FEDERER: “SIAMO FAVORITI, MA OCCHIO AL TEAM WORLD”

Il Team Europa vuole aggiudicarsi anche la terza edizione della Laver Cup, ma guai a sottovalutare le ambizioni del Team World

Tennis. Manca pochissimo all’inizio della terza edizione della Laver Cup, in programma a Ginevra dal 20 al 22 settembre. Tutti gli occhi saranno puntati sul padrone di casa Roger Federer, che potrebbe riformare un doppio storico con l’eterno rivale Rafael Nadal.

Non è da sottovalutare il fatto che si giochi indoor – ha dichiarato al sito ufficiale – al meglio dei tre set, contro dei big server dotati anche di un grande dritto. Team World ha anche ottimi interpreti dei tie break, aspetto da non sottovalutare. Siamo favoriti, è vero, ma il margine non è poi così ampio.

Bjorn Borg è dello stesso parere: “Sarà fondamentale la tenuta mentale sui tre giorni, senza trascurare la loro migliore adattabilità al doppio: sono molto forti, Sock è uno specialista tra i migliori al mondo in questo momento, sappiamo che sarà dura.”

John Isner, anche quest’anno tra le file del Team World, è pronto a dare battaglia: L’Europa ha messo insieme quella che probabilmente è la più forte squadra di tennis di tutti i tempi. Dalla nostra parte abbiamo giocatori molto potenti, ma affrontiamo i migliori colpitori di palla del mondo. Abbiamo la possibilità di chiudere presto i punti e dobbiamo provarci.”

Il capitano sarà ancora una volta John McEnroe: “I nostri possono far saltare la racchetta dalle mani di chiunque. Non sarà una guerra di logoramento, le partite andranno risolte velocemente. Poi servirà anche un pizzico di fortuna, perché non so come sarebbe andata un anno fa se non avessimo fallito match point in quattro partite.”


Nessun Commento per “FEDERER: "SIAMO FAVORITI, MA OCCHIO AL TEAM WORLD"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.