FEDERER: “ATP E LAVER CUP, BINOMIO VINCENTE”

Federer parla della Laver Cup e del suo esordio a Parigi
martedì, 28 Maggio 2019

La Laver Cup sarà parte dei tornei Atp, per la gioia di Federer. Così ne parla lo svizzero: “Ho sempre pensato che sarebbe stato bello essere associati all’Atp. La Laver Cup ha fatto la proposta e l’Atp ci ha pensato un po’, poi ha capito che le edizioni di Praga e Chicago erano state grandiose e che per Ginevra in un batter d’occhio tutti i biglietti sono stati venduti e quindi hanno accertato. Spero che si potranno fare grandi cose insieme. È una cosa che rende soddisfatti entrambi altrimenti questo accordo non sarebbe stato fatto”.

Non è detto sia l’ultimo Tango a Parigi per lo svizzero: “Finché sono contento e sento di poter vincere i tornei più importanti e battere i giocatori migliori, rimarrò un po’più a lungo”.

Una longevità d alui stesso inattesa: “Ho smesso di sciare 11 anni fa perché pensavo che la fine dei miei giorni sul campo da tennis si stesse avvicinando, che avrei avuto soltanto altri 4-5 buone annate e che dopo sarebbe finita, e invece 11 anni dopo sto ancora giocando. In ogni caso tra cinque anni avrò più di 40 anni e difficilmente sarò nel circuito”.

Sull’aspetto fisico alla sua età racconta: “Faccio tanti esercizi basati sulla resistenza e sul movimento del corpo. Mi aiuta soprattutto al mattino a svegliarmi e a camminare subito. Poi dormo abbastanza, mangio bene, faccio stretching e massaggi. Il mio preparatore fisico Pierre Paganini è alla base. Lo conosco da quando avevo 14 anni, lavoriamo insieme da quasi 25 anni e Pierre conosce alla perfezione il mio corpo e anche la mia persona, sa quando sono in forma, quando sono stanco, quando ho bisogno di una pausa o quando posso forzare. Pierre sa come mi sento. Avere sempre lo stesso preparatore atletico è fondamentale”


Nessun Commento per “FEDERER: "ATP E LAVER CUP, BINOMIO VINCENTE"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.