FOGNINI KO, CHENGDU È DI TOMIC

Niente da fare per Fognini, l'australiano vince al tie-break del terzo set e porta a casa il trofeo. Shenzhen finisce nella bacheca di Nishioka

TENNIS – Il sogno di un titolo italiano nell’ultima settimana di settembre si infrange all’ultima curva. Il torneo di Chengdu finisce nella bacheca di Bernard Tomic, che nella finale della mattinata batte Fabio Fognini in tre set e corona la sua cavalcata in Cina, bella e convincente come quella del finalista sconfitto. Shenzhen, invece, regala al giapponese Nishioka la gioia del successo.

Riflettori ovviamente puntati sul match dal maggior tasso tecnico e di talento, con Fognini chiamato a confermare l’ottimo momento al cospetto di un giocatore altalenante come l’australiano. Ma Tomic, proprio in virtù di questa altalena, è in gran giornata: subito un 6-1 al tennista ligure, che vede scombinare i suoi piani dopo la prima parte del match. Nonostante la falsa partenza, l’azzurro trova le forze di rimettersi in carreggiata e nel secondo parziale piazza il 6-3 che rimanda ogni discorso al terzo set. Qui si arriva fino al tie-break, dove un errore può essere fatale ad entrambi: pesa di più quello di Fabio, che cede 7-9 ai vantaggi e consegna il trofeo nelle mani del rivale.

Ugualmente combattuta anche l’altra finale, quella di Shenzhen, tra un sorprendente Yoshihito Nishioka e il veterano francese Pierre-Hugues Herbert. Il giapponese sposta l’inerzia del match dalla sua parte, vincendo il primo set con il punteggio di 7-5, ma il suo avversario non ha intenzione di fare lo sparring partner e lo dimostra il 6-2 con cui porta a casa il secondo set. Anche il terzo parziale dell’altro torneo cinese si conclude al fotofinish, ma non c’è tempo di arrivare al tie-break: Nishioka mette il turbo e chiude 7-5, vestendo i mai banali panni di un nipponico che vince in Cina.

Domani il circuito maschile riprende la sua marcia dall’Asia e soprattutto dalla Cina, con il cemento di Pechino a fare da prosecuzione dei due tornei appena conclusi e Seppi primo azzurro a scendere in campo contro Fucsovics. L’ATP, però, apre i battenti anche a Tokyo: qui ci saranno tutti i big.


Nessun Commento per “FOGNINI KO, CHENGDU È DI TOMIC”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.