FEDERER: “PERDERE A CINCINNATI MI HA FATTO BENE”

Lo svizzero parla di Cincinnati e della sconfitta con Rublev in vista degli Us Open

Federer arriva a questi Us Open con un curriculum estivo non esaltante: forfait a Montreal e sconfitta nel secondo turno di Cincinnati da Rublev. Eppure lo svizzero non sembra preoccupato.

“In Ohio ho perso nei primi turni, però certe volte deve succedere proprio questo se ti vuoi allontanare dalle difficoltà. Devo recuperare, allenarmi duramente e allora sarò pronto. Non sto forzando tanto. So che sarà difficile puntare al successo e che non sarò un favorito assoluto come accaduto nel 2008. So, però, come affrontare il torneo mentalmente e non è una cosa da poco”.

Queste le sue parole in vista di New York: Sono sereno e pronto, non ho dubbi su questo. Ogni tanto bisogna sfruttare questi momenti per riposarsi. Senza un grande riposo non ci sono vittorie, è semplice. E’ sorprendente come le cose siano migliorate negli ultimi anni. Chiunque può fare dei ritorni in qualsiasi momento anche dopo periodi lungi. Penso a Rafa o Novak, per esempio. Nadal  è il migliore al momento a riposare e recuperare in poco tempo. E’ incredibile quello che riesce a fare. Djokovic, invece, è impressionante come rimanga sempre aggressivo. Io cerco di variare di più, di usare di più lo slice, però è la consistenza la chiave quando si tratta di ritornare”.


Nessun Commento per “FEDERER: "PERDERE A CINCINNATI MI HA FATTO BENE"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.