FLAVIA PENNETTA NON CI RIPENSA: “DOPO LE FINALS, BASTA!”

Raggiunta da Gazzetta.it, Flavia Pennetta conferma la decisione di ritirarsi dopo le Wta Finals di Singapore. Il presidente del Coni Malagò è tuttavia ancora convinto che la brindisina possa cambiare idea nei prossimi mesi
giovedì, 22 Ottobre 2015

TENNIS – Flavia Pennetta non torna sui suoi passi, nemmeno dopo la qualificazione per le Wta Finals di Singapore. Il torneo riservato alle migliori otto del2015, sarà l’ultimo impegno ufficiale della carriera della brindisina, che come già noto dal trionfo allo Us Open, si chiuderà al termine di questa stagione. “Prima di entrare in campo non sapevo bene come fosse il conteggio dei punti, sapevo che dovevo andare avanti, ma ho cercato di restare concentrata e chiudere il più presto possibile. Ora partiremo per Singapore il prima possibile e sarà molto emozionante giocare laggiù. Ci sono andata vicina altri anni e alla fine non ce l’ho mai fatta”, ha dichiarato Flavia in un’intervista concessa a gazzetta.it, dopo la vittoria di Mosca contro Daria Gavrilova, che le ha regalato la sicurezza di partecipare alle Finals e dopo la quale si è ritirata dal torneo della capitale russa. “Poi basta così: quest sarà il mio ultimo torneo. Vi prego, basta chiedermi se ho deciso di continuare”.

Un torneo che Flavia giocherà con il braccio e il cuore leggero, con l’obiettivo di assaporare gli ultimi momenti di una carriera grandiosa, diventata leggendaria proprio negli ultimi mesi. “Cercherò di non farmi prendere dall’emozione e di godermi ogni partita, provando a dare il meglio. Sono molto felice di chiudere arrivando alle Finals in singolare per la prima volta, è l’ultimo torneo della mia vita e cercherò di non farmi prendere dalla malinconia. Per me è la conclusione perfetta di una carriera perfetta”.

E pure c’è ancora qualcuno, di molto importante, convinto che la Pennetta possa cambiare idea nei prossimi mesi. “Sono molto vicino a Flavia Pennetta, non sarei così sicuro che si ritiri al termine di quest’annata sportiva». A parlare è il presidente del Coni Giovanni Malagò, a margine dell’inaugurazione della nuova sede del Coni regionale Toscana a Firenze. “Il suo mancato ritiro anticipato non è una sfida fra me e Flavia Pennetta perchè lei è padrona del suo destino”,  ha aggiunto il numero uno dello sport italiano. “Credo che chi fa il mio mestiere ed ha il mio ruolo abbia il diritto ed il dovere di raccontare anche qualcosa che in certi momenti un atleta non avverte perchè può essere stanco, giustamente, ed ha una prospettiva di vita diversa. Siamo ad ottobre 2015, vediamo quello che succede, ho visto anche quello che ha dichiarato lei. Con Flavia Pennetta ci parlo praticamente tutti i giorni, so anche di questo incredibile cambio di programma della sua vita perchè gli è arrivata la wild card”. Malagò ha quindi annunciato che a inizio del nuovo anno sarà scelto anche il portabandiera azzurro per Rio 2016: “Anche il tema del portabandiera azzurro alle prossime Olimpiadi è un bel tema. Ci sono anche dei maschietti in corsa”, ha risposto Malagò a chi gli chiedeva se proprio la Pennetta potrebbe diventare la portabandiera azzurra. “Lo vedremo ad inizio dell’anno prossimo, come è giusto che sia”.


Nessun Commento per “FLAVIA PENNETTA NON CI RIPENSA: “DOPO LE FINALS, BASTA!””


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.