FINALE COPPA DAVIS, SOLD-OUT CON POLEMICHE

TENNIS - Sarà tutto esaurito per la finale di Coppa Davis 2014 tra Francia e Svizzera. I biglietti terminati dopo pochi minuti dalla messa in vendita a causa della poca organizzazione della Federazione francese.
sabato, 18 Ottobre 2014

Manca più o meno un mese allo showdown tra Francia e Svizzera. Le due nazioni si sfideranno dal 21 al 23 Novembre nella finale di Coppa Davis e allo stadio Pierre-Mauroy di Lilla si prevede un’atmosfera caldissima. La Federazione francese ha infatti comunicato che alla messa in vendita dei biglietti, gli stessi sono andati a ruba in poche ore e a mezzogiorno la prevendita era già chiusa. Nonostante i 27000 ticket venduti si è alzata forte la voce dei delusi, coloro che non sono riusciti ad aggiudicarsi un seggiolino nell’arena per colpa della scarsa organizzazione della FFT.

Inizialmente la Federazione aveva comunicato che i biglietti sarebbero stati divisi in tre scaglioni: una riservata ai soci della Federazione Francese di Tennis, a quella Svizzera e alla Federazione internazionale; il secondo sarebbe stato messo sul sito della FFT per gli acquisti online a partire dal 10 Ottobre; la terza in vendita al pubblico il 17 Ottobre dalle ore 10 sulle reti di vendita tradizionali, ma anche sui siti web della FFT e dello stadio Pierre Mauroy. Venerdì mattina alle ore 10, i siti sono stati presi d’attacco e molti fan hanno atteso invano. Alcuni addirittura hanno creduto di aver raggiunto l’obiettivo prima di scoprire che si trattava solo di un bug del computer. Poco dopo, la Federazione confermava che non vi era più disponibilità. Inoltre, per rendere l’accaduto ancora più spiacevole, è venuto fuori che i biglietti in vendita non erano 24.000, come annunciato dalla FFT inizialmente (18.000 per il grande pubblico, 6000 per le società), ma i tagliandi resi disponibili ammontavano solo a 7.000.

Di fronte a questa malinteso, la Federazione francese ha spiegato che c’è stato di certo un malinteso sulle modalità d’acquisto dei biglietti riservati al pubblico: “In effetti, le vendite su Internet di venerdì mattina sono state le prima di una serie di canali di vendita al pubblico. Questo spiega che in realtà il numero di posti disponibili sul sito andava tra 6000 e 7000. Forse avremmo dovuto sottolineare questo aspetto. L’ultima speranza per chi non è riuscito a trovare un posto allo stadio è rivolgersi al mercato nero e ai bagarini. I biglietti non sono nominativi, per cui hanno già iniziato a circolare tagliandi a prezzi esorbitanti: dai 1000 euro in su. Un prezzo che, per molti, varrà la pena di spendere per vedere una finale insolita, che potrebbe regalare ad un Federer a fine carriera (o quasi) la competizione che tanto desidera oppure vedere la fresca ed entusiasta Francia di Tsonga e Monfils alzare un trofeo in casa.

 


Nessun Commento per “FINALE COPPA DAVIS, SOLD-OUT CON POLEMICHE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.