FINALS, DJOKOVIC RAGGIUNGE ZVEREV IN FINALE

Nole batte Anderson nella semifinale del sabato sera, sfiderà il tedesco nell'ultimo atto delle Finals. Il resoconto del match contro il sudafricano.

TENNIS – Se la prima semifinale è stata combattuta punto a punto nonostante la conclusione in due set, la seconda è decisamente più rapida e conferma i valori che ci si aspettava alla vigilia. A raggiungere Alexander Zverev nell’ultimo atto delle Finals è Novak Djokovic, che spazza via Kevin Anderson senza particolari affanni e si appresta a vivere la finale di Londra con l’etichetta di netto favorito.

Un sabato sera perfetto per Nole, che nel pomeriggio evita l’ennesima sfida tra titani con Federer, battuto dalle ambizioni e dalla fame del giovane talento tedesco. Per il serbo, però, c’è da superare uno scoglio proveniente dal Sudafrica, già negli annali per il suo ingresso tra i primi quattro della manifestazione di fine anno. Anderson, però, regge soltanto per la prima parte del primo set, prima di consegnarsi all’avversario senza opporre resistenza.

Già nel primo game del match, infatti, Djokovic strappa il turno di battuta al rivale e mette la freccia in un incontro che lo vede sempre e costantemente in vantaggio psicologico e fisico, oltre che in termini di mero punteggio. Anderson cerca di rimanere aggrappato al numero uno del mondo, provando la partenza flash in risposta, ma viene puntualmente ripreso e accusa il contraccolpo al settimo gioco, quando capitola nuovamente alla prima palla break. Nole sale 5-2 e servizio, chiudendo poi 6-2 il primo set sul servizio successivo.

Nel secondo, invece, la sfida è ancor più impari dei minuti precedenti. Il break al primo game si ripete anche qui, con tanto di bis al quinto gioco, quando ormai il sudafricano si considera mentalmente fuori dai giochi senza battere ciglio. Djokovic cerca di accelerare i tempi già dal 4-1 e servizio, chiudendo il turno di battuta successivo e attaccando immediatamente in risposta. Concede un game ad Anderson nonostante qualche affondo che lo porta ai vantaggi, ma la vittoria è questione di tempo: arriva con lo stesso punteggio del primo set, con trionfo a zero al primo match point.

Si chiude con un doppio 6-2 per Djokovic, che regola la pratica Anderson nel giro di un’ora e diciassette minuti. L’impegno di domani sarà probabilmente più complicato, considerando lo stato di forma e il tasso tecnico più talentuoso e meno operaio di Zverev. La finale con il tedesco può chiudere una stagione memorabile per Nole.


Nessun Commento per “FINALS, DJOKOVIC RAGGIUNGE ZVEREV IN FINALE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.