FOGNINI AI QUARTI A VIENNA, AVANTI TSONGA

TENNIS - Prima volta ai quarti di finale di Vienna per il ligure grazie alla vittoria in due set su Lukasz Kubot. Alla Kremlin Cup Gasquet batte il padrone di casa Donskoy e continua la sua corsa alle Finals. A Stoccolma fuori Anderson, bene Gulbis e Dimitrov. Avanzano con qualche tentennamento i primi della classe Tsonga, Ferrer e Gasquet
giovedì, 17 Ottobre 2013

Tennis. Giornata piena quella attinente i tornei Atp. Le tre kermesse in auge questa settimana Mosca, Stoccolma e Vienna hanno delineato il proprio assetto in vista dei quarti di finale di domani. L’unico italiano in gara oggi era Fabio Fognini. Il ligure, di stanza a Vienna, si è assicurato l’ingresso tra i migliori otto del torneo in virtù della vittoria sul veterano Lukasz Kubot.

Scontro diretto numero tre quello tra il sanremese ed il polacco (numero cinque se si tiene conto del Future di Bergamo targato 2005 e del turno eliminatorio del Roland Garros 2007 entrambi vinti dall’azzurro). Primo incrocio che ha luogo nel continente europeo dato che entrambi i precedenti Atp si sono svolti in Sud America: prima a Costa do Sauipe (Brasile, Kubot vincente) e poi a Santiago del Cile dove a trionfare è stato il nostro numero uno. Partita rivelatasi non particolarmente infida per l’azzurro che ha condotto sempre il gioco, mentre il 31enne polacco ha passato di fatto tutto il match ad inseguire nel punteggio. Unica nota stonata va ritrovata nell’approccio al match, non il massimo per il ligure che ha regalato il primo break in apertura ritrovandosi sotto 2-0. Subito dopo però il buon Fabio si è riscosso, ha ottenuto un immediato controbreak prendendo in mano le redini della partita senza mai lasciarle sino alla fine. Ottimo risultato per il sanremese che migliora la sua best performance nella capitale austriaca ergendosi per la prima volta sino ai quarti. Domani se la vedrà con Robin Haase. L’olandese ha fatto suo un gran match quest’oggi buttando fuori la testa di serie numero 7 Vasek Pospisil dopo una battaglia durata 2 ore e 19 minuti. Il gigante canadese non è stato l’unico piazzato ad uscire dai giochi. Anche il numero 4 Philipp Kohlschreiber si è fatto rimontare ancor più sorprendentemente dal qualificato Ruben Bemelmans. Davvero incredibile il modo in cui il teutonico si è lasciato sfuggire di mano il match che lo vedeva inizialmente in vantaggio di un set ed in completo controllo. Ora il belga affronterà l’ottavo del seeding Lukas Rosol per un posto in semifinale. Tutto ok invece per il favorito numero 2 Tommy Haas che ha superato in due set il qualificato Miloslac Mecir ed ora si proietta verso lo scontro tra “vecchie” glorie con Radek Stepanek. Buon debutto anche per il campione del 2011 Jo-Wilfried Tsonga che in tardo pomeriggio ha affrontato e battuto Daniel Brands in tre set. Vittoria meritata sebbene il transalpino si sia distratto per un set, il secondo. Tsonga al momento ricopre l’ultima posizione utile nella Race per poter accedere alle Finals (la nona). Ai quarti se la vedrà con la wild card indigena Dominic Thiem che in serata ha spazzato via Jaroslav Pospisil, lucky looser del tabellone.

Molte le sorprese anche alla Kremlin Cup di Mosca dove sono state ben due le teste di serie eliminate oggi. Russia amara per il quarto del seeding Alexandr Dolgopolov che lascia la capitale russa in virtù del doppio 6-4 subito per mano del qualificato Mikhail Kukushkin. Ci si aspettava molto di più dal tennista ucraino che non riuscirà dunque a replicare i quarti del 2010. Fuori anche la testa di serie numero 5 Denis Istomin. L’uzbeko ha ceduto dopo un duro match durato quasi 2 ore e un quarto al cannoniere Ivo Karlovic. Gran prova in questo caso del 34enne croato il quale ha dimostrato che quando si tratta di tirar fuori i muscoli può dire ancora la sua. E ci sono buoni margini per il lungagnone di Zagabria di estendere la sua campagna russa sino alle semifinali dato che ha la possibilità di insinuarsi nel vuoto lasciato dalla testa di serie Janko Tipsarevic. Prosegue invece la rincorsa alle Finals di Londra per il favorito numero 1 Richard Gasquet. Il francese infatti vola ai quarti faticando forse più del previsto contro il padrone di casa Evgeny Donskoy. Il tennista moscovita ha infatti venduto cara la pelle riuscendo persino a strappare un set al più talentuoso avversario salvo poi cedere di schianto nel terzo. Per il transalpino primo della classe quarto di finale morbido contro la wild card Teymuraz Gabashvili che oggi ha battuto Dudi Sela in tre set.

Anche il torneo di Stoccolma ha perso uno dei suoi favoriti. Si tratta del numero 4 del seeding Kevin Anderson che quest’oggi ha ceduto in tre set a Kenny De Schepper. Davvero da dimenticare quest’ultima frazione di stagione per il tennista sudafricano il cui ultimo approdo ai quarti risale al torneo di Washington di fine luglio. Il francese incontrerà invece ai quarti la testa di serie numero 7 Grigor Dimitrov. Normale amministrazione oggi per il bulgaro che ha rifilato un veloce 6-1 6-3 a Jan-Lennard Struff. Il quarto di finale più suggestivo è forse quello che vedrà di fronte domani Jerzy Janowicz ed Ernests Gulbis. Quest’ultimo si è conquistato in mattinata il pass per il gruppo dei best 8 battendo in due set Igor Sijsling. Cede un set il numero uno del seeding David Ferrer opposto nella sessione notturna al giovane Jack Sock. Il tennista a stelle e strisce era riuscito a mettere in tasca il primo set prima di subire la furibonda rimonta del motorino di Javea. Il primo favorito sfiderà ora il connazionale Fernando Verdasco vincente oggi su Jarkko Nieminem in tre set.

Di seguito i risultati:

Kremlin Cup, Mosca – Secondo turno

Richard Gasquet [1] d Evgeny Donskoy 6-3 3-6 6-1

Teymuraz Gabashvili [W] d Dudi Sela 6-1 6-7(7) 6-1

Mikhail Kukushkin [Q] d Alexandr Dolgopolov [4] 6-4 6-4

Ivo Karlovic d Denis Istomin [5] 6-3 6-7(10) 7-6(6)

If Stockholm Open, Stoccolma – Secondo turno

Fernando Verdasco d Jarkko Nieminem 6-2 3-6 6-3

Ernests Gulbis [5] d Igor Sijsling 6-3 7-6(3)

Grigor Dimitrov [7] d Jan-Lennard Struff 6-1 6-3

Kenny De Schepper d Kevin Anderson [4] 7-6(5) 4-6 6-3

David Ferrer [1] d Jack Sock 4-6 6-3 6-1

Milos Raonic [2] d Joachim Johansson [Q] 6-2 7-6(3)

Erste Bank Open, Vienna – Secondo turno

Fabio Fognini [3] d Lukasz Kubot 7-5 6-2

Robin Haase d Vasek Pospisil [7] 7-6(3) 6-7(5) 6-2

Ruben Bemelmans [Q] d Philipp Kohlschreiber [4] 4-6 6-1 7-6(0)

Tommy Haas [2] d Miloslav Mecir [Q] 7-5 7-6(8)

Jo-Wilfried Tsonga [1] d Daniel Brands 7-5 1-6 6-3

Dominic Thiem [W] d Jaroslav Pospisil [L] 6-1 6-1


Nessun Commento per “FOGNINI AI QUARTI A VIENNA, AVANTI TSONGA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.