FINALE COPPA DAVIS, NOAH: “LA SCELTA DI CHARDY E’ PONDERATA”

Il capitano francese ha spiegato di aver riflettuto a lungo sulla decisione dei due singolaristi da schierare venerdì, mentre il "collega" croato Krajan si è detto fiducioso riguardo alle possibilità di Cilic e Coric

TENNIS – “Ho riflettuto molto sulle scelte da fare, e alla fine ho pensato che la cosa migliore fosse iniziare con i due giocatori che venerdì apriranno la nostra finale di Coppa Davis”. Con queste parole il capitano Yannick Noah, subito dopo il sorteggio dei match che vedranno la sua Francia sfidare in casa la Croazia per la prestigiosa insalatiera d’argento, ha spiegato la decisione di affidarsi insieme a Jo-Wilfried Tsonga a Jeremy Chardy per i due match di singolare in programma domani.

A destare stupore naturalmente è stata l’esclusione di Lucas Pouille, ritenuto da tutti il giocatore su cui la Francia avrebbe puntato, ma Noah ha fatto capire di avere le idee molto chiare in merito alla sua delicata scelta. “Sono due mesi – ha detto il capitano della Francia – che sto valutando attentamente la situazione, e nel fare questa scelta ho tenuto conto di molti fattori, a partire dallo stato di forma dei giocatori fino ad arrivare al loro spirito e al grado inserimento e affiatamento all’interno del gruppo. Alla fine ho ritenuto opportuno schierare Jeremy Chardy e Jo-Wilfried Tsonga e so che entrambi daranno il massimo per provare a tenere a casa nostra la Coppa Davis dopo il trionfo dell’anno scorso”.

Una decisione importante quindi quella presa da Noah, che però non ha stupito più di tanto, almeno stando alla sua reazione, il capitano della Croazia Zeljko Krajan. “Quando abbiamo saputo che Monfils e Simon non avrebbero fatto parte del gruppo della finale – ha dichiarato il croato –  e che anche Gasquet non ci sarebbe stato a causa di un infortunio, la possibilità di vedere in campo Chardy l’abbiamo tenuta in considerazione. Anche perché Noah ha sempre dimostrato di saper tirare fuori dalla sua manica l’asso giusto, e il modo con il quale sa motivare i suoi giocatori è unico, quindi sappiamo che Chardy sarà un avversario molto difficile da battere”. Di certo però Krajan ripone tantissime speranze in Marin Cilic e Borna Coric. “So che possono giocare due grandi mattch – ha concluso il capitano della Croazia – e spero che diano il massimo in campo. Abbiamo tanta voglia di giocare questa finale e l’atmosfera che si respirerà dentro lo stadio ci caricherà ancora di più”.

(Nella foto la Coppa Davis – www.zimbio.com) 


Nessun Commento per “FINALE COPPA DAVIS, NOAH: "LA SCELTA DI CHARDY E' PONDERATA"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.