FEDERER: “DOPO IL RITIRO FARÒ DI PIÙ PER LA FONDAZIONE”

Il fenomeno svizzero ha parlato della sua fondazione e del suo legame col Sudafrica prima dell’esibizione con Nadal

Tennis. Domani Roger Federer e Rafael Nadal disputeranno l’attesissima esibizione benefica a Città del Capo che segnerà il nuovo record di spettatori per il tennis.

Nel frattempo, il 20 volte campione Slam ha rilasciato una lunga intervista a Tages Anzeiger, dove ha parlato del suo legame con il Sudafrica (luogo di nascita di sua madre Lynette). 

“Da bambino passavo in Sudafrica due mesi all’anno. Tutta la famiglia era lì, compresa mia sorella, ovviamente. Abbiamo sempre trascorso le vacanze estive in Sudafrica, visitato i membri della famiglia in tutto il paese, visitato il Kruger National Park. 

Ho il passaporto sudafricano, ma è scaduto. Sono felice come un bambino quando il Sudafrica vince la Coppa del mondo di rugby. Perché so cosa significa per un paese a cui mi sento molto legato” – ha dichiarato lo svizzero.

“Cerchiamo di rimanere in un posto con la famiglia il più a lungo possibile. Ecco perché ho saltato l’ATP Cup. Discuto costantemente con Mirka su come possiamo trovare la soluzione più semplice per i bambini. Dopo il ritiro farò di più per la fondazione perché mi piace essere coinvolto, avrò più tempo.

Non potrò giocare nei “Match for Africa” come oggi, perciò dovremo compiere sforzi ancora maggiori per raccogliere denaro. Se fossi riconosciuto per il mio impegno nei confronti della fondazione tanto quanto per quello che ho realizzato nel tennis, sarebbe fantastico per me” – ha aggiunto.


Nessun Commento per “FEDERER: "DOPO IL RITIRO FARÒ DI PIÙ PER LA FONDAZIONE"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.