FEDERER E TSONGA VOLANO AGLI OTTAVI

Tennis - Prosegue la cavalcata di Roger Federer a Parigi, dove sconfigge facilmente anche il francese Benneteau, sua "bestia nera". Ora agli ottavi, Gilles Simon vincitore contro Sam Querrey. Avanzano anche Jo-Wilfried Tsonga, il sudafricano Kevin Anderson e Robredo. Fuori Raonic e Monfils.
venerdì, 31 Maggio 2013

Tennis. Parigi (Francia) Continua la marcia trionafale di Roger Federer al Roland Garros 2013. Lo svizzero ha sconfitto in tre set anche il francese Julien Benneteau, contro il quale in passato si era reso protagonista di vere e proprie battaglie (ricordiamo ad esempio Wimbledon 2012, quando Benneteau si trovò avanti due set a zero e più volte a due punti dal match, ma perse poi al quinto). Avanzano anche il beniamino di casa, Jo-Wilfried Tsonga, il sudafricano Kevin Anderson, che elimina Milos Raonic ed il ritrovato Tommy Robredo, che sconfigge Monfils.

Roger Federer [2] b. Julien Benneteau [30] 63 64 75. Nel terzo match programmato sul Philippe Chatrier, Julien Benneteau sembra essere sceso in campo con il piglio giusto: break in apertura e subito conferma, per il 2-0 iniziale. Federer d’altro canto, non sembra quello degli altri giorni, ma è solo un’impressione. Roger comincia a incantare col suo solito gioco, spettacolare, ma allo stesso tempo tremendamente efficace. Tiene il servizio, recupera il break, e mantiene la battuta ancora una volta, così come il francese. Dalla parità però, l’elvetico comincia a non lasciare più nulla al suo avversario, servendo in maniera impeccabile e rispondendo altrettanto bene. Break nell’ottavo gioco e set in cassa col successivo.

Secondo parziale inizialmente dominato dai servizi, ma non per questo meno  spettacolare. La parità regge fino al 4-4, poi “King Roger” decide che è il momento di chiudere il set e, quasi avesse la bacchetta magica, ci riesce facilmente, togliendo la battuta a Benneteau, per poi non sbagliare servendo per il set. Terzo set ancora più equilibrato dei precedenti, con il padrone di casa abile a tenere la battuta, ma incapace di mettere in difficoltà Federer in risposta. Come nel set precedente però, Roger quando vuole la chiude. Infatti nell’undicesimo gioco, sul 5-5, Federer toglie il servizio  Benneteau e chiude l’ultimo set per sette giochi a cinque dopo un’ora e 33 minuti di gioco.

Altra dimostrazione di forza da parte dello svizzero, che appare finalmente a suo agio quest’anno. Per lui ora, agli ottavi di finale, il francese Gilles Simon, vincitore col punteggio di 26 63 26 76 62 contro lo statunitense Sam Querrey.

Jo-Wilfried Tsonga [6] b. Jeremy Chardy [25] 61 62 75. Poco più di una formalità anche l’incontro di Jo-Wilfried Tsonga, che vola agli ottavi di finale senza alcun problema. Troppa la differenza tra lui e il connazionale Jeremy Chardy, incapace di togliere il servizio al più titolato avversario. Primi due set senza storia, con Tsonga troppo superiore, che concede la miseria di tre giochi a Chardy. Nel terzo sembra esserci partita, ma, quando sembrava che l’epilogo sarebbe stato il tie-break, Tsonga pratica il break e chiude per sette a giochi a cinque un match che non ha mai avuto storia.

Per il francese ora agli ottavi l’ostacolo Troicki. Il serbo ha sconfitto in tre set il croato, testa di serie numero 10, Marin Cilic.

Kevin Anderson [23] b. Milos Raonic [14] 75 76 63. Prima mezza sorpresa della giornata di oggi arriva da Kevin Anderson, capace di sconfiggere in tre set Milos Raonic. Contro ogni tipo di pronostico, il sudafricano doma facilmente il canadese, non concedendogli chance, confermandosi ancora una volta di avere uno dei migliori servizi del circuito. Il primo set segue l’andamento dei servizi, come da pronostico vista la fama dei due giocatori in campo, finché Anderson non breakka Raonic nell’undicesimo gioco, vincendo il primo parziale. Secondo set che finisce al tie-break, vinto anch’esso dal sudafricano in stato di grazia. Nel terzo invece, dopo essersi portato avanti 3-2, Raonic crolla e perde quattro game consecutivi. Game, set and match Anderson, che ottiene uno dei risultati migliori della sua carriera, arrivando agli ottavi del Roland Garros, dove incontrerà la testa di serie numero 4, lo spagnolo David Ferrer, per un ostacolo che sembra intramontabile, ma nulla è già scritto.

Tommy Robredo [32] b. Gael Monfils [WC] 26 67 62 76 62. Sembrava essere il suo torneo, invece Gael Monfils non ce l’ha fatta ad arrivare agli ottavi di finale, eliminato dal redivivo Tommy Robredo. Il francese, sull’onda dell’entusiasmo, parte forte e non concede nulla all’avversario, che in poco tempo è già sotto di un set. Il secondo è decisamente più combattuto: break e controbreak nel quarto e quinto game, per poi andare al tie-break, dove la spunta il transalpino, che vede gli ottavi. Ma proprio sul più bello, ecco la reazione d’orgoglio dello spagnolo. Vince il terzo set di rabbia, ma subisce il break nel settimo gioco del quarto parziale. Monfils vola sul 5-3 e Robredo tiene il servizio nel game successivo. Il francese serve per il match e il “Suzanne Lenglen” è una bolgia. Lo spagnolo però non si perde d’animo, breakka l’idolo di casa tra lo sconforto generale e vince il tie-break, portandosi sul due pari. Inerzia tutta dalla parte di Robredo, che non si deconcentra e chiude facilmente il match, con un 6-2 finale che lascia molti rimpianti a Monfils, per un’occasione veramente buttata al vento. Ora Robredo, che come Haas sta giocando un tennis spettacolare, nonostante l’età, l’incontro con Almagro negli ottavi.

 


Nessun Commento per “FEDERER E TSONGA VOLANO AGLI OTTAVI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.