PRIMA GIOIA DEL 2015 PER FOGNINI, DELLA CARRIERA PER VANNI

Il numero uno d’Italia, a San Paolo, centra la prima vittoria dell’anno contro l’argentino Schwartzmann, non senza concedersi una delle sue classiche pause. Vola ai quarti anche Luca Vanni, che contro De Bakker vince, a 29 anni, la prima partita in carriera in torneo Atp

San Paolo (Brasile). Torna sulla terra rossa, e dopo due sconfitte in altrettante partite, Fabio Fognini centra la prima vittoria della sua stagione sul mattone tritato brasiliano di San Paolo, in Brasile. Il 27enne ligure, testa di serie numero 3 del torneo, ha superato, non senza sudare, l’argentino Diego Schwartzmann, numero 66 del ranking Atp, con il punteggio di 6-3 1-6 6-2 in un’ora e 38 minuti di gioco. Ora l’italiano, che al primo turno aveva beneficiato di un bye, affronterà il colombiano Santiago Giraldo, il quale a sua volta ha avuto la meglio per 4-6 7-5 6-3 sull’argentino Carlos Berlocq, nel match che ha aperto il programma odierno.

Un esordio positivo per il risultato, ma non molto incoraggiante per il tennis mostrato, quello di Fabio Fognini, almeno per buona parte dell’incontro. Il primo set è stato il migliore per il giocatore taggiasco, che scattato meglio dai blocchi con il 3-1 iniziale, ha saputo frustare il tentativo di rientro dell’argentino, che ha immediatamente recuperato il break, togliendogli nuovamente la battuta nel sesto gioco, per poi chiudere 6-3 con autorità. Dopo aver trovato un altro break nel gioco d’apertura del secondo parziale, Fognini ha pensato bene di assentarsi dal campo per i successivi otto giochi, caratterizzati dal 10% dei punti vinti dall’italiano con la prima palla di servizio. Sotto due a zero nel set decisivo, quando tutto sembrava ormai pronto per l’ennesima sconfitta, magari con il contorno di qualche scenata alla Fognini, Fabio è riuscito a radunare le idee e a tornare ai livelli che gli competono, infilando a sua volta un parziale di sei giochi consecutivi, che ha spazzato via Schwartzmann, il quale forse, neanche si aspettava la reazione così veemente del suo avversario.

Quella di oggi, è stata una giornata importante anche per il secondo italiano rimasto in tabellone (Paolo Lorenzi, finalista del 2014, è stato eliminato al primo turno), ovvero Luca Vanni. L’aretino, dopo essersi qualificato, grazie al ritiro di Feliciano Lopez, si è aggiudicato la posizione di tabellone dello spagnolo, testa di serie numero due, ed il relativo bye. Oggi al secondo turno (esordio per lui nel main draw) è riuscito a superare l’olandese Thiemo De Bakker, centrando la prima vittoria della carriera nel tabellone principale di un torneo Atp. Il numero 149 del mondo, reduce da un 2014 favoloso nel circuito futures e challenger, si è imposto sull’olandese per 7-6(5) 3-6 6-3, recuperando un break di svantaggio (0-2) nel parziale decisivo. A 29 anni, Vanni, grazie anche ai 14 ace messi a referto, ha trovato una prima vittoria che lo condurrà domani a giocare un quarto di finale Atp, contro il vincente del match tra Fernando Verdasco e Dusan Lajovic.

Questa settimana, si sta giocando anche a Memphis, lo storico torneo indoor. Nell’unica partita conclusa oggi, fino a questo momento, Bernard Tomic, si è aggiudicato il big match contro Alexander Dolgopolov, testa di serie numero 4, con il punteggio di 6-1 7-5. Ieri invece, si erano qualificati per i quarti di finale la testa di serie numero uno Kei Nishikori ed il terzo favorito John Isner, che affronterà nel derby dei giganti americani Sam Querrey.


Nessun Commento per “PRIMA GIOIA DEL 2015 PER FOGNINI, DELLA CARRIERA PER VANNI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.