FEDERER SALTA MADRID, ROMA E’ PIU’ VICINA

Un problema alla schiena ha costretto lo svizzero a salutare il Masters 1000 spagnolo, ma l'obiettivo è essere pronto per gli Internazionali d'Italia

TENNIS – L’annuncio della sua partecipazione al Masters 1000 di Madrid aveva fatto nascere qualche timore nel cuore dei tantissimi appassionati che assieperanno gli spalti e il ground del Foro Italico, ma adesso che Roger Federer ha dato forfait al torneo madrileno a causa di un problema alla schiena, la paura di non vedere il campione svizzero agli Internazionali d’Italia si è nuovamente affievolita.

Del resto è stato lo stesso Federer a comunicare che l’obiettivo principale adesso è riuscire a presentarsi in buone condizioni a Roma, anche perché è l’ultimo appuntamento prima del Roland Garros, il secondo Slam stagionale al quale lo svizzero tiene tantissimo.

“Non voglio prendere rischi – ha dichiarato Roger davanti ai microfoni quando ha annunciato il suo forfait a Madrid – perché voglio arrivare bene a Parigi. Purtroppo il problema accusato alla schiena mi ha impedito di allenarmi in questi ultimi giorni, e di conseguenza ho dovuto prendere la decisione di non giocare a Madrid. L’infortunio comunque – ha proseguito lo svizzero – non è della stessa entità di quello che avevo avuto alle Atp Finals del 2014, ed è proprio per questo che preferisco non rischiare”.

A questo punto quindi la sua presenza a Roma diventa praticamente imprescindibile. “Spero di essere in buone condizioni – ha affermato Federer – l’obiettivo è sfruttare questa settimana per recuperare al cento per cento dal problema alla schiena, in modo da poter giocare al meglio agli Internazionali d’Italia”. Possono tirare un bel sospiro di sollievo quindi tutti gli appassionati che si recheranno a Roma (anche perché Federer ha già confermato la prenotazione alberghiera), ma resta da vedere in quali condizioni l’attuale numero tre del mondo si presenterà sulla terra battuta nostrana.

In questo 2016 infatti, è riuscito a giocare al meglio soltanto agli Australian Open (quando perse in semifinale dall’eventuale campione Novak Djokovic), e nelle ultime settimane è riuscito a mettere insieme solo le tre partite disputate a Montecarlo, ma si sa, Roger è Roger e il semplice fatto di poterlo vedere a Roma accende già l’entusiasmo dei suoi tantissimi tifosi. Poi bisognerà vedere se quanto riuscirà ad andare avanti nel tabellone, fermo restando che avendo davanti il periodo più intenso dell’anno (composto da Roland Garros, Wimbledon e Olimpiadi) il campione svizzero dovrà gestore al meglio le forze, sia fisiche che mentali.

Nella foto Roger Federer (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “FEDERER SALTA MADRID, ROMA E' PIU' VICINA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.