FEDERER: “GRAZIE DEL SOSTEGNO PETE”

Sampras lo elogia e Roger Federer ringrazia. Lo svizzero tornato brillantemente in campo a Dubai parla del suo momento e della piacevole sensazione di aver il sostegno di un campione assoluto come Pete.
martedì, 25 Febbraio 2014

Tennis – Roger Federer sta tornando, il primo turno al Dubai Duty Free Championships, in cui lo svizzero ha superato brillantemente Benjamin Beckec ne è la prova. Sul cemento, dove l’ex numero uno al mondo ha già trionfato cinque volte, si è rivisto un Roger d’altri tempi. Freschezza atletica, dosata durante il match, e colpi che strappano applausi, come il suo meraviglioso “tweener”, marchio di fabbrica dell’elvetico che non stanca mai l’occhio di chi ama il tennis.

Tra gli innumerevoli ammiratori Federer può vantare anche (e da tempo immemore) un certo Pete Sampras. L’americano stella del tennis mondiale targato anni novanta, ha voluto ancora una volta ribadire la sua stima nei confronti del campione di Basilea.

Secondo Sampras “Re Roger” può aumentare il suo bottino con gli Slam, andando a blindare un record già pazzesco con 17 titoli vinti. L’occasione si potrebbe presentare già a Wimbledon, dove Pete si augura che Federer riesca a trionfare, superando il primato detenuto oggi in comproprietà tra i due con 7 successi a testa sull’erba dell’All England.

Le parole spese da Sampras non hanno lasciato indifferente lo svizzero che, tornato raggiante in volto, ha toccato l’argomento durante la conferenza stampa post gara negli Emirati.

Mi dà molta fiducia sapere che qualcuno come lui crede in me, è nel mio angolo e posso sempre chiamarlo per chiedergli qualche consiglio. Voglio vincere ancora, ma non voglio necessariamente annullare i suoi record. Sto giocando per me, per la mia squadra e per il mio paese e sono molto felice che le cose ora stiano andando per il verso giusto”

Il merito di questo inizio stagione, timbrato con la finale di Brisbane e la semifinale agli Australian Open, va in gran parte al cambio di telaio con cui Federe si è presentato ai nastri di partenza del 2014.

“ Ho avuto momenti in passato dove non riuscivo a servire così bene, ho dovuto lottare con il mio rovescio, non trovando bene i tempi dell’impatto. Ora sento che le cose sono cambiate riesco ad avere maggiore controllo dei miei mezzi anche nelle giornate meno positive. Era quello che mi aspettavo dalla mia nuova racchetta. Riesco a trovare meglio la continuità e questo è fondamentale, soprattutto nelle fasi più delicate  dei match”.

La ritrovata fiducia nei colpi ed un’ottima forma fisica, hanno consegnato a Federer una seconda gioventù, facendo godere allo svizzero alcuni aspetti del tennis finora quasi sconosciuti.

“Mi piace molto giocare e girare il mondo con la mia famiglia, è piacevole la sensazione di non essere necessariamente sotto pressione. La mia situazione oggi è fantastica. Non ho più i crampi allo stomaco come quando ero ragazzo e posso giocare tranquillamente il mio tennis, libero da nervosismi e senza il peso di una vittoria a tutti i costi”


Nessun Commento per “FEDERER: “GRAZIE DEL SOSTEGNO PETE””


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.