FEDERER, BERDYCH E RAONIC: IL RITORNO DELLA OLD AGE

Lo svizzero, il canadese e il ceco: tre storie in comune fra la old age
sabato, 19 Gennaio 2019

Tennis. Una scelta che ha fatto scuola. La prese Federer a metà del 2016, fermandosi per mesi, per poi rientrare in maniera trionfale proprio in occasione di Melbourne 2017. Da lì, in tanti ci hanno provato, con risultati alterni: fino a questo Australian Open, con Berdych e Raonic quali esempi migliori di chi “si ferma non è perduto”.

La cosa bella del nostro sport è che si gioca tutto l’anno. Se ti infortuni puoi tornare e non devi aspettare altri cinque mesi perché non ci sono tornei. Ci sono tante cose positive sulla nostra lunga programmazione. Quando sei stato nel circuito per tanto tempo come Berdych e io, giocando stagioni complete per moltissimi anni e ti fermi a lungo hai la possibilità di guarire e fare un passo indietro, diventando più rilassatoÈ forse anche per questo che Tomas sta giocando così bene. I margini sono sottilissimi e anche un piccolo cambiamento può fare tanta differenza. È difficile fare delle pause perché abbiamo una classifica annuale e se non giochi scendi. Poi se torni e giochi senza fare risultati, il ritorno in top 10 o top 20 non è sempre garantito. Devi avere tanta fiducia nel prendere quella decisione”.

Federer ha anche parlato del divertimento provato in questi giorni, giocando: “Per ora tutto bene. Il semaforo è verde. Non ho infortuni, mi sto divertendo, mia moglie è felice e i bimbi si divertono tanto nel circuito. Quindi per ora non ci sono scadenze o lamentele. Sono soltanto contento per come sta andando“.

Foto di Ray Giubilo


Nessun Commento per “FEDERER, BERDYCH E RAONIC: IL RITORNO DELLA OLD AGE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.