FINALMENTE GAIO

Grande vittoria per il tennista faentino che al primo turno del Challenger 42.500€ di Reggio Emilia si è imposto al tie-break del terzo set sul francese Josselin Ouanna, numero 145 del mondo, centrando il primo successo in carriera a livello ATP
martedì, 22 Giugno 2010

Reggio Emilia – Giungono subito piacevoli notizie dalla “Camparini Gioielli Cup”, torneo Challenger da 42.500€ in corso sui campi in terra battuta del Circolo Tennis Reggio Emilia. Nel primo match di giornata infatti, la giovane wild card azzurra Federico Gaio, classe 1992 e numero 933 del mondo, ha colto il più importante successo della sua sin qui breve carriera, estromettendo dalla manifestazione il francese Josselin Ouanna, numero 8 del seeding e 145 della classifica ATP, ma già top100 nella passata stagione. L’allievo di Nicola Ceragioli si è imposto con il punteggio di 6-4 4-6 7-6, recuperando un break di svantaggio nel parziale decisivo ed annullando anche un match-point al rivale.

Gaio parte forte, poi si spegne. Nonostante sia subito andato sotto di un break, il diciottenne azzurro non si è scomposto, riuscendo presto a riportarsi in parità. In seguito è riuscito, di gran classe, a strappare la battuta all’avversario nel decimo game, facendo sua la prima frazione. Ottimo avvio anche nel secondo set, con il nostro che si è spinto rapidamente sul 4-1, arrivando anche a due punti dal doppio break (30-15 in risposta nel sesto game). Da quel momento in poi però, la “lucina” si è spenta e Gaio ha iniziato ad innervosirsi, risultando meno meno lucido e finendo così per subire la rimonta del rivale che, con un parziale di cinque giochi a zero, pareggiava il compiuto dei set.

Terzo set al cardipalmo. Esaltato dalla rimonta compiuta, il tennista transalpino si è issato di un break nel set decisivo, ma non è riuscito a mantenerlo a lungo, con Gaio che, giocando un ottavo game pressochè perfetto, ha agguantato il 4-4. Grande rischio per l’emiliano nell’undicesimo game, che l’ha visto uscire brillantemente da una situazione di 0-40 e mantenere la battuta. Giunti al tie-break, l’azzurro ha dimostrato grande freddezza, e, dopo aver recuperato un mini-break di svantaggio ed annullato un match-point (con il proprio servizio), ha piazzato la zampata decisiva nel 14esimo punto, chiudendo vittoriosamente l’incontro dopo 2 ore e 6 minuti di dura lotta.

Vittoria del tutto inattesa. Il potenziale non è mai venuto a mancare, ma Federico in questi primi mesi del 2010 ha raccolto davvero poco. Un solo punto ATP (che significa un unico match vinto in tabellone), e troppe magre figure anche a livello juniores avevano scaturito qualche dubbio sulle reali capacità dell’azzurro, che invece ha dimostrato ancora una volta di saperci fare veramente. Questo successo dà un’importante “sterzata” al suo rendimento, in quanto, oltre ad essere il primo della carriera a livello Challenger, è arrivato contro un giocatore dal valore induscusso, capace di arrivare sul gradino numero 88 della classifica e di raggiungere il terzo turno al Roland Garros 2009, con una vittima di prestigio assoluto: Marat Safin. Per Gaio, oltre ad una buona bose di fiducia, arrivano anche una bella manciata di punti, e la possibilità di sfidare il vincente fra El Amrani e Ungur nel secondo round.




Nessun Commento per “FINALMENTE GAIO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • SI SALVANO IN DUE Degli otto azzurri in gara oggi al Challenger di Reggio Emilia, sono il due sono riusciti ad imporsi nei propri match, con Volandri che si è qualificato per i quarti di finale, e Fabbiano […]
  • BRILLA THOMAS FABBIANO A Reggio Emilia il tennista azzurro, wild card classe 1989, supera in due set il brasiliano Thiago Alves, numero 2 del torneo e 105 della classifica mondiale, centrando il primo quarto di […]
  • “VAGNO” NON SI FERMA L'ascolano manda k.o. anche l'irlandese Conor Niland, e centra la semifinale nel Challenger tedesco di Marburg. A Reggio Emilia fuori Volandri e Fabbiano. Marrai e Ghedin in finale nei tornei ITF
  • ELIMINATI VAGNOZZI E GALVANI Nella seconda giornata di qualificazioni agli Open di Francia, eliminati in maniera netta i nostri due rappresentanti in gara Simone Vagnozzi e Stefano Galvani. Domani tocca a Gianluca Naso
  • TODI: FEDERICO GAIO SI QUALIFICA PER I QUARTI DI FINALE Il tennista azzurro entra tra i primi otto del Challenger umbro grazie al 6-4 6-2 con il quale ha superato Alessandro Giannessi
  • ATP QUITO: CECCHINATO FERMATO DALLA PIOGGIA, GAIO ELIMINATO Il faentino è stato battuto in due set (7-6 6-3) dallo spagnolo Carballes Baena. A Sofia e Montpellier invece avanzano Troicki e Chardy

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.