FINITO IL MIRACOLO VANDEWEGHE, MASHA IN SEMIFINALE

Quarti di finale a Wimbledon. Serve una grande Maria Sharapova per avere ragione in tre set di Coco Vandeweghe, la cacciatrice di teste di serie
martedì, 7 Luglio 2015

TENNIS – Coco Vandeweghe, la cacciatrice di teste (di serie), cade sotto il capriccioso cielo londinese. Battuta 6-3, 6-7(3) 6-2 in due ore e tre quarti da Maria Sharapova, la quale conquista così la semifinale di Wimbledon 4 anni dopo l’ultima volta. Per la statunitense Vandeweghe, che in questo torneo ha messo in fila, nell’ordine, Pliskova, Stosur e Safarova, la soddisfazione, a 23 anni, di aver strapazzato il vertice del suo sport nel torneo più prestigioso. Ma serve la miglior Sharapova (servizio a parte…) per abbattere la cacciatrice.

Il match inizia in ritardo di una mezz’oretta per via di due gocce di pioggia due. L’americana provoca, sfida da subito la più quotata avversaria imprimendo interessanti accelerazioni di rovescio. Costringe Masha a 10 minuti in trincea soltanto per tenere il servizio d’apertura, ma a volte è anche preda di eccessiva confidenza. Maria punta tutto sulla prima, ma nemmeno questa è una giornata brillante al servizio (condizionato peraltro da problemi sul lancio palla). La russa subisce prima l’irruenza di Coco, poi le risponde con la stessa moneta strappando con i denti il break del momentaneo 3-1, per poi concederle l’immediato controbreak all’ennesima spallata della newyorkese. Sharapova allora accelera e torna avanti 4-2, poi 5-2. Coco accorcia 5-3, ma Maria, al primo turno tranquillo alla battuta, porta a casa il set.

Vandeweghe prova ad appesantire ulteriormente i colpi, quasi a voler spazzare via la bella siberiana. Masha però non si scompone, i timori iniziali sono scomparsi, nonostante il servizio resti tutto fuorché un approdo sicuro. Il bello, per lei, è che anche dall’altra parte della rete si tentenni in quel fondamentale. Trema dunque il braccio di Coco sull’1-1 ed ecco il break. La russa si porta 3-1, Coco risponde per il momentaneo 3-2 e con un gesto plateale chiede il sostegno del pubblico. Il 4-2 di Maria arriva su una monumentale seconda che la dice tutta sul suo spirito a questo punto. Il colpo di scena però è dietro l’angolo: Sharapova serve per il match sul 5-4, Vandeweghe breaka e fa impazzire il Centrale. Non è finita: interminabile il game del 6-5 Vandeweghe; interminabile anche il gioco seguente, dove Masha annulla due set point e porta tutto al tiebreak. Un tiebreak in cui fa tutto la statunitense: avanti 3-1, si fa raggiungere sul 3-3, poi altro scatto sul 6-3; rovescio vincente e il secondo set è suo.

Sbaglia troppo la newyorkese, che sembra smontata all’inizio del set decisivo, regalando all’avversaria il momentaneo 2-0. Impressione sbagliata, perché Sharapova arriverà anche sul 3-0, ma lottando su ogni palla contro una Wandeweghe sempre lì. E’ un fiume in piena che si dimentica del torneo, si dimentica del Centrale, si dimentica dell’avversaria: c’è soltanto lei e un bersaglio da polverizzare. Morale della favola, da 0-3 si porta 2-3 grazie al controbreak. A questo punto, allora, è l’esperienza di Masha a fare la differenza: nuovo break su una bastonata di rovescio da dimenticare dell’avversaria e 4-2. Altro break sul 5-2 e la semifinale di Wimbledon è sua. La cacciatrice è vinta.

Foto: archivio Wimbledon


Nessun Commento per “FINITO IL MIRACOLO VANDEWEGHE, MASHA IN SEMIFINALE ”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • SERENA-MASHA, LA SEMIFINALE E’ SERVITA Quarti di finale a Wimbledon. La Williams supera un'Azarenka scesa tra secondo e terzo set. Serve invece una grande Sharapova per piegare Coco Vandeweghe
  • WIMBLEDON, SERENA E SHARAPOVA FACILI, FUORI IVANOVIC E PLISKOVA Maria Sharapova lascia quattro game a Richel Hogenkamp. Serena Williams uno in più a Timea Babos. Coco Vandeveghe elimina a sorpresa Karolina Pliskova, e affronterà Sam Stosur. Battuta […]
  • PILLOLE LONDINESI – DAY 3 Curiosità e statistiche sulla terza giornata dei Championships 2012. Dal vizietto ricorrente di Petzschner al doppio fallo della Vandeweghe, passando per due baristi speciali, il ritorno […]
  • SERENA AVANTI COL BRIVIDO TENNIS – La Williams cede un set e rischia grosso contro la giovane francese Caroline Garcia. Kerber si vendica della Pironkova, mentre la Kvitova disinnesca la giovane Donna Vekic. Si […]
  • COCO VANDEWEGHE ED I 13 ASCIUGAMANI PRESI A WIMBLEDON La tennista statunitense ammette: "Quando stamattina ho letto l'articolo non ho potuto aiutare ma penso che la persona in questione sia io..."
  • WIMBLEDON, I VINCITORI… SENZA TROFEO Si può vincere anche senza portarsi a casa la coppa. Successo è anche superare i propri limiti e le aspettative. A Wimbledon, possono dire di aver vinto Denis Kudla e Vasek Pospisil, […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.