FOGNINI: “NON MI SENTO AL TOP, HO BISOGNO DI GIOCARE PARTITE”

Il veterano ligure ha ammesso di non sentirsi al top della forma alla vigilia del suo esordio agli Internazionali di Roma
giovedì, 17 Settembre 2020

Tennis. Fabio Fognini esordirà oggi agli Internazionali BNL d’Italia, avendo richiesto agli organizzatori più tempo possibile per farsi trovare pronto.

Il veterano ligure è ancora lontano dal 100% dopo l’operazione a entrambe le caviglie e lui stesso ha ammesso di non essere troppo fiducioso circa il suo rendimento a Roma.

“Sono contento di essere tornato. Tutti sanno che negli ultimi quattro anni ho sofferto molto. Quindi sono contento che l’operazione sia andata bene.

La riabilitazione è stata lunga. Ma è bello essere di nuovo in campo senza dolore”, ha commentato Fognini.

“Il problema è che ora ho bisogno di giocare partite. Ma anche solo punti in allenamento.

Mi spiace perché di solito questi tornei su terra rossa sono quelli in cui vado meglio, quelli in cui ottengo risultati migliori.

E non mi sento al top. Ma è naturale che vada così. Devo allenarmi, stare in campo e la forma tornerà. Non so bene quando però”.

Il favorito sulla terra resta sempre Nadal: “Con Rafa non si sa mai. È uno dei migliori tennisti di ogni epoca. C’è qualcosa che non riesce a fare? Io non penso. 

Quindi rimane il favorito per i tornei sulla terra rossa. I risultati parlano per lui”, ha affermato Fabio. 

“Ora le cose si fanno interessanti perché questi giocatori in futuro vinceranno tanto. Ma al momento se Rafa è in forma è molto difficile batterlo al Roland Garros”.


Nessun Commento per “FOGNINI: "NON MI SENTO AL TOP, HO BISOGNO DI GIOCARE PARTITE"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.