TERRA AZZURRA

Al via i classici tornei estivi sul rosso di Bastad e Budapest. In Svezia esordio positivo per Flavia Pennetta, che passa 6-2 7-5 sulla Rogowska. Vittorie ancor più nette in Ungheria per Roberta Vinci e Sara Errani, mentre cadono Remondina e Dentoni.
martedì, 5 Luglio 2011

Bastad (Svezia) – Archiviata la frenetica parentesi di Wimbledon, il carrozzone  WTA riparte con i classici appuntamenti in terra rossa, che vanno a colmare l’attesa della lunga estate sul cemento americano. Due gli appuntamenti in questa settimana, ed entrambi da 220 mila dollari di montepremi. La presenza di Caroline Wozniacki, impegnata in serata, impreziosisce l’evento svedese di Bastad, che vede come testa di serie n.2 la nostra Flavia Pennetta. Proprio la brindisina, unica azzurra in tabellone, inizia con il piede giusto il suo torneo, superando la qualificata australiana Rogowska per 6-2 7-5. Roberta Vinci e Sara Errani, sono invece le prime due teste di serie del torneo di Budapest, dove battezzano al meglio il loro esordio. Robertina travolge 6-1 6-0 la slovacca Juricova, mentre Sarita liquida la romena Gojena. Fuori invece le giovani Dentoni e Remondina.

Buona la prima. Tre confronti del tutto inediti e tre vittorie abbastanza facili per i ¾ della nostra nazionale di Fed Cup. Pennetta, Vinci ed Errani, rispettano a pieno il pronostico di favorite, superando senza grossi patemi avversari di caratura nettamente inferiore. A Bastad, contro la n.198 del mondo, Flavia Pennetta parte bene, inanellando un parziale di 4 giochi a 0 dal 2-2 del primo set, raccogliendo tantissimo sia in risposta che dalla seconda palla di servizio. Nel secondo set l’azzurra migliora in battuta, imponendo il suo ritmo e prendendo subito l’iniziativa dello scambio. Avanti 5-2, Flavia però tira i remi in barca, lasciando troppo spazio alla Rogowska, che si rimette in partita agganciando l’azzurra sul 5-5. La reazione della brindisina fortunatamente non tarda ad arrivare, e con due game consecutivi chiude i conti sul definitivo 7-5. Prossimo impegno contro la tedesca Kerber, n.100 del mondo. In Ungheria Roberta Vinci rispetta il suo status da n.1 del torneo, liquidando la slovacca Jurikova per 6-1 6-0, in un match molto più lottato di quanto non dica il punteggio finale. Nel primo set, infatti, sono ben 9 le palle break salvate dalla tarantina su 10. Più agevole il secondo, in cui la n.254 del mondo si arrende dopo 1 ora e 7 minuti. Per lei adesso l’ungherese Babos, n.245.Parte malissimo invece Sara Errani nel suo match contro la Gojena, n.149. Qualche errore di troppo porta l’azzurra sotto 3-0, che poco dopo reagisce in maniera eccellente per non fermarsi più fino alla fine. Un parziale di 11 giochi a 1 tagliano definitivamente le gambe alla giovane romena, che alza bandiera bianca in meno di 75 minuti. Per la bolognese secondo turno contro la svizzera Voegele, n.139.

Fortunata…ma non troppo. Proprio l’ungherese Babos spezza i sogni di Anna Remondina, 21 enne alla prima esperienza in un tabellone WTA. Entrata come “lucky loser”,  la giovane azzurra si arrende alla padrona di casa per 6-3 7-6. Contro un’avversaria di pari livello, (distano meno di 30 posizioni), l’azzurra paga un inizio di primo set deficitario, accusando subito un parziale di 4-1. Molto più combattuto il secondo, in cui la Remondina sale 4-2 prima di essere ripresa e giocarsi tutte le sue carte al tiè-break, dove cede purtroppo per 7 punti a 4. Nulla da fare infine per Corinna Dentorni, che si arrende alla qualificata spagnola Candela per 6-3 6-1. Dopo aver sprecato un vantaggio di 3-1 nel primo set, la giovane toscana si spegne, lasciando campo all’iberica n.199 del mondo.


1 Commento per “TERRA AZZURRA”


  1. jessica ha detto:

    dai flavia sei la più forte !!!!


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • ROBERTA RIMONTA, FLAVIA NO Dopo Sara Errani, anche Roberta Vinci si qualifica per i quarti di Budapest, superando in rimonta l'ungherese Babos per 4-6 7-5 6-2. Si ferma invece il cammino di Flavia Pennetta a Bastad, […]
  • TERRA DI PUGLIA Le due pugliesi Pennetta e Vinci portano avanti i colori azzurri a Bastad e Budapest, mentre si arrendono la Brianti e la Garbin (proprio con la Vinci)
  • ROBERTA L’IMMORTALE La Vinci passa in semifinale a Budapest annullando due match point alla slovacca Kukova e finendo per vincere 4-6 7-6 6-3. Disco rosso invece per la Errani, costretta al ritiro contro la […]
  • RITORNO SULLA TERRA Wimbledon chiude il sipario, e il circuito regala un ultimo scampolo di tennis su terra rossa. A Bastad Flavia Pennetta è la favorita, mentre Budapest offre un tabellone di difficile lettura
  • FLAVIA CONTINUA, ROBERTA NO La Pennetta prosegue la sua corsa a Bastad piegando una coriacea Craybas in due set. A Budapest crolla la Vinci
  • FLAVIA AVANZA, CAROLINE SI RITIRA Seconda vittoria consecutiva per la Pennetta sulla terra di Bastad, dove sconfigge la tedesca Kerber per 6-2 6-3. Si ferma invece la Wozniacki, costretta al ritiro per un problema alla spalla.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.