FEDERER GIOCHERA’ IL TORNEO DI VIENNA?

Il fenomeno di Basilea dopo la bruciante sconfitta a Shanghai potrebbe accettare la corte di Herwig Straka, direttore del torneo di Vienna.
giovedì, 15 Ottobre 2015

TENNIS – La sconfitta di Roger Federer al suo debutto a Shanghai ha generato dei veri e propri effetti collaterali circa il calendario del fenomeno di Basilea. Già perchè la sconfitta al suo arrivo in Cina non può essere sottovalutata visto anche considerato l’aver perso la seconda piazza nel ranking mondiale appannaggio di un Andy Murray che continua imperterrito in un 2015 travolgente. Negli attimi immediatamente successivi al capitombolo contro Albert Ramos si è da subito scatenato il ‘toto’ Federer circa le sue prossime apparizioni nel circuito prima del grande appuntamento alle Finals di Londra. Chi non hanno perso tempo sono stati gli organizzatori del torneo di Vienna che, lesti come un ace del fenomeno rossocrociato, hanno prontamente offerto all’ex numero uno del mondo una wild card.

Roger potrebbe decidere di accettare ‘la corte’ degli austriaci anche se, al momento, nulla è ancora ufficiale. La sconfitta contro lo spagnolo al ‘mille’ di Shanghai ha sensibilmente minato alcune certezze del Maestro svizzero che, anche a corto di minuti sul campo (dal 19 settembre ad oggi ha totalizzato la miseria di 120 minuti) non è riuscito a regalare una gioia tanto attesa da tutto il popolo asiatico che riconosce in lui la vera icona del tennis moderno. Ufficialmente dovremmo vedere certamente Federer nel torneo di casa, a Basilea per poi ritrovarlo a pieno regime alla O2Arena ma a questo punto tutto diventa possibile. Giocando il solo torneo elvetico il sette volte campione a Wimbledon avrebbe due settimane di ‘buco’ in calendario, forse troppe anche per uno come lui che non riesce a stare lontano dalla competizione.

Herwig Straka, direttore del torneo di Vienna, che quest’anno ha ‘scippato’ il posto in calendario occupato da Valencia, non ha molti dubbi e alla stampa austriaca ha fatto capire che tenterà il possibile per portare Roger oltre le Alpi: “Chiamerò subito Roger Federer per convincerlo a venire a Vienna. Per lui sarà valida una wild card fino all’ultimissimo momento”, ha concluso il direttore della manifestazione. In aiuto di Straka ci sarebbe, e questo sarebbe incredibile, anche Tommy Haas, amico prima che collega di Roger. Il tennista tedesco sta cercando in queste ore di convincere ‘The Swiss Maestro’ a giocare questo torneo, andando così a riscattare la brutta parentesi asiatica.

Straka secondo indiscrezioni avrebbe anche chiamato Rafa Nadal che avrebbe dato un assenso di massima. In attesa di conferme ufficiali, la situazione Federer andrà monitora giorno dopo giorno senza escludere clamorosi colpi di scena. Parigi- Bercy e Basilea aspettano il fenomeno svizzero e, a questi, adesso si aggiunge anche Vienna, chissà chi avrà il privilegio di poter ospitare uno dei totem di questo magnifico sport.


Nessun Commento per “FEDERER GIOCHERA' IL TORNEO DI VIENNA?”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.