sponsorizzazione.

Stesso discorso per quanto riguarda le donne del tennis, con Serena Williams che ha chiuso il 2013 al n°1 del ranking WTA, ma i cui ricavi sono stati leggermente inferiori a quelli della russa Maria Sharapova che occupava il n°4 e della cinese Li Na al n°3. Masha ha guadagnato 24,4 milioni dollari, di cui 22 derivanti da contratti di sponsorizzazione; Na Li ha portato a casa un bottino di 23,6 milioni, 18 dei quali proveniente dagli sponsor. Per Serenona, che ha guadagnato 22 milioni di dollari in tutto il 2013, il bilancio è equilibratissimo, con il 50% guadagnato sul campo e l’altro 50 dagli sponsor. Insomma, il tennis si rivela, ancora una volta, uno degli sport più proficui del panorama sportivo mondiale e la principale fonte di investimento per le grandi aziende.


Nessun Commento per “FEDERER AL TOP: NEL 2013 HA GUADAGNATO PIU’ DI DJOKOVIC E NADAL”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.