FEDERER: “GIOCO ROMA O MADRID, PRESTO PER MONACO”

Lo svizzero parla del calendario sul rosso: grosse chance di vederlo al Foro

Tennis. L’attesa sale, il desiderio e la speranza di vedere Federer ancora una volta al Foro italico cresce. Ormai non ci si sperava più ed invece, per ammissione e voce stessa del 20 volte vincitore Slam, potremmo rivederlo a Roma per il torneo Masters 1000.

“Non voglio giocare troppo, preferisco allenarmi di più e prepararmi bene per la stagione su erba, non voglio assolutamente esagerare. A quale torneo potrei puntare? Montecarlo è probabilmente troppo presto nel calendario. Probabilmente giocherò Madrid o Roma”.

Sulla terza edizione della sua Laver Cup, prevista a settembre nella sua Svizzera e precisamente a Ginevra, ha detto: L’idea era di portare la Laver Cup in tutto il mondoAbbiamo già superato di gran lunga le nostre aspettative iniziali. Praga è stata un successo enorme. Anche a Chicago è andata bene e ora è il turno di Ginevra, qualcosa di molto speciale per me. Spero che i fan svizzeri accorrano numerosi. Darò tutto me stesso e non vedo l’ora di assistere ad una festa del tennis a Ginevra. Il Palexpo è un’arena meravigliosa. La vendita dei biglietti già sta andando bene apparentemente. Mi è sempre piaciuto venire qui, per me Ginevra è la casa della Coppa Davis in Svizzera. Avevo 11 anni nel 1992 e ricordo la bellezza di 18.000 persone al Palexpo per assistere alla sfida tra Svizzera e Brasile.”

Probabile la presenza di Nadal, si attende risposta da Wawrinka: per quest’ultimo sarebbe la prima volta. Confermato Borg in qualità di coach.


Nessun Commento per “FEDERER: "GIOCO ROMA O MADRID, PRESTO PER MONACO"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Gennaio 2019

  • Nole è sempre Nole. Djokovic chiude l'anno da n.1 per la quarta volta rimontando addirittura dalla posizione n.22 che occupava a metà del 2017, l'ennesima prova di carattere, volontà e talento del serbo.
  • Zverev apre una breccia. A chiudere in bellezza il 2018 è stato il giovane tedesco col trionfo al Masters, e ora la domanda nasce spontanea: il 2019 sarà l'anno dell'atteso ricambio generazionale in campo Atp?
  • Anno nuovo Davis nuova. Ormai ci siamo, è tempo di rivoluzione in ambito Davis. Si riparte con la nuova formula, ma le polemiche non si placano.