FOGNINI SI RACCONTA: DALL’INTER ALLA LAVER CUP

Il tennista ligure alla vigilia del lussuoso impegno coi Big, parla dell'altra sua grande passione

E’ una settimana importante per Fognini, forse la più importante in carriera per certi versi. L’invito di Federer alla Laver Cup è il riconoscimento dell’alto livello raggiunto finalmente, assieme a Nadal e agli altri big europei in squadra. Oltre questo, Fabio ha parlato dell’altra sua grande passione: il calcio ed in particolare l’Inter.

La fede calcistica è di famiglia, siamo parecchi interisti. L’Inter per me significa passione, sono cresciuto guardando Ronaldo, Vieri, ma il mio idolo è Zamorano. Materazzi, invece, mi è sempre piaciuto per la sua grinta. Da ragazzo giocavo mezzapunta, trequartista, mi piaceva far segnare gli altri, mi è sempre piaciuto il gioco di squadra. Poi a 14 anni ho dovuto smettere, se mi avesse chiamato l’Inter magari avrei continuato (ride, ndr). La realtà è che amo il tennis, mi piace prendermi le responsabilità dei miei meriti e demeriti. Calcio e tennis come tutti gli sport d’eccellenza sono accomunati dal sacrificio, dalla disciplina e dalla pazienza“.

Fabio spiega quanto il Fognini tifoso sia simile a quello tennista: ”Gioisco e mi arrabbio. Quando tieni a una cosa sono quelle le reazioni, ma essendo sportivo capisco anche quello che c’è dietro, le cause che possono portare a un risultato rispetto a un altro”.


Nessun Commento per “FOGNINI SI RACCONTA: DALL'INTER ALLA LAVER CUP”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.